Prodotto aggiunto con successo al carrello.
Acquista

KratomCi sono 12 prodotti.

Le foglie dell'albero Kratom (Mitragyna speciosa) sono state usate per migliaia di anni per i loro effetti intossicanti. Le fonti principali di Kratom sono la Thailandia e Bali; ed entrambe hanno varietà, sia nella forma grezza che nella forma estratta.

Verifica dell'Età 18+

Hai più di 18 anni? I contenuti pubblicati su Zamnesia.com sono rivolti ad un pubblico adulto e sono riservati ai soli maggiorenni.

Assicurati di essere a conoscenza delle leggi del tuo Paese. Il nostro negozio online è conforme alle leggi olandesi.

Cliccando su Entra confermi di aver compiuto 18 anni.


Kratom - Clicca qui per ulteriori informazioni

Informazioni Sul Kratom

Che Cos'È Il Kratom?

Che cos'è il Kratom?

Il Kratom cresce nel Sud-est asiatico. Si tratta un albero dalle foglie ricche di alcaloidi, capaci di dare uno sballo simile a quello dell'oppio. Pur non essendo un oppiaceo, è diventato sempre più popolare proprio grazie ai suoi effetti, simili a quelli dell'oppio.

Recentemente è stato inserito dal mondo occidentale nell'elenco delle erbe che alterano la coscienza. Il Kratom è una pianta delicata ed intrigante, dal grandissimo potenziale medico e terapeutico, oltre al suo uso ricreativo.

La Mitragyna speciosa Korthals, una pianta della famiglia delle Rubiaceae, è originaria della regione tropicale dell'Indocina, delle regioni centrali e meridionali della Tailandia (raramente al Nord), nel Nord della penisola malese fino al Borneo e viene comunemente chiamata Kratom, ma è conosciuta anche sotto il nome di Kratum e Krathom. Quest'albero venne descritto per la prima volta nel XVII secolo dal botanico olandese Pieter Korthals, che lo soprannominò Mitragyna, dal momento che il primo esemplare che esaminò riportava stigmi a forma di mitra vescovile, da cui il nome botanico.

Il dritto stelo della pianta arborescente raggiunge un'altezza di 50 piedi (15 metri) e sviluppa rami che vanno oltre i 7 piedi (2 metri) in lunghezza. Le foglie dell'albero sono di aspetto lucido color verde scuro e cadono per essere rimpiazzate durante l'intero anno. Durante la stagione delle piogge la crescita delle nuove foglie è più abbondante, mentre la caduta è più intensa nella stagione secca. Ciò significa che si tratta di una pianta praticamente sempreverde, più delle latifoglie, a meno che non si trovi al di fuori del proprio ambiente naturale: se la temperatura dovesse scendere al di sotto dei 4°C, si comporterebbe come qualsiasi altro albero che si prepari ad affrontare il periodo dell'ibernazione.

Tailandia, Dove È Stato Impiegato Da Secoli Per Alleviare I Dolori Cronici

In Tailandia, dove è stato impiegato da secoli per alleviare i dolori cronici, migliorare l'umore e trattare problemi di salute, il Kratom è stato bandito a partire dal 1943, ma non perché avesse causato problemi di salute dovuti al suo impiego (come sostengono alcune fonti male informate). Attualmente i problemi legati a questa pianta sono totalmente differenti: si tratta di ragioni FINANZIARIE, a causa della riduzione del gettito fiscale proveniente dalla distribuzione di oppio a favore del governo tailandese!

Il kratom stesso non è un oppiaceo, ma sta trovando un sempre maggior riscontro popolare grazie ai suoi effetti simili a quelli dell'oppio. Ma è in grado di andare al di là del semplice stordimento derivante dal suo potere stupefacente, visto che i clienti lo usano anche nel trattamento del dolore, per ricaricarsi di energia, per alleviare ansia e sintomi della depressione e per raggiungere una sensazione di benessere e felicità. Il principale composto attivo del Kratom è il 7-Hydroxymitragynine. Anche se sembra non avere effetti negativi rilevanti, la sua effettiva sicurezza ed efficacia non sono ancora state studiate a sufficienza ed un uso costante di Kratom pare possa portare a costipazione, calo di peso a causa di una perdita di appetito e scurimento del colore della pelle del viso. I sintomi da astinenza dopo un uso costante possono essere: diarrea, naso che cola e irascibilità.

Effetti del Kratom

Effetti Del Kratom

Il Kratom è una droga molto versatile, dalla vasta gamma di benefici. Esistono diverse sfumature sugli effetti che provoca, oltre all'effetto stimolante, se assunto a piccole dosi, e la sonnolenza mentale, dopo l'ingestione di una grande quantità.

Tradizionalmente, contadini e braccianti tailandesi consumano Kratom su base giornaliera (dalle 3 alle 10 volte al giorno), come stimolante per superare la fatica del loro duro lavoro e per combattere situazioni non sempre facili. Viene assunto come analgesico, come un sostituto dell'oppio o come equivalente dell'eroina, come un anti diarroico e, anche, come afrodisiaco per intensificare o prolungare l'attività sessuale. Gli effetti del Kratom compaiono tra i cinque e i dieci minuti dopo l'ingestione e possono durare per diverse ore.

Il Kratom, e più nello specifico la mitraginina, è conosciuto per l'azione stimolante sul corpo e per la capacità di aumentare l'energia del consumatore, donandogli una spinta abbastanza potente da avvertire un forte desiderio di mettersi al lavoro, anche in situazione che, normalmente, richiederebbero una certa calma mentale. A seconda della chimica corporea del consumatore, del suo metabolismo, del peso, della tolleranza e di diversi altri fattori naturali individuali, gli effetti possono durare anche diverse ore.

Un uso tradizionale di Kratom include il trattamento del dolore (cronico) e, al giorno d'oggi, sta diventando sempre più conosciuto fra i pazienti che abbiano, in precedenza, fatto uso di antidolorifici come l'Oxycodone o l'Hydrocodone. Questi farmaci non sempre danno risultati benefici evidenti, in caso di patologie gravi, e possono creare situazioni complicate al paziente per possibili intolleranze al trattamento. Il Kratom, inoltre, è una valida alternativa a quei farmaci troppo costosi e, pare, abbia effetti collaterali meno pesanti ed un basso potenziale di dipendenza. Nella maggior parte dei casi, il Kratom non causa nausea né vomito (diversamente da molti altri oppiacei prescrivibili).

Diverse fonti riportano gli effetti positivi del Kratom, come via per migliorare l'umore e ridurre l'ansia, ma studi sugli effetti a lungo termine non sono ancora stati approfonditi. Non praticate automedicamento con il Kratom, se soffrite di depressione cronica o ansia: si tratta di malattie serie e dovete assolutamente consultare il vostro medico prima di usare il Kratom per alleviare questi sintomi.

Nella medicina tradizionale e, di recente, nella moderna medicina curativa, il Kratom viene usato come sostituto (e come terapia) per quei pazienti che siano incappati nella dipendenza da oppiacei da prescrizione, da oppio, da eroina e, ultimamente, è stato utilizzato in Nuova Zelanda in un programma di disintossicazione da metadone. E`comprovata l'efficacia del Kratom come aiuto per combattere i sintomi dell'astinenza.

I consumatori ricreativi amano principalmente gli effetti narcotici del Kratom e la sua popolarità è cresciuta significativamente negli ultimi anni, molto probabilmente anche grazie al suo status giuridico (il Kratom è illegale in solo 9 Stati in tutto il mondo) e per la sua disponibilità. A seconda delle preferenze individuali, i consumatori sono soliti assumerlo in dosi relativamente basse, se sono alla ricerca di effetti soprattutto stimolanti per il corpo e di uno stato mentale di felicità ed euforia; mentre altri preferiscono i suoi effetti rilassanti ed analgesici e per questo optano per l'assunzione di dosi più elevate. Altri ancora variano da piccole a moderate dosi per ricevere una carica di energia, in aiuto allo svolgimento dei propri lavori domestici. Ed altri ancora amano assumerne una dose più pesante al mattino presto, per poter prolungare le proprie ore di sonno.

Il Kratom ha un effetto eccezionale sulle persone che soffrono di diarrea ed è un efficace sostituto naturale di farmaci o medicinali prescrivibili antidiarroici.

Il Kratom Ha Un Effetto Energizzante Per Ciò Che Riguarda L'Attività Fisica

Dal momento che il Kratom ha un effetto energizzante per ciò che riguarda l'attività fisica, è del tutto naturale che alcuni consumatori provino un aumento del desiderio sessuale dopo l'ingestione di Kratom. Si dice che sia in grado di aumentare la libido femminile e, si presume, è un aiuto in caso di disfunzione erettile.

Si sta valutando la possibilità di utilizzare il Kratom nel trattamento dei sintomi della Sindrome da Deficit di Attenzione degli Adulti (ADD: Adult Attention Deficit Disorder), ma non esistono ancora prove scientifiche che avvallino questa teoria.

Era soltanto l'inizio degli anni 2000 quando il Kratom ha cominciato a farsi strada verso i mercati degli Stati Uniti e dell'Europa, principalmente attraverso gli headshop (Anche online) riforniti di Kratom dalla Thailandia e da Bali. E' venduto seccato e pronto per fare il tè o anche come polvere (In sacchetti o in capsule) sia grezzo sia in concentrati di materiale grezzo.

Generalmente è preso oralmente, le foglie masticate e tenute in bocca per almeno 10 minuti oppure la polvere secca bollita per circa 30-40 minuti per fare il tè.

Sono gli oltre 25 alcaloidi diversi del Kratom a dare alla pianta gli effetti psico attivi che l'hanno messa sul radar dei fan degli stati alterati grazie alle piante in tutto il mondo negli ultimi anni.

Come la maggior parte delle fattanze da marijuana, l'esperienza del Kratom varia da persona a persona e da occasione a occasione, fare una lista degli effetti e altro è molto difficile. Inoltre ci sono anche varie differenze del tipo di kratom o della sua potenza dovuti ai vari marchi che lo vendono. In più gli effetti dipendono anche dalla dose presa, se piccola o grande.

Un Senso Di Calore Interno E Felicità, Pensieri Piacevoli

Il nostro avviso è di leggere quello che dice la tua confezione, partendo da una dose bassa di Kratom per poi auto gestirsi dalla seconda esperienza. Detto questo gli effetti sono sia mentali che fisici e includono:

Un senso di calore interno e felicità, pensieri piacevoli, rallentamento della respirazione e della mente, leggera disconnessione dal corpo (Anche se nulla a che vedere con una esperienza di dissociazione) e diventerai anche molto rilassato sia nelle interazioni sociali o anche stando da solo. Alcuni amanti del Kratom segnalano un aumento nell'abilità di focalizzare le cose ed una calma ma intensa stimolazione mentale. Ad alte dosi diventa progressivamente più soporifero con delle visuali ad occhi chiusi.

Anche se rallenta la respirazione, a differenza dalla morfina, il Kratom non rischia di sopprimerla, quindi non presenta rischio di overdose e morte. Nel peggiore dei casi, alcuni utenti riportano di aver avuto una leggera nausea. Altri segnalano la fine dell'effetto come un post sbornia, altri invece no. Alcuni amano il Kratom e altri invece non lo trovano interessante.

Come usare il Kratom

Video: Come usare il Kratom

Esistono diversi modi di ingerire il Kratom, ma nel mondo occidentale le foglie fresche di Mitragyna speciosa dalla pianta Kothals sono raramente disponibili, pertanto ci limiteremo a fornirvi la nostra piccola "menu card" di foglie secche, macinate e polverizzate.

Se ordinate foglie secche o macinate, tenete in considerazione che sarebbe consigliabile ricavare una polvere da esse. Non solo per togliere steli e nervature, ma anche per permettere un più facile dosaggio e per aumentare la dimensione dell'area superficiale, facilitando la dissoluzione delle sostanze attive dalla materia vegetale. Nonostante ciò ricordatevi di conservare steli e nervature: non sono spazzatura, ma potrete utilizzarli in seguito per realizzare un'infusione.

Per realizzare da soli la vostra polvere di Kratom, avete bisogno di un potente frullatore a lama, o di qualcosa di simile (come un macinino per spezie elettrico), per sminuzzare le foglie secche, e di un colino a maglia fine per dividere nervature e steli: se desiderate utilizzare la polvere che passa attraverso il colino, è consigliabile che questa abbia la consistenza del lievito in polvere.

Questi metodi di ingestione sono solo suggerimenti... si può sempre esprimere la propria idea in merito (ed inviarcela via e-mail).

Capsule di Kratom

Il sapore del Kratom non è sicuramente gradevole o piacevole e qualcuno lo descrive come "terroso ed amaro", altri semplicemente lo ritengono disgustoso. Per ovviare al problema del sapore, potete realizzare delle capsule in gel dalla vostra polvere di Kratom, utilizzando una macchina per fare le capsule. Non preoccupatevi, le macchine incapsulanti manuali e non commerciali sono piuttosto economiche. In questo modo potrete risolvere il problema del sapore, ma dovrete tenere in considerazione di dover impiegare un po' di tempo per la realizzazione delle vostre capsule.

Kratom Tè

Kratom Tè

Il termine "tè" è un'esagerazione selvaggia, se utilizzato nel contesto dell'ingestione di Kratom: un termine più appropriato sarebbe intruglio, perché l'esperienza provata assaporando questa miscela è ben lontana dal sapore del tè. Per un tè (rabbrividiamo) potete usare gli steli e le nervature (quelli che vi abbiamo detto in precedenza di mettere da parte), le foglie sminuzzate o la polvere.

La polvere lavora molto meglio delle foglie secche sminuzzate o degli steli e delle nervature. Per realizzare un intruglio aggiungete le vostre foglie sminuzzate o la vostra polvere (la quantità dipende dal vostro gusto personale, dalla vostra tolleranza, dall'effetto ricercato ecc.) in circa un litro di acqua e portate a bollore per 5-15 minuti prima di aggiungere stecche di cannella (NO in polvere). Lasciate sobbollire l'infusione per almeno 10-15 minuti o più, o almeno finché il volume di partenza non si sia ridotto almeno del 50%.

Ora potete aggiungere un dolcificante qualsiasi e un po' di radice di zenzero, o in polvere. Il risultato sarà un tè dal gusto piuttosto gradevole, simile al tè Chai. Se desiderate un tè chiaro, usate un colino. Con questa ricetta si possono fare degli esperimenti, aggiungendo, ad esempio, fiori di tiglio, camomilla, stami di lotus, Blue Egyptian Water Lily o fiori di papavero rosso. Alcuni amano aggiungervi un pizzico di mate o tè nero: la scelta è totalmente vostra.

Gli alcaloidi non sono facilmente solubili in acqua, pertanto il residuo del vostro filtrato conterrà sostanze attive che potete riutilizzare per ripetere le operazioni sopra citate o per realizzare un altro intruglio. La procedura è relativamente lunga e la potenza dell'infuso è variabile, ma il grande vantaggio è il miglioramento del sapore.

Acqua & Succo di Kratom

Un metodo veloce per ingerire polvere di Kratom è, probabilmente, il semplice risciacquo. Ma "semplice" non è semplice, in questo caso, perché se doveste sbagliare qualcosa, potreste fare la fine di quei buffoni che hanno provato ad ingerire un cucchiaio di cannella in polvere ("la sfida della cannella") e hanno finito per inalare la polvere, che sicuramente non è piacevole né tanto meno saggio, per dirla tutta.

Pertanto, per deglutire in sicurezza polvere di Kratom, iperventilate diverse volte e poi fate un respiro mooooolto profondo e trattenete il fiato, prima di espirare moooooolto lentamente dal naso e, mentre fate ciò, mettetevi in bocca un cucchiaino da tè di polvere e fate un piccolo sorso d'acqua o di succo, a vostro piacimento, ma NON deglutite ancora.

Ora fate rigirare la poltiglia in bocca finché non si sarà completamente mescolata con il liquido che avete impiegato e, quindi, risciacquate il tutto con un bicchiere d' acqua o di succo, di nuovo a vostra scelta. Succhi di frutta al limone o al pompelmo fanno un ottimo lavoro, perché gli alcaloidi del Kratom sono solubili in certe sostanze acide e gli effetti compaiono prima. Ripete l'operazione per ogni cucchiaino da tea.

Composta di mele al Kratom

Mescolare polvere di Kratom con una composta di mele a pezzettoni è un modo abbastanza gradevole e molto veloce di ingerire Kratom. Aggiungete la vostra polvere di Kratom, un dolcificante come miele o zucchero e un po' di cannella alla composta di mele e mescolate accuratamente prima di consumare. Non lasciatelo fermo per troppo tempo o il sapore amaro del Kratom potrebbe riemergere rovinando la "dolce sensazione" che, originariamente, volevate eliminare. Vi consigliamo di utilizzare una composta di mele a pezzettoni perché la polvere di Kratom non è abbastanza fine e potrebbe rendere la composta sabbiosa.

Panino al Kratom

Panino Al Kratom

Un altro metodo veloce per consumare la polvere di Kratom è mescolarla con miele e spalmarla su una fetta di pane nero. Chiudere con un'altra fetta, a panino, è opzionale.

Liquore al Kratom

Gli alcaloidi del Kratom sono solubili in alcool. Per realizzare il vostro liquore all'alcool usate un alcolico ad alta gradazione, come vodka, whiskey o rhum (alcuni sostengono che anche il sake vada bene) per mescolare le vostre foglie secche o la vostra polvere. Dopo qualche tempo le foglie saranno intrise e l'infuso risultante potrà essere migliorato nel gusto con l'aggiunta di dolcificanti o spezie. Il liquore di Kratom può essere conservato per mesi.

Fumare Kratom!?

DI NUOVO?? E`sufficiente quanto già detto in merito? Bene... andiamo ad approfondire ancora un po' la questione... Fumare Kratom non è tra i metodi più efficaci per provocare qualcuno degli effetti desiderati (o solo perché li prolunga un po'). Alcune persone, con una tolleranza molto bassa, possono sentire una sorta di "tocco" un po' più lungo (molto probabilmente di circa 30 minuti) ed un leggero effetto, ma il sapore disgustoso e la consistenza del fumo e il suo impatto sui polmoni sono un alto prezzo da pagare per essere "toccati" dal Kratom. È, dunque, sconsigliato, anche se alcune tribù del sud est asiatico fumano tradizionalmente Kratom.