Prodotto aggiunto con successo al carrello.
Acquista

Scegliere il vaso delle giuste dimensioni per le vostre piante

Il Vaso Delle Giuste Dimensioni Per Le Piante

Assicurarsi che le proprie bellezze siano poste in un contenitore sicuro e sano è un aspetto importante ma, spesso, sottovalutato. Il tipo di vaso che andrete a scegliere, per dimensioni e tipologia di drenaggio, influenzerà in maniera fondamentale la crescita della vostra Cannabis.

I vasi in commercio sono di tutte le forme e dimensioni, e possono essere realizzati in ogni sorta di materiale. Per molti coltivatori, la scelta del vaso è dettata spesso dal fattore economico e dalla disponibilità al momento dell'acquisto, d'altro canto la Cannabis riesce a crescere praticamente ovunque, purché sia nel pulito!

Ma non tutti i contenitori sono uguali

Ma Non Tutti I Contenitori Sono Uguali

Prima di affrontare il discorso delle giuste dimensioni, diamo un'occhiata a come deve essere fatto il vaso. In circolazione si possono trovare vasi per piante praticamente di tutti i materiali, dal legno alla plastica, dal metallo all'argilla e, talvolta, anche in fibra. Tuttavia, anche se ne esistono di ogni sorta e materiale, non vuol dire che tutti vadano egualmente bene. Ad esempio i vasi in argilla potrebbero creare problemi di umidità nel vostro terriccio, il che vorrebbe dire che avrete bisogno di bagnarlo maggiormente per evitare che si secchi troppo. D'altra parte i vasi in metallo potrebbero arrugginire, oppure assorbire troppo calore dal terreno, favorendo contaminazioni spiacevoli. I contenitori in legno, invece, sono ottimi per la Cannabis, ma spesso sono troppo grandi o troppo costosi, e vengono considerati un lusso per pochi. La scelta più comune, quindi, ricade spesso sulla plastica. I vasi di plastica sono resistenti, puliti, economici e non influiscono negativamente sul calore e sui livelli di umidità del substrato impiegato per la crescita della pianta.

Le dimensioni dei vasi

Le Dimensioni Dei Vasi

Le piante di Cannabis sviluppano radici particolarmente lunghe, ed hanno bisogno di spazio a sufficienza per fiorire bene. Se coltivate Cannabis in un contenitore troppo piccolo, le radici potrebbero annodarsi fra loro, incappando nel fenomeno cosiddetto "Root Bound", minando la crescita della pianta stessa.

Per questo motivo è importantissimo scegliere un vaso delle giuste dimensioni. I vasi di dimensioni medie variano dai 4 ai 14 litri, ovvero lo spazio minimo richiesto. Potreste procurarvi un vaso di dimensioni maggiori, sempre che lo spazio a vostra disposizione lo consenta. Mentre uno spazio di crescita limitato può mettere in pericolo la vostra pianta, troppo spazio non vuol dire per forza ottenere risultati positivi, a meno che la vostra pianta non riesca ad occuparlo tutto. La cosa più importante è assicurarsi che le radici della vostra pianta non comincino ad espandersi a tal punto da uscire dal vaso. In linea generale, vale la regola per cui è bene scegliere un vaso abbastanza grande, ma in grado di essere posto senza problemi all'interno dell'ambiente a propria disposizione per la coltivazione, uno per ciascuna pianta. In questo modo non dovrete assolutamente preoccuparvi che le radici della vostra Cannabis si annodino fra loro, creando un groviglio conosciuto come "Root-Bound".

Per rendere meglio l'idea, eccovi una lista riportante, in via teorica, la quantità IDEALE di spazio necessario per le vostre piante, in base alla loro età.

Avvertenza: Vi raccomandiamo di non allontanarvi troppo dalle dimensioni indicate, dal momento che il rinvaso già di per se stesso è una causa di stress per la Cannabis. Scegliete, invece, il vaso dalle dimensioni più adatte allo sviluppo della vostra pianta nella fase finale del suo ciclo vitale, in base alle dimensioni da essa raggiunte.

  • 0-3 settimane: vasetti per la radicazione
  • 2-6 settimane: vasi da 10cm
  • 6-8 settimane: vasi da 10 litri
  • 2-3 mesi: vasi da 14 litri
  • 3-8 mesi: vasi da 22 litri
  • 8-16 mesi: vasi da 45 litri

Naturalmente queste indicazioni sono fornite in via del tutto teorica, tenendo in considerazione che i vasi dalle dimensioni maggiori non sempre sono pratici, soprattutto quando si coltiva indoor. La Cannabis non necessariamente ha bisogno di un contenitore tanto grande per prosperare e, solitamente, c'è sempre la giusta via di mezzo da poter scegliere. All'aperto la cosa migliore è sempre mantenere le piante direttamente nel terreno, senza alcuna limitazione di spazio.

Tenete separate le piante

L'ideale è sempre avere un contenitore per ciascuna pianta, in modo da evitare che le radici si intreccino e per riuscire a curare meglio ciascun esemplare. Il terriccio di un vaso potrebbe essere contaminato, o troppo umido/secco e, in caso di più piante nel medesimo contenitore, potrebbe significare sofferenza dell'intera piantagione.

Forati o non forati?

Forati O Non Forati?

A meno che non siate assolutamente certi che la vostra Cannabis sta benissimo e che non possiate misurare con certezza matematica la quantità d'acqua che le state dando, la cosa migliore è acquistare un vaso forato sul fondo. In questo modo permetterete lo scolo dell'acqua in eccesso al di fuori del contenitore, diminuendo le possibilità che le radici marciscano, un problema comune in caso di eccessiva irrigazione, o stagnazione dell'acqua nel vostro terriccio. Ponendo i vostri vasi su degli appositi sottovasi, è possibile raccogliere tutta l'acqua in eccesso senza che questa crei danni sul pavimento e, allo stesso tempo, sarete sicuri che le vostre piante non si impregnino troppo di acqua.