Prodotto aggiunto con successo al carrello.
Acquista

Storia della noce di betel

Le prime testimonianze scritte dall'uomo a proposito della noce di betel risalgono al I secolo, quando nelle scritture sanscrite veniva riferito di un frutto dalle 13 qualità paradisiache. Sebbene l'abitudine di masticare noce di betel risalga a migliaia di anni fa, non si sa esattamente quando si sia cominciato a consumare questa noce in combinazione con foglie di betel per godere dei suoi effetti psicoattivi, ma prove archeologiche dimostrano come questo tipo di utilizzo si possa far risalire almeno a 4000 anni fa.

Oggi, il suo uso tradizionale varia da cultura a cultura. In Vietnam, la noce di betel è un importante simbolo di matrimonio. In Malesia, è vista come un modo di accogliere le persone nella propria casa, offrendo agli ospiti noce e foglie, così come ad un ospite potrebbe essere offerta una bibita in una normale abitazione occidentale. L'uso della noce di betel in India può essere fatto risalire al periodo pre-Vedico dell'Impero di Harappa. Era considerata un'abitudine regale, laddove il re era solito muoversi scortato da un assistente sempre provvisto di noce e foglie da fornirgli ogni qual volta il reggente manifestasse desiderio di masticare.

Questi sono solo alcuni esempi, la noce di betel ha una lunga e ricca storia alle spalle, ha attraversato tutta l'Asia, assumendo ogni volta un significato diverso, a seconda della cultura di riferimento.

Noce di Betel