Product successfully added to your shopping cart.
Check out

La leggenda del tacchino

Una leggenda popolare sostiene che mangiare cibi ricchi di Triptofano aiuta a conciliare il sonno. Questa leggenda è anche conosciuta come "il mito del tacchino". Tuttavia, c'è da fare un'importante distinzione: è vero che mangiare cibi ricchi di Triptofano contribuisce a fornire all'organismo tutte le sostanze necessarie per produrre alte concentrazioni di serotonina e melatonina che, a loro volta, contribuiscono a regolare e a migliorare lo stato di salute e il sonno naturale. Tuttavia, i livelli rilasciati da questi alimenti non saranno mai sufficienti ad indurre uno stato di sonnolenza apprezzabile.

Questo mito nasce da alcune considerazioni rilasciate dal popolo americano, in relazione agli abbondanti pranzi a base di tacchino imbanditi per il giorno del ringraziamento. Sovente, dopo festeggiamenti di questo calibro, si avvertono forti sensazioni di sonnolenza, quasi letargiche. È opinione diffusa che ciò sia direttamente legato all'alto contenuto di Triptofano nelle carni di tacchino. Tuttavia, pare che questa sensazione di sonnolenza sia più che altro il risultato di una festa culinariamente molto abbondante. Ingerire grandi quantitativi di cibo poco digeribile, accompagnato dal consumo d'alcool, tende a concentrare tutta l'attività sanguigna sull'apparato digerente.

Il Triptofano per risultare efficace e indurre, quindi, sonnolenza, deve essere assunto sotto forma di integratore puro, a stomaco vuoto. Se è presente in combinazione con altre eventuali proteine ed amminoacidi non è in grado di indurre sonnolenza. È per questo motivo che le persone interessate a conciliare il sonno dovrebbero assumere questo integratore nella sua forma più pura (l'ideale sarebbe ingerirlo pochi istanti prima di andare a letto).

I motivi sono piuttosto semplici: quando il Triptofano è assunto assieme ad altri alimenti entra in competizione con tutti gli altri amminoacidi e nutrienti che verranno assorbiti dall'organismo. Ciò significa che solo una piccola parte di Triptofano verrà sfruttato e trasformato in serotonina e melatonina. Invece, quando viene assunto a stomaco vuoto, sotto forma di integratore, tutti i suoi concorrenti vengono meno e, quindi, la produzione di melatonina viene avviata senza ostacoli, inducendo profonde sensazioni di sonnolenza.

Bisogna qundi considerare che: pollo, formaggio e molti altri alimenti consumati quotidianamente contengono elevate concentrazioni di Triptofano, esattamente come il tacchino. Tuttavia, questi non saranno mai capaci di indurre sensazioni di sonnolenza nella fase post-prandiale, perchè la presenza di altri amminoacidi assimilabili riduce l'assimilazione di Triptofano da parte dell'organismo.

Può sembrare sorprendente, ma i cibi ricchi di carboidrati, contenenti Triptofano, sono la migliore fonte alimentare di questo amminoacido. Ciò è dovuto al fatto che i carboidrati stimolano il pancreas, che a sua volta rilascia insulina nel flusso sanguigno. Grazie a questo processo, i "normali" amminoacidi abbandonano il flusso sanguigno e passano direttamente ai tessuti muscolari, mentre il Triptofano sarà libero di circolare fino a raggiungere il cervello.

 

Zamnesia