Product successfully added to your shopping cart.
Check out

Il Sacro Giglio Blu

Blue Lily

Il giglio blu, o giglio egiziano (Nymphaea caerulea), è una graziosa pianta psicoattiva, usata nel corso di migliaia di anni come rilassante e afrodisiaco, dalle proprietà leggermente psichedeliche. Viene spesso confuso con il loto sacro (Nelumbo nucifera), anche se la loro provenienza differisce per zona geografica.

Il giglio blu si pensa che provenga dall'Egitto e da altre zone del Nord Africa, dove si può facilmente incontrare lungo le sponde del fiume Nilo. Dopo la sua scoperta si diffuse anche in altre aree geografiche e, oggi, è piuttosto comune trovare esemplari nelle zone più selvagge dell'India meridionale e in alcune parti dell'Asia, tra cui la Tailandia.

Si pensa che questa pianta abbia giocato un ruolo centrale nella cultura degli antichi egizi. Il giglio blu si trova raffigurato in molti dei geroglifici più conosciuti (ne sono state trovate le tracce addirittura nella tomba di Tutankhamun). Gli effetti psichedelici della pianta suggeriscono che fosse utilizzata in rituali religiosi (prove archeologiche confermerebbero questo tipo di uso). Inoltre, il giglio è stato spesso raffigurato vicino a bottiglie di vino, il che suggerisce che gli egiziani fermentassero una miscela di vino e giglio blu. Effettivamente, le sue qualità afrodisiache ed euforiche potrebbero accompagnare molto bene gli effetti indotti dall'alcool.

La confusione che circonda il giglio blu nasce dai termini usati nell'ambito commerciale, dove è sempre stato usato sia il termine loto che giglio, a seconda dei mercati di provenienza. In realtà le piante hanno un aspetto nettamente diverso, ma è vero che condividono alcuni componenti chimici attivi: la nuciferina. Il giglio blu è un cosiddetto giglio d'acqua, che cresce e sviluppa fiori con petali azzurri e dorati nella parte centrale della corolla. Esistono diverse variazioni di questa pianta con petali più bianchi, viola, viola chiaro o rosa. I petali del giglio blu hanno una forma lanceolata, mentre il fiore in sé può arrivare a crescere fino a 10-15cm di diametro. Cresce piuttosto slanciato, con la superficie delle foglie abbastanza arrotondata, foglie che possono arrivare a crescere fino a 25-40cm, presentando un incavo all'altezza del picciolo.

Ci sono molte testimonianze scritte su libri di letteratura in cui si narra il suo comportamento vegetativo in natura. Tuttavia, studi botanici ne hanno negato la veridicità. Infatti, in passato, si credeva che questa pianta fosse in grado di spingere i fiori fuori dall'acqua all'alba, per poi sommergerli nuovamente in acqua durante la notte. Questo è un errore ripetutamente fatto nei secoli passati. Il giglio blu cresce e sviluppa fiori che, quando nascono, emergono sulla superficie dell'acqua e si aprono (verso le nove del mattino), per poi richiudersi a metà pomeriggio (verso le tre del pomeriggio). Una volta che i fiori di giglio sono emersi sulla superficie dell'acqua non tornano più a sommergersi, come si pensava in passato.

 

Zamnesia

Giglio Blu