Product successfully added to your shopping cart.
Check out

TERENCE MCKENNA

Terence McKenna

 

Terence Kemp McKenna nacque il 16 Novembre 1946 a Paonia, in Colorado (USA), città del carbone e dei bovini dove fu cresciuto dal padre, un commesso viaggiatore cattolico irlandese, e da sua madre, una casalinga scozzese episcopale. Molti anni dopo, durante un'intervista, lui disse: "Mia madre fu un'eccezionale persona e io davvero non capisco perché (...): non ricevette un'educazione collegiale, ma era dotata di un ampio vocabolario ed un'ammirazione per la musica classica e la buona letteratura", e fu grazie a ciò che lui imparò a memoria alcuni passaggi letterari di James Joyce e della "Psicologia ed Alchimia" di Carl Jung. Fu suo zio ad introdurlo alla geologia, da cui egli sviluppò quella che, per sua stessa definizione, fu la "sua prima ossessione": la caccia solitaria ai fossili nei ruscelli vicino a casa sua. Questo, unito alla sua fervida immaginazione, gli permise di sviluppare un approccio profondamente artistico e scientifico della natura.

Nel 1962, all'età di 16 anni, lui e la sua famiglia si mossero verso Los Altos, in California, dove terminò i suoi studi al liceo di Lancaster. Secondo Terence, fece la sua conoscenza dell'erba poco dopo il suo diciassettesimo compleanno, nel 1963, ed iniziò, dunque, a fumare regolarmente. Lo stesso anno scoprì il mondo della letteratura psichedelica attraverso "The Doors of Perception" (Le porte della percezione) e "Heaven and Hell" (Paradiso e Inferno) di Aldous Huxley. Nel 1965, Terence si iscrisse all'Università di Berkley, in California, per studiare Storia dell'arte. Nell'estate del 1966, visse accanto all' "appartamento di uno strano ragazzo, con le finestre oscurate e le lampadine dipinte di rosso. Si sedeva in giro con la sua chitarra, suonando tutto il giorno gli accordi di 'Freight Train'". Questo ragazzo divenne la sua guida alla scoperta del mondo dell'acido: si chiamava Barry Melton, prima chitarra dei Country Joe and the Fish. La prima esperienza psichedelica di Terence fu, secondo la sua testimonianza, di una "qualità che non si ripeté mai più" e lui si trovò a "rimbalzare tra lacrime di sgomento e lacrime di ilarità per circa un'ora". Nel 1967, durante il suo periodo al college, scoprì la religione locale tibetana e iniziò a studiarla. Fu così che giunse a studiare lo sciamanesimo, che descrive come la sua "fase dell'oppio e della kabbala". Lo stesso anno si recò in viaggio a Gerusalemme, dove incontrò la sua futura moglie, Kathleen Harrison. Nel 1969 i suoi "interessi per la pittura tibetana e per lo sciamanesimo allucinogeno" crebbero a tal punto da spingerlo fino in Nepal, dove studiò il linguaggio tibetano. Tentò, inoltre, la fortuna come contrabbandiere di hashish, ma quando una delle sue spedizioni fu bloccata dalle autorità doganali statunitensi, fu costretto alla fuga ed iniziò il suo girovagare per il Sud Est asiatico, dove visitò rovine, collezionò farfalle in Indonesia e lavorò pure come insegnante di inglese a Tokyo. Dopo tutte queste vicissitudini ad Oriente, fece ritorno a Berkley per riprendere gli studi in biologia, quello che lui chiamava il suo "primo amore".

Nel 1971 aveva quasi terminato gli studi e, dopo la morte della madre per un cancro, lui insieme al fratello più giovane Dennis e a tre amici si recò in missione nell'Amazzonia colombiana, alla ricerca di una pianta denominata Oo-koo-hé che, si supponeva, avrebbe dovuto contenere Dimethyltryptamine (DMT). Ma invece dell'Oo-koo-hé scoprirono l'uso delle varie miscele come l'Ayahuasca o Yagé e i funghi della specie Psilocybe cubensis. Durante queste esperienze Terence si legò sentimentalmente alla sua interprete, Ev. Questi "funghi magici" divennero presto il nuovo obiettivo principale della spedizione e, a La Chorrera, lui e suo fratello furono soggetti di un'auto sperimentazione che, stando ad una intervista rilasciata da Terence successivamente, "lo mise in contatto con 'Logos', una voce divina ed illuminante che fece delle rivelazioni". Nel 1972 rientrò a Berkley e sviluppò tecniche di coltivazione di funghi di psilocibina, mentre portava avanti i suoi studi nel Corso di Laurea in Ecologia e conservazione. Si laureò nel 1975 e si accasò con la sua compagna Ev, ma dopo quell'anno avviò una relazione con la ragazza conosciuta a Gerusalemme quattro anni prima, Kathleen Harrison, e scrisse il suo primo libro (di cui Dennis fu co-autore), "The Invisible Landscape". Questo testo si ispirava alla loro esperienza in Amazzonia. Il secondo librò seguì nel 1976 e fu intitolato "Psilocybin".

All'inizio degli anni '80, Terence cominciò ad articolare il suo pensiero in merito alle droghe psichedeliche ed alla realtà virtuale e, durante un weekend di workshop sul caso, sottolineò più volte l'importanza e il primato dell'esperienza da lui vissuta, contraria al dogma. Nel 1985, lui e sua moglie fondarono la Botanical Dimensions, un'organizzazione no profit per la conservazione etno-botanica nelle Hawaii. Fra i suoi colleghi comparvero il matematico del Caos Ralph Abraham e il biologo Rupert Sheldrake, con cui Terence condusse diversi dibattiti pubblici a partire dai tardi anni '80. Durante una delle sue apparizioni pubbliche, Timothy Leary lo introdusse come "uno dei cinque o sei personaggi più importanti del pianeta".

Nel 1992 lui e Kathleen ruppero e divorziarono. Lo stesso anno pubblicò due libri che divennero un punto di riferimento per controcultura popolare. Entrambi i libri, unitamente alle sue performance verbali tenute ai rave, con cui contribuì alla realizzazione di album psichedelici e di trance goa, hanno contribuito ad elevare la sua fama anche sulla scena dance/rave: "Food of the Gods" (Il cibo degli Dei) è una storia radicale sulla relazione tra piante psichedeliche ed evoluzione della conoscenza; "The Archaic Revival" (La rinascita arcaica) è una collezione di suoi articoli e discorsi tratti da diverse riviste e letture.
Terence condusse studi anche sull'uso di piante enteogene, psichedeliche, metafisiche e su altri argomenti come lo sciamanesimo, il linguaggio, i tempi della storia e della civilizzazione e, ancora, sulle origini teoretiche della conoscenza umana, la sua teoria della "Stoned Ape". A quell'epoca trascorreva il suo tempo tra le colline ricoperte di sequoie di Sonoma County, in California, e le Hawaii, ma nel 1999 iniziò a soffrire di sempre crescenti e dolorosi attacchi di emicrania e, perciò, fece ritorno alla sua casa sulla grande isola delle Hawaii. Dopo tre episodi di convulsioni cerebrali in una sola notte fu trasportato all'ospedale dove gli fu diagnosticato un Glioblastoma multiforme e fu sottoposto a numerosi trattamenti durante i mesi successivi. Verso la fine del 1999, Erik Davis condusse quella che sarebbe stata l'ultima intervista con Terence. Durante quell'intervista lui affrontò anche l'argomento della sua morte e, per citare le sue parole, disse: "Ho sempre pensato che la morte sarebbe arrivata in autostrada, in pochi istanti terrificanti, senza darti il tempo di risolvere la questione. Avere mesi e mesi per valutare le cose e rifletterci e parlarne con le persone, ed ascoltare cosa loro hanno da dire in proposito, è una sorta di benedizione. E`sicuramente un'occasione per crescere, darsi una calmata e risolvere le questioni. Quando ti è appena stato detto da un fanciullo in camice bianco e senza sorriso che ti rimangono solo più quattro mesi di vita le luci si accendono improvvisamente... ciò rende la vita ricca e pungente. Quando era appena successo, e avevo ricevuto una simile diagnosi, potei vedere la luce dell'eternità, alla William Blake, brillare attraverso ogni foglia. Voglio dire, un insetto che camminava per terra mi commosse fino alle lacrime".

McKenna è morto troppo giovane, il 3 Aprile 2000, all'età di soli 53 anni, con i suoi cari al fianco. Lasciò sua figlia Klea, suo figlio Finn e suo fratello Dennis.

 


Zamnesia