Come Usare I Funghetti Magici Per Cucinare

Pubblicato :
Categorie : BlogCome si faFunghi MagiciRicette

Come Usare I Funghetti Magici Per Cucinare


Se non andate pazzi per il sapore dei Funghetti Magici – come la maggior parte di noi – potreste provare ad usarli come ingrediente di un piatto caldo e saporito. Continuate a leggere per saperne di più sull'impiego dei funghetti in cucina.

I “funghetti magici” sono dei tipi di funghi dotati di proprietà psichedeliche. Inducono uno “sballo” molto intenso, come se vi stessero mettendo in connessione con i più reconditi meccanismi del cervello. Vengono spesso adoperati per esperienze emotive, durante le quali scavano tutto ciò che si trova in profondità e lo portano in superficie.

Sarà meglio per voi essere prudenti, per quanto riguarda sia il vostro attuale stato d'animo, sia l'ambiente che vi circonda. Si raccomanda un ambiente sicuro, tranquillo, e silenzioso. Non commettete l'errore di prendere i funghetti e andare in posti come un parco di divertimenti – come un certo scrittore di Zamnesia potrebbe aver fatto... o no.

Il gusto amaro dei funghetti magici può per qualcuno essere molto sgradevole. Una soluzione ovvia è quella di trovare una maniera di cucinarli per un piatto, come si farebbe con dei funghi normali. Ecco la nostra guida per riuscire a farlo senza sacrificare la potenza dei funghetti.

IN CHE MODO LA COTTURA ALTERA LA POTENZA?

IN CHE MODO LA COTTURA ALTERA LA POTENZA?

Le regole del gioco le fa la psilocibina. Questa è la componente psicoattiva dei funghetti magici che ci interessa di più. Ti sei mai chiesto se cucinare e scaldare i funghi con la psilocibina diminuisca il loro effetto magico?

Considerando che vengono spesso infusi in tè psicoattivi, potresti assumere che riscaldare i funghi fino a circa sotto i 100ºC sia una cosa accettabile da fare quando si cucinano. Per fare il tè, l'acqua viene fatta prima bollire e dopo lasciata solo a sobbollire. Vengono poi aggiunti i funghi magici e vengono lasciati in infusione per 10-15 minuti. La buona notizia è che non diminuisce la potenza della psilocibina. Tuttavia, c'è un altro composto chimico in questi funghi che ha un nome simile: la psilocina.

In alcune varietà di funghetti magici, come i Psilocybe cyanescens, l'equilibrio pende più verso la psilocina; e la psilocina perde potenza se passa troppo tempo in acqua bollente. Meglio perciò ricercare quante più informazioni possibile sulla varietà di funghetti di cui disponete, e prepararli di conseguenza. Questo consiglio vale anche per i tartufi magici.

TROVARE GLI INGREDIENTI GIUSTI

Cucinare un piatto con i funghetti magici

Se i vostri funghetti possono venir integrati nella preparazione di una ricetta, perché allora non approfittare dell'opportunità? Cucinare un piatto con i funghetti magici trasforma quel sapore amaro in una prelibatezza.

E può anche diffondere l'olio psicoattivo, dai funghetti a tutto il pasto, come accade con i commestibili cannabici. Perfino aggiungere i funghetti come ingredienti di una pizza o un sandwich, può essere un modo delizioso di prenderli. Potete anche prepararli in un'insalata, o in un potente pesto. Si sposano bene anche con fave di cacao organiche pure.

Naturalmente, potete sempre accompagnare i vostri funghetti psichedelici con altre varietà di funghi. Vi piacciono i porcini o i portobello? Gli shiitake? I cremini? I buoni vecchi champignon? Esistono deliziose varietà di funghi culinari, il cui sapore coprirà quello dei funghetti magici.

Se seguite una ricetta che già prevede l'uso di funghi, potete sostituirvi il dosaggio di funghetti appropriato. Siate creativi. Pensate ad un'omelette, uno sformato, o un piatto di pasta, che siano buonissimi ma che anche vi procurino il più bel viaggio della vostra vita. Le possibilità sono infinite. Per darvi un esempio pratico, cercheremo ora di conquistarvi con una ricetta di risotto ai funghetti magici. Ma prima di tutto, ci sono alcuni passi essenziali da compiere per preparare il vostro trip di funghetti.

NOTIZIA CORRELATA
Cibi Che Possono Causare Allucinazioni

Il cibo può scatenare ogni tipo di emozione. Oltre alla sensazione di soddisfazione dopo averci riempito lo stomaco, alcuni cibi possono...

IL “QUANDO” CI SI FA IL TRIP È DI VITALE IMPORTANZA

IL “QUANDO” CI SI FA IL TRIP È DI VITALE IMPORTANZA

Ricordate l'avvertimento a non andare ad un parco di divertimenti sotto funghetti? Quell'ipotetico scrittore di Zamnesia, dopo averlo fatto, potrebbe aver passato una cattiva giornata fra vomiti e ansia. Se ciò fosse accaduto, lo si potrebbe descrivere come “bad trip”, o “cattivo viaggio”. E potrebbe essere pure peggio, con l'aggiunta di impressionanti allucinazioni.

Il “viaggio” psicologico/spirituale/emotivo che costituisce un “trip” dovrebbe essere compiuto in un ambiente comodo e sereno. Sarà meglio che riduciate al minimo gli stimoli sensoriali, perché state per entrare in una condizione di grande sensibilità.

Di fatto, sarà anche consigliabile che abbiate con voi una persona di fiducia che rimane sobria mentre voi fate l'esperienza del trip – una sorta di “trip sitter”. Il suo ruolo sarà quello di controllare che non facciate niente di pericoloso se state allucinando, e darvi assistenza se doveste sentire panico.

L'esperienza può essere intensa, ma quella persona sarà lì con voi per ricordarvi che si tratta solo di una reazione chimica nel vostro cervello, e che passerà. La casa è l'ambiente migliore, anche se un bosco tranquillo è considerato comunemente un luogo piacevole per trascorrervi l'esperienza. In questo caso, avrete decisamente bisogno di un/a “trip-sitter” che vi possa riportare a casa.

CALCOLARE IL GIUSTO DOSAGGIO

Funghi Magici: CALCOLARE IL GIUSTO DOSAGGIO

Per definizione, qualunque cosa, se presa in dosi eccessive, fa male. E prendere una dose eccessiva di funghetti è davvero, ma proprio davvero, una pessima idea. È dunque importante che nella vostra ricetta non ne mettiate troppi. Ma quanti sono “troppi”? Purtroppo, dipende, e va stabilito caso per caso; dipende cioè dal contesto della vostra salute fisica e mentale, compresi gli eventuali farmaci che state assumendo.

Dipende anche, in grande misura, dalla varietà che state usando. A seconda della varietà, basta appena un grammo per spedire la vostra mente attraverso una stravagante esperienza allucinatoria. E se i vostri funghetti o tartufi sono secchi, saranno allora più potenti anche in piccole quantità, rispetto all'equivalente in funghi freschi.

Vi raccomandiamo di cominciare con piccole dosi, in modo da prendere abitudine all'esperienza. Se per esempio state cucinando con i tartufi magici, 12 grammi di tartufi freschi, o 4 grammi di tartufi secchi, sono una buona dose per i principianti. Il contrasto è ancora più marcato nel caso dei funghetti: 8 grammi di funghetti freschi è una dose leggera, ma se si tratta di funghetti secchi, dovreste usarne una decima parte; ovvero, 0,8 grammi di funghetti secchi rappresentano una dose sicura per cominciare. Se siete in dubbio, consultate il nostro Calcolatore di Dosaggio per Funghetti Magici. Con questo potrete calcolare la dose media per avere un viaggio lieve, normale, o forte, a seconda che stiate usando tartufi o funghetti, secchi o freschi, e il “peso” di fattori personali.

Top 10 Magic MushroomsVedere i Kit di Funghi Allucinogeni

REIDRATARLI PER LA COTTURA

La potenza dei funghetti secchi non deve essere presa alla leggera. È anche un motivo per avere del liquido in cui le sostanze psicoattive possono spargersi. Potete reidratare i vostri funghetti per ammorbidirli e prepararli secondo la vostra ricetta. Quanto più calda l'acqua che usate, tanta più psilocibina verrà estratta e passerà nell'acqua. Lasciale riposare per 10-15 minuti, fino a che si saranno espansi e dilatati.

Ai fini della nostra ricetta di risotto ai funghetti magici, dovete portare a ebollizione del brodo vegetale, e poi toglierlo dalla fonte di calore. Vi aggiungerete quindi i funghetti, lasciandoveli a bagno per 15 minuti. Dopo di che, separate i funghetti dal brodo, tagliuzzateli, ed a questo punto possiamo cominciare a preparare un fantastico piatto psichedelico.

PREPARAZIONE DEL RISOTTO AI FUNGHETTI MAGICI

PREPARAZIONE DEL RISOTTO AI FUNGHETTI MAGICI

INGREDIENTI

  • 4 tazze di brodo vegetale
  • Il vostro corretto dosaggio di funghetti/tartufi magici, tagliati a pezzetti
  • ½ tazza di altri funghi culinari, tagliati a pezzetti
  • 2 cucchiai di olio d'oliva
  • 2 cucchiai di cipollotti tagliuzzati
  • 1 cipolla tritata
  • 2 spicchi d'aglio tritati
  • 2 tazze di riso Arborio
  • ½ tazza di vino bianco secco
  • ½ tazza di panna
  • 3 cucchiai di formaggio fresco grattugiato (parmigiano, o qualunque buon formaggio riusciate a trovare)
  • Condimento leggero di sale e pepe

ISTRUZIONI

  1. Scaldate l'olio in una padella. Aggiungete cipolla e aglio e saltate per 2-3 minuti.
  2. Versate il riso in quest'olio e rimescolate, versando gradualmente il vino mentre soffrigge. Continuate a rigirare mentre aggiungete tutti i funghi e il brodo vegetale. Quest'ultimo non deve essere aggiunto tutto in una volta; anzi la ricetta guadagnerà in armonia se lo aggiungete gradualmente.
  3. Continuate a rimescolare, fino a che il riso e i funghi saranno turgidi per l'assorbimento di tutto il liquido.
  4. Aggiungete quindi sale, pepe, cipollotti e panna. Potete aggiungere anche il formaggio a questo punto, o farlo gratinare in cima dopo la cottura.

Saprete che la cottura è completa quando il riso è gonfio e tenero. Ed eccolo qua – una maniera altamente gradevole e di gran classe per prendere i funghetti. Tanti auguri di un viaggio sano e felice!

Val Watts

Scritto da: Val Watts
Val Watts non ha talento a sufficienza per essere Reggie Watts e non è Zen abbastanza per essere Alan Watts. Ma fa ciò che può scrivendo di cannabis dall'Emerald Isle. Spera che un giorno la Pianta sarà accettata dovunque; nel frattempo, ama studiarla e andare nei posti dove è già una realtà.

Scopri i nostri scrittori

Relativi Prodotti