10 Spuntini Sani per Soddisfare la Fame Chimica

Pubblicato :
Categorie : BlogCannabis

10 Spuntini Sani per Soddisfare la Fame Chimica

Siete succubi della fame chimica? Resistete alla tentazione di abbuffarvi con cibo spazzatura e provate i nostri 10 spuntini più sani.

Gli scienziati hanno iniziato ad esaminare i meccanismi che potrebbero nascondersi dietro la "fame chimica", quell'irresistibile senso di fame vorace capace di far ingurgitare qualsiasi cosa in qualsiasi momento. Il THC contenuto nella Cannabis si lega ai recettori del nostro sistema endocannabinoide, distribuiti in diverse parti del corpo, alterando gli equilibri interni. I cannabinoidi tendono a stimolare il rilascio di dopamina nel nostro organismo, stimolando l'appetito.

5 varietà di cannabis che provocano la fame chimica

Il desiderio di mangiare può essere piacevole e divertente se siamo capaci di evitare le abbuffate di "cibi-spazzatura". Cercate, quindi, di godervi i momenti di fame chimica assaporando qualcosa di buono e sano. Ecco alcuni esempi per realizzare spuntini deliziosi ad alto valore nutrizionale e poveri in grassi e zuccheri.

VERDURA TAGLIATA A STRISCE

La verdura tagliata a strisce è il modo più rapido e sano di soddisfare la vostra vorace fame chimica. Allora perché non sgranocchiare qualche buona verdura invece di tuffarsi subito nello "scomparto dolci" per abbuffarsi di merendine e cioccolato? Tenete sempre in casa una scorta di verdure fresche, surgelate o in scatola: carote, peperoni, sedano o qualsiasi altra verdura vi possa piacere cruda. In commercio si possono trovare diverse salse per accompagnare il cosiddetto pinzimonio, oppure se ne può fare una a proprio piacimento. Potete mescolare in una tazzina d'olio d'oliva un po' d'aglio tritato, peperoncino, timo e altre erbe di vostro gradimento. Ed ecco servita una salsa per pinzimonio semplice e piccante.

HUMMUS

L'hummus si diffuse dal Nord Africa e Medio Oriente in tutto il mondo grazie alla perfetta miscela di purea di ceci, o altri legumi, con olio di oliva, tahin, limone, sale e aglio. Si tratta di una gustosa e sana salsa che accompagna molto bene pane pita o altri piatti africani e orientali. È sufficiente riscaldare il pane pita in forno o in padella con un goccio di olio d'oliva ed immergerlo nella ciotola con hummus. L'hummus contiene proteine, mentre il pane pita carboidrati. Potete aggiungere qualche vitamina mettendo un po' di verdura fresca nel panino di pane pita e vi assicurerete di soddisfare la fame chimica con un pasto completo.

POPCORN

I popcorn sono il classico spuntino da "sbrano". Le loro caratteristiche forme e la loro capacità di trattenere il sale sono una leccornia apprezzata da diverse generazioni. Sono estremamente facili da fare. Basta scaldare i popcorn con un filo d'olio in una padella ed aggiungere un po' di sale o qualsiasi altro ingrediente in polvere di vostro gradimento, come peperoncino, curry e erbe aromatiche.

UVA

L'uva e la Cannabis condividono alcuni sapori delicati e dolciastri. Esistono addirittura varietà di marijuana con sapore d'uva. Oltre a queste genetiche di marijuana molto apprezzate dai fumatori, l'uva può essere un ottimo alimento per accompagnare momenti di relax e per combattere eventuali attacchi di fame chimica. L'uva, inoltre, rinfresca la bocca e apporta acqua e minerali all'organismo. Oltre all'uva, esistono molte altre bacche altrettanto buone da mangiare sotto gli effetti della Cannabis. Le bacche possono essere poi mescolate con cereali e yogurt, ottenendo una tazza super energetica di cibo "anti-sbrano".

MANGO

Il mango viene spesso usato per realizzare confetture, sottaceti, contorni, succhi di frutta o gelati. Può essere consumato crudo con salse o creme. Questo frutto tropicale contiene molte vitamine e sostanze fitochimiche dagli effetti potenzialmente benefici. Alcune di queste sono simili a quelle contenute nella pianta di Cannabis. Queste due specie vegetali, infatti, hanno profili terpenici simili e complementari. Mangiare mango può aumentare realmente gli effetti della Cannabis sul nostro cervello e corpo. Altrimenti, potete semplicemente aggiungere pezzi di mango agli spuntini "anti-sbrano" precedentemente descritti.

FRUTTA SECCA

La frutta secca è stata sgranocchiata per generazioni, quasi come i popcorn. È capace di soddisfare una persona in preda alla fame chimica da sola o mescolata con frutta fresca e creme. Mandorle, arachidi, noci pecan, pistacchi, noccioline, noci di macadamia, pinoli e noci normali offrono tutti una fonte di alimento ricca in vitamine, minerali, grassi buoni e antiossidanti. Mangiateli crudi e non tostati. Sono poveri di carboidrati e zuccheri e hanno proprietà benefiche nei confronti delle malattie cardiache. Anche i semi di Cannabis possono essere considerati frutti secchi e sono tra i migliori. Potete cospargere le vostre insalate, pizze e salse con semi di canapa biologica.

MISCELE DI FRUTTA SECCA

Queste miscele possono contenere diversa frutta disidratata, noci, mandorle e, a volte, anche cioccolato. Sono facili da realizzare e da conservare ed apportano un'ottima spinta d'energia. Tuttavia, quando si aggiunge cioccolato o altri ingredienti dolci allora può diventare un alimento fin troppo energetico, con il conseguente rischio di prendere qualche chilo di troppo.

YOGURT GRECO

Tutti quelli che tornano dalle vacanze in Grecia ricordano con affetto le tazze colme di yogurt greco. Si tratta di uno yogurt più denso di quello a cui siamo abituati. Contiene meno carboidrati e zuccheri, ma più proteine. Contiene vitamina B12 e una grande varietà di microrganismi probiotici molto benefici per il nostro intestino. Una ciotola di yogurt greco è la base perfetta da condire con noci, cereali e tutta la frutta più di vostro gradimento. Può inoltre essere usato per preparare snack salati o dolci. Mangiatene senza esagerare. Tra l'altro, questo antico alimento fu inventato in Bulgaria. I nostri antenati hanno forse pensato che la scritta "Yogurt Bulgaro" non potesse risultare abbastanza attraente sugli scaffali dei nostri supermercati?

MUESLI

È sempre piacevole fare colazione con cereali, granola, muesli o qualsiasi altro cereale croccante e tostato, confezionati in divertenti scatole colorate da rovesciare sopra tazze di latte o semplicemente da sgranocchiare con le mani. Questi tipi di cereali potrebbero, però, contenere alte concentrazioni di zucchero, diventando molto calorici. Si tratta comunque di uno spuntino molto più sano di qualsiasi altra spazzatura industriale. Ci teniamo però a ricordarvi che un alimento ricco in zuccheri non dev'essere preso come il principale spuntino da fame chimica.

CIOCCOLATO FONDENTE

Il cioccolato fondente è uno degli alimenti più psicoattivi e deliziosi che una persona possa mangiare in uno spuntino o ogniqualvolta abbia bisogno di recuperare energie perse per fatica e stress. Il cacao contiene cannabinoidi ed altre sostanze chimiche che aiutano il nostro cervello ad essere più felice e a vivere più a lungo. Cercate di comprare cioccolato con alte percentuali di cacao: almeno il 70%. L'85% sarebbe perfetto, ma volendo ce ne sono anche di più puri. Confrontate i diversi sapori del cioccolato fondente quando siete colti da una forte fame chimica, provando le concentrazioni più alte di cacao e vedrete che non vorrete più tornare al dolce cioccolato al latte. Ricordatevi che a minori percentuali di cacao nel cioccolato corrispondono più ingredienti a base di grassi e zuccheri.

 

         
  Guest Writer  

Redattore Ospite
Di tanto in tanto, abbiamo l'occasione di collaborare con redattori ospiti qui a Zamnesia. Si tratta di persone provenienti dagli ambienti più diversi, il che rende inestimabili la loro conoscenza ed esperienza.

 
 
      Scopri i nostri scrittori  

Provocano la fame varietà