Come Fare Il Topping Alle Tue Piante Di Cannabis

Cimatura Della Cannabis: Tutto Quello Che C'è Da Sapere

Il topping (o "cimatura") è una tecnica che i coltivatori di cannabis utilizzano per aumentare i raccolti. Il processo è piuttosto semplice e non troppo elaborato. Il topping consiste nel tagliare la parte superiore di una pianta durante la fase vegetativa per incoraggiarla a crescere lateralmente. Tagliare parte della tua pianta potrebbe sembrare una cosa strana da fare, ma nel lungo periodo questo produce grandi rese, e di grande qualità.

Se lasciate a se stesse, le piante di cannabis crescono prevalentemente in verticale, con un ramo principale e una cima alla quale viene fornita la maggior parte dell'energia. Le piante sottoposte a topping possiedono invece diversi rami principali e cime più grandi. Il topping forza le piante a ridistribuire gli ormoni della crescita in modo più uniforme, producendo un tappeto di fiori più uniforme e voluminoso. La struttura aperta che risulta dal topping consente anche ai siti di fioritura di ricevere uguali quantità di luce, invece di essere messi in ombra dalla cola principale e dalle foglie a ventaglio di una pianta che cresce in verticale.

La cosa interessante è che il processo è ripetibile, quindi si possono sviluppare 4, 8, 16 o persino 32 cime. Con un po' di esperienza, anche un coltivatore alle prime armi può imparare a regola d'arte la tecnica della cimatura, ottenendo risultati professionali.

Alla fine di questa semplice guida, avrete le conoscenze di base per fare pratica su qualche vostra pianta in giardino. È sempre meglio fare delle prove su una o due piante, prima di applicarsi sull'intera piantagione d'erba. E non vi preoccupate se provocate un disastro tentando di eseguire la cimatura. Potete consultare le nostre Guide Alla Coltivazione sulle tecniche LST e FIM per risolvere la situazione.

NOTIZIA CORRELATA
Fimming Cannabis: Tutto Quello Che C'è Da Sapere

Alcune tecniche colturali atte ad aumentare le rese richiedono estrema precisione e tempo, come la tecnica FIM che consente di ottenere cime enormi.

VANTAGGI DELLA CIMATURA

VANTAGGI DELLA CIMATURA

Il vantaggio numero uno della cimatura sulle piante di cannabis è l'immenso potenziale di produttività che questa tecnica mette a disposizione. A confronto con la marijuana lasciata crescere naturalmente, le piante di cannabis su cui è stata eseguita la cimatura producono rese più abbondanti, nove volte su dieci.

La cimatura può essere combinata con tecniche di Lollipopping e ScrOG, per produrre enormi raccolti di cime di prima qualità. In alternativa, le piante che sono state cimate vengono sottoposte alla tecnica del "4 way LST". Quest'ultima può essere combinata anch'essa con tecniche ScrOG per ottenere raccolti altrettanto abbondanti.

Il vantaggio secondario della cimatura è che favorisce lo sviluppo di una chioma regolare. Le piante su cui è stata eseguita la cimatura riempiono tutti gli spazi di crescita laterali. Invece di sviluppare in verticale, si concentrano sulla crescita laterale e formano nuove cime. La cimatura comunque non frena completamente lo sviluppo verticale della pianta, soprattutto non sulle varietà sativa molto alte. Piuttosto, la cimatura rallenta la crescita verso l'alto, permettendo ai rami laterali di raggiungere la stessa altezza mentre due nuove cime si formano sull'estremità superiore.

SVANTAGGI DELLA CIMATURA

SVANTAGGI DELLA CIMATURA

La cimatura provoca una ferita aperta sulla pianta. Le condizioni ambientali devono essere perfette, e non devono essere presenti muffe, parassiti o altri agenti patogeni, altrimenti potrebbero arrivare dei guai nella piantagione. Qualsiasi tipo di stress è nocivo per le piante di cannabis. La cimatura può diventare un invito a nozze per funghi e altri organismi dannosi.

In generale i vantaggi della cimatura superano di gran lunga i potenziali lati negativi. La cimatura delle piante di cannabis, eseguita in un ambiente di coltivazione ideale, non dovrebbe presentare problemi. Si vocifera che alcune anonime varietà di cannabis reagiscano scarsamente alla cimatura.

Personalmente, dobbiamo ancora incontrare la varietà d'erba che non produca maggiori gemme quando ad essa viene applicata la cimatura. Provate la tecnica della cimatura su qualsiasi varietà di cannabis che intendete raccogliere. Fate due conti. Più germogli equivalgono a più fiori.

COME SI ESEGUE LA CIMATURA SULLE PIANTE DI CANNABIS

COME SI ESEGUE LA CIMATURA SULLE PIANTE DI CANNABIS

Non sorprende che tagliare la parte superiore della pianta causi un certo stress, motivo per cui si dovrebbe procedere a farlo nella fase vegetativa avanzata, quando la pianta è più sviluppata e può sopportare più facilmente questo stress.

Per fare correttamente il topping hai bisogno di un po’ di conoscenza dell'anatomia della cannabis. Una parte che dovrai riconoscere è il nodo, cioè l'intersezione tra lo stelo principale e i singoli rami. Quando si fa il topping, il metodo generale è di tagliare la pianta appena sopra il quinto nodo. Tagliare in quest'area produrrà una pianta bella, robusta e cespugliosa.

Prima di fare il topping alla tua pianta, dovrai prendere le forbici da potatura o una lama di rasoio e sterilizzarle con alcol per ridurre al minimo le possibilità di infettare la tua pianta. Puoi anche usare le mani. Discuteremo più avanti di questo argomento.

Effettua il taglio appena sopra il quinto nodo. Dopo alcuni giorni noterai due nuovi steli che emergono da questo sito. Nelle settimane successive guadagneranno un po' di spessore e diventeranno dei rami a pieno titolo.

Alcuni coltivatori scelgono di continuare il processo di topping per aumentare ulteriormente i raccolti. Se è la tua prima volta, meglio fermarsi dopo il primo taglio e aspettare i risultati. I coltivatori più esperti possono effettuare ulteriori tagli su ciascun ramo appena sopra il secondo o il terzo nodo per ottenere piante più cespugliose. La maggior parte dei coltivatori consente un tempo di recupero di 1–2 settimane prima di ripetere il processo per migliorare ulteriormente lo sviluppo delle cime.

FORBICI VS DITA

FORBICI VS DITA

Anche in questo caso i coltivatori si dividono in due fazioni. Alcuni coltivatori preferiscono usare delle cesoie da potatura di alta qualità. Altri invece preferiscono strappare via le estremità con le dita. Entrambe le tecniche sono molto efficaci, dopo un processo di tentativi ed errori per affinare la manovra. Molto presto scoprirete quale metodo è il vostro preferito.

Si tratta esclusivamente di gusto personale. Agite nel modo che ritenete più opportuno per la vostra personalità. Una cesoia effettua un taglio più preciso, ma se state eseguendo la cimatura su una pianta con appena 1 settimana di crescita vegetativa, usare le dita è forse più semplice.

Le piante di cannabis sono molto flessibili e versatili durante la fase di crescita vegetativa. Tuttavia, più restano nella fase vegetativa, più gli steli e i germogli diventeranno robusti. Dopo 6 settimane di sviluppo, la maggior parte delle varietà è maturata a sufficienza, e sarà necessario usare le cesoie da potatura. La cimatura con le dita è efficace se eseguita in fase iniziale.

Cesoie Leaf CutterVedere Il Prodotto

QUANDO VA ESEGUITA LA CIMATURA SULLA CANNABIS?

QUANDO VA ESEGUITA LA CIMATURA SULLA CANNABIS?

Esistono due correnti di pensiero riguardo il periodo più adatto per eseguire la cimatura sulle piante di cannabis. I coltivatori vecchio stile in genere tendono ad essere più pazienti. Invece i Millennial preferiscono procedere subito alla cimatura. Alcuni pensano che attendere un mese o più prima di iniziare a potare la pianta sia un tempo troppo lungo.

Se eseguite la cimatura sulle piante di cannabis neonate, le imposterete fin da subito affinché diventino folte e cespugliose. Inoltre, la fase vegetativa risulterà più estesa. Se attendete fino alla 4a settimana di crescita vegetativa prima di procedere alla cimatura, le piante si stresseranno meno. Tuttavia, questa attesa non è molto funzionale in caso di varietà alte e a crescita rapida.

Come regola generale, la cimatura va sempre eseguita durante la fase vegetativa, tranne in casi particolari. Inoltre, la maggior parte dei coltivatori lascia passare 1 o 2 settimane per permettere alla pianta di riposare. Dopodiché, l'operazione viene ripetuta per favorire lo sviluppo di altre cime.

NOTIZIA CORRELATA
Consigli E Tecniche Per Potare La Cannabis

La potatura delle piante di cannabis non deve spaventare. Questo blog vi riporta i consigli per potare correttamente la marijuana aumentando le sue rese.

STIMOLARE IL RECUPERO

Ricordate, la cimatura è un'operazione che stressa la marijuana. Le piante avranno bisogno come minimo di 1-2 settimane di recupero. Lasciate loro il tempo di riprendersi prima di potarle ulteriormente per stimolare la crescita di altre cime. Un buon suggerimento per velocizzare il recupero è quello di somministrare alla pianta una leggera dose di nutrienti essenziali, vitamina B, e silice, subito dopo aver eseguito la cimatura.

Verifica dell'Età 18+

Hai più di 18 anni? I contenuti pubblicati su Zamnesia.com sono rivolti ad un pubblico adulto e sono riservati ai soli maggiorenni.

Assicurati di essere a conoscenza delle leggi del tuo Paese. Il nostro negozio online è conforme alle leggi olandesi.

Cliccando su Entra confermi di aver compiuto 18 anni.