Prodotto aggiunto con successo al carrello.
Acquista

Il Miglior Rapporto NPK per la Cannabis

Miglior Rapporto NPK Per La Cannabis

Siete nuovi nella coltivazione della cannabis o siete in difficoltà per carenze di macronutrienti? È forse una sovraconcimazione la causa dei vostri problemi? A prescindere dal substrato usato, le piante richiedono il giusto apporto di sostanze nutritive al momento più opportuno. Evitate i dubbi e le scarse rese con i nostri consigli su NPK.

Una Pratica Guida sulle Migliori Proporzioni di NPK per la Marijuana

Le sostanze nutritive sono un elemento molto importante nella coltura della cannabis. I tre principali macronutrienti azoto, fosforo e potassio sono il carburante per la crescita della marijuana. Le sostanze nutritive basilari NPK non possono essere somministrate con le stesse proporzioni per l'intero ciclo di vita della cannabis.

Inoltre, le piante di marijuana hanno fabbisogni nutrizionali diversi che variano da varietà a varietà. Non dovrebbe quindi sorprendere sapere che le giuste proporzioni di sostanze nutritive da apportare ad una determinata pianta sono piuttosto difficili da definire. È per questo che abbiamo deciso di semplificare i piani di concimazione per tutti i coltivatori di cannabis.

VARIAZIONI DELLE NECESSITÀ NUTRIZIONALI

  • CRESCITA VEGETATIVA

Nelle prime fasi del ciclo di vita di una pianta di cannabis, i requisiti nutrizionali sono minimi. Meno è sempre meglio. La maggior parte dei coltivatori apporta fertilizzanti ricchi in azoto. Un rapporto NPK di 3:1:1 durante la crescita vegetativa è ottimale per quasi tutte le varietà di cannabis. Ovviamente, alcune varietà possono rispondere meglio a proporzioni leggermente diverse. La concimazione non si limiterà al solo azoto, ma le sue concentrazioni risulteranno comunque proporzionalmente più alte rispetto a fosforo e potassio, fino ad inizio fioritura.

Chi coltiva in suolo non ha la necessità di apportare fertilizzanti ricchi di azoto, dato che la maggior parte delle miscele di terriccio di alta qualità contengono sufficienti sostanze nutritive per le prime 3-4 settimane. Basta aggiungere acqua e tenere sotto controllo i possibili blocchi di sostanze nutritive. In alternativa, consigliamo il Vertafort in compresse che rilascia lentamente le sostanze nutritive durante tutta la fase di crescita vegetativa.

Crescita Vegetativa

  • FIORITURA

Quando le piante di cannabis iniziano a fiorire, le richieste di macronutrienti oscillano nella direzione opposta. Ciò significa che si dovranno apportare fertilizzanti specifici per la fioritura e regolare le proporzioni di NPK. Una formula NPK particolarmente efficace è 1:3:2 nella prima metà della fase di fioritura, seguita da 0:3:3 nelle ultime settimane. Ricordatevi di realizzare sempre il lavaggio delle radici nell'ultima settimana di fioritura con sola acqua e/o soluzioni appositamente formulate per il "flush", evitando così di compromettere i sapori del prodotto finale. A questo punto si può procedere con il raccolto. P & K definiscono rispettivamente la quantità e le dimensioni delle cime.

L'obiettivo dei coltivatori sarà quindi ridurre l'N aumentando contemporaneamente P & K. Quantità eccessive di azoto possono ritardare la fioritura e, quindi, il raccolto della vostra sinsemilla. Senza un accurato lavaggio delle radici, la vostra marijuana avrà un sapore poco gradevole da fumare. Interrompete completamente l'apporto di azoto negli ultimi 20-30 giorni.

Ogni varietà di cannabis ha le proprie caratteristiche. Ciò vale anche per le sostanze nutritive e i fertilizzanti. Indipendentemente dalle vostre preferenze tra fertilizzanti organici o chimici, nella fase di fioritura bisogna aumentare notevolmente le dosi. Non potete limitarvi ad usare un concime universale con le stesse dosi apportate nella crescita vegetativa. Ancora una volta le compresse organiche Vertafort a lento rilascio per la fioritura sono una valida alternativa per garantire un graduale apporto di sostanze nutritive durante tutta la fase di fioritura.

Fioritura

CONCIMAZIONE: PESANTE, LEGGERA E GIUSTA

Come abbiamo già accennato in precedenza, chi coltiva in suolo può irrigare le piante con sola acqua durante la fase di crescita delle giovani plantule. Al limite si possono aggiungere microrganismi benefici ed enzimi. Questi stimoleranno lo sviluppo delle radici e renderanno più disponibili le sostanze nutritive presenti nel suolo. Tuttavia, i coltivatori idroponici e in fibra di cocco dovrebbero apportare fin da subito un 25% delle dosi di concime consigliate, regolando le quantità con il passare del tempo.

Alcune varietà, soprattutto quelle indica, tendono a rispondere meglio alle dosi più elevate di fertilizzante. Le sativa, invece, preferiscono i dosaggi più ridotti di sostanze nutritive. Ibridi e varietà autofiorenti sono una via di mezzo, mostrando esigenze nutrizionali variabili che possono essere più o meno elevate.

Solo l'esperienza acquisita in una grow room con una particolare varietà di cannabis consente di valutare con precisione questi parametri. Tuttavia, ci teniamo a precisare che, normalmente, le varietà più assetate di fertilizzanti sono le autofiorenti XL. La maggior parte degli ibridi ruderalis, invece, richiede un apporto minimo di sostanze nutritive come quello delle sativa, per quanto possano contenere una genetica prevalentemente indica.

Le concimazioni pesanti, ovvero gli apporti di grandi quantità di sostanze nutritive, seguite da dosi tempestive di integratori per stimolare la fioritura, possono offrire straordinarie rese produttive. Ma ciò accade solo quando la varietà coltivata risponde bene a questo programma intensivo di fertilizzanti. Provate piuttosto ad adottare un piano di concimazione equilibrato, con cui dosare le giuste quantità di sostanze nutritive.

Chiunque abbia già usato le miracolose "pozioni" per la marijuana, dagli stimolatori per la fioritura a quelli per la crescita, sarà d'accordo con noi nel dire che sono solo una perdita di tempo e denaro. È la genetica a determinare la potenza e la qualità dei raccolti. Seguendo tutti i passi, potrete spingere ai limiti le potenzialità delle vostre genetiche. Esaminate accuratamente il lento e costante apporto di fertilizzanti, controllando la risposta delle piante ad ogni singolo passo e variazione. Ci spiace deludervi, ma in questi casi non esistono scorciatoie percorribili.

Concimazione: Pesante, Leggera E Giusta

PH & MICRONUTRIENTI

I macronutrienti rappresentano le sostanze nutritive di base, ovvero NPK, ma non sono le sole. Anche i micronutrienti devono essere aggiunti nel piano di concimazione per le piante di cannabis. Inoltre, per rendere disponibili tutte le sostanze nutritive alle radici, il pH del substrato e della soluzione concimante dev'essere perfettamente bilanciato.

La silice potrebbe essere presto classificata come un macronutriente per la cannabis, per le sue importanti proprietà benefiche per le piante, come l'ispessimento delle pareti cellulari. Inoltre, è stato di recente scoperto che la silice può aumentare la produzione di tricomi, spesso usata nelle colture del nord America gestite da coltivatori professionisti.

Ogni marca di fertilizzante offre una serie di integratori per coprire tutte le esigenze di micronutrienti. Questi elementi dovrebbero essere presenti in quantità di 0,1, 0,2 ecc. rispetto ai valori di NPK. I terreni di ottima qualità contengono già gran parte dei microelementi necessari per la cannabis. Se così non fosse, potete concimare il suolo con soluzioni di melassa una volta alla settimana.

Sono soprattutto i coltivatori idroponici e quelli in fibra di cocco a dover usare la stragrande maggioranza di questi prodotti. Una bottiglia di Ca/Mg è essenziale. Non dimenticatevi che le colture in fibra di cocco e idroponiche devono mantenere un pH di 5,5-6,0 mentre quelle in suolo da 6,0 a 6,5. Garantite questi valori ad ogni concimazione. Investite soldi in dispositivi con cui misurare il pH o in concimi già formulati con pH perfetto per evitare qualsiasi problema. Adesso sì che possiamo dedicarci alla produzione di ottimi raccolti.

PH & Micronutrienti

Verifica dell'Età 18+

Hai più di 18 anni? I contenuti pubblicati su Zamnesia.com sono rivolti ad un pubblico adulto e sono riservati ai soli maggiorenni.

Assicurati di essere a conoscenza delle leggi del tuo Paese. Il nostro negozio online è conforme alle leggi olandesi.

Cliccando su Entra confermi di aver compiuto 18 anni.