Prodotto aggiunto con successo al carrello.
Acquista

Zolfo e piante di cannabis

     

Lo zolfo è un composto molecolare importante in una varietà di proteine, ormoni e vitamine, quali la vitamina B1. Si trova anche in molti tessuti importanti della pianta, tra cui i semi e il fluido cellulare. Lo zolfo, sotto forma di solfati, gioca un ruolo importante nella gestione dell'acqua, non solo della pianta ma anche del suolo.

Lo zolfo è un elemento chimico noto sin dall'antichità. Possiamo vedere le sue applicazioni in cose come i bagni termali (solforosi), le teste dei fiammiferi, la polvere da sparo e l'acido da batteria. In più lo zolfo è noto per il puzzolente solfato di idrogeno, che si crea tra le altre cose, dalla decomposizione delle proteine delle uova.

 

 

Zolfo sistema periodico

 

     

 

Zolfo

Zolfo

 

A temperatura e pressione normali, lo zolfo è un solido giallo ed inodore non particolarmente tossico. Lo zolfo puro si trova in natura sotto forma di depositi gialli all'interno e ai margini di alcuni vulcani. In più la roccia vulcanica come quella trovata in Islanda e in Sicilia puà contenere alte concentrazioni di zolfo. Si stima che circa lo 0.05% in peso della crosta terrestre sia composta di zolfo.

Quando si cresce in terra è molto raro avere una carenza di zolfo; circa qualsiasi terreno ed acqua contengono zolfani, alcuni in quantità considerevoli. Molto zolfo viene rilasciato nell'atmosfera dalla combustione di carbone, petrolio, diesel e altri combustibili fossili. Viene rimosso sotto forma di piogge acide o particelle che si depositano a terra. La quantità di zolfo aggiunta al suolo in questa maniera è così grande nell'Europa dell'est che è praticamente impossibile per il terreno essere carente di questo elemento.

I fertilizzanti arricchiti di zolfo si trovano dagli stessi fornitori di fertilizzanti arricchiti di potassio e magnesio (vedi le info di cAnna sulla carenza di Potassio). Quando si coltiva in idrocoltura tutti i nutrienti necessari alla pianta vengono fornito tramite l'acqua di nutrimento. I fertilizzanti per idrocoltura tendono ad avere alte concentrazioni di calcio e fosforo. per evitare che il calcio e il fosforo reagiscano tra loro (creando del gesso appena solubile), le sostanze sono separate per nutriente dai produttori nelle componenti A e B.

Zolfo nella pianta

   

Nella pianta lo zolfo è incorporato nelle proteine e nelle strutture organiche. Per via di questo, quando c'è una deficienza di zolfo, è difficile per la pianta spostarlo dove è più necessario - nelle foglie giovani - con il risultato che queste diventano di colore verde più chiaro. Teoricamente i sintomi dovrebbero essere visibili in questi giovani germogli. Ma in pratica diventa chiaro che i sintomi sono più evidenti nelle foglie più vecchie.

La progressione in ordine cronologico:

  • Sembra una carenza di azoto; colorazione verde chiaro in una o più delle foglie più vecchie ed ampie.
  • Forte colorazione viola nello stelo della foglia (per via della produzione di pigmenti antocianati)
  • Più foglie si discolorano e il verde chiaro lascia il posto dal giallo.
  • In casi estremi di carenza nella pianta, ancora più foglie gialle, con venature e steli delle foglie viola, la crescita e la fioritura si arrestano.
 

 

 

 

 

Carenza da zolfo

Carenza da zolfo

Quando si coltiva all'aperto in terra, la possibilità di una carenza di zolfo è molto bassa. Può succedere quando si cresce nel compost, così come succede con la carenza di fosfati (vedi le info di cAnna sulla carenza da fosforo), quando il pH è troppo alto e c'è troppo calcio. In più, quando si cresce nel compost o in idrocoltura, può esserci una carenza di zolfo se il mix di nutrienti non è stato mischiato bene insieme.

Cause della carenza da zolfo

  • Così come i fosfati, i solfati diventano più disponibili per la pianta a basso pH. Controllate il pH del mezzo di coltura, abbassatelo se necessario con acido solforico, nitrico o ascorbico.
  • In caso di carenza la cosa migliore da fare è aggiungere zolfo da una fonte inorganica con il fertilizzante ricco di magnesio Epsom salt (per la crescita in idrocoltura) o con la Kieserite (in terra; vedi le info di cAnna sulla carenza da magnesio).
  • Per una alternativa organica, il compost di funghi e il letame di gran parte dei mammiferi è una buona fonte di zolfo. Viene assorbito dalla pianta sotto forma di solfati, che diventano disponibile nel suolo dalla decomposizione di composti organici dello zolfo. Ci vuole tempo! Quindi lavorate preventivamente ed iniziate la coltivazione con l'aiuto di letame ben stagionato.

Altre concentrazioni di zolfo non sono particolarmente dannose per la cannabis, ma siccome alzano il livello di concentrazione dei sali nell'acqua di nutrimento sono dannise per la crescita della pianta se spingono la conduttività elettrica sopra ai limiti di sicurezza. Siccome le piante in generale assorbono pochi solfati, possono accumularsi nel terreno. Un accesso di solfati si manifesta come un danno da sale; crescita arrestata e pianta di colore scuro. Ad alti livelli (alta conduttività elettrica) avrete bisogno di sciacquare con acqua il sistema con acqua pura.

Relativi prodotti