Prodotto aggiunto con successo al carrello.
Acquista

Il potassio e la crescita dell'erba

PotassiumIl potassio si trova in ogni parte della pianta, essendo necessario per tutte le attività che coinvolgono il trasporto dell'acqua. Queste includono l'apertura e la chiusura degli stomi (i buchi per l'aria nella foglia). Il potassio aiuta anche a determinare la robustezza e qualità della pianta e controlla innumerevoli processi, come il metabolismo dei carboidrati.

Storia

I Romani e gli Etruschi arricchivano il suolo bruciando la vegetazione locale. Questa forma di concimazione è stata adottata in tutto il mondo nei secoli successivi, provocando un aumento dell'erosione del suolo in conseguenza. In Olanda negli anni '30, iniziarono ad usare cenere di legno mischiata a letame bovini, e questa pratica è in uso ancora oggi.

Il potassio è un metallo soffice ed argenteo che nella sua forma pura reagisce violentemente con aria ed acqua. 300 milioni di anni fa, i minerali come il potassio, il sodio e il magnesio, furono erosi dalla terra e sciolti in mare. Le acque marine in bacini isolati sono poi evaporate, facendo cristallizzare i sali. Ecco come e perché si sono creati grandi depositi di sale nell'Alsazia nel sud-ovest della Germania.

Ad inizio '900 solo il sale da cucina veniva estratto dai depositi minerari di sale. Il sale di potassio prodotto veniva scaricato nel Reno. Grazie all'introduzione dei fertilizzanti inorganici, oggi oltre ai sali di sodio e potassio, vengono estratti dalle miniere un gran numero di altri sali minerali, come quelli di magnesio, zolfo (sotto forma di sali Epsom), fosforo e boro.

Carenza di potassio

Dove c'è una carenza di potassio la pianta soffre di una traspirazione ridotta (evaporazione dalle foglia che bruciafoglie). A causa di questo la temperatura della foglia sale troppo, facendo bruciare le cellule. Questo succede principalmente ai bordi delal foglia, dove normalmente l'evaporazione è più intensa (malattia dei bordi).

Attenzione: i bordi della foglia morti possono essere sintomatici anche di altre cause di bruciatura come l'aria troppo calda, o bruciature da sale!

È effettivamente impossibile diagnosticare una carenza di potassio dai soli sintomi visibili. In generale si può parlare di una carenza quando manca più del 10% dell'elemento in questione dai livelli necessari nel tessuto della pianta. I sintomi sono visibili sopra al suolo dai cambiamenti della pianta e dalla morte dei tessuti (necrosi).

La progressione della carenza in ordine cronologico:

  • All'inizio potete osservare delle piante color verde scuro dall'aspetto sano, con le foglie luccicanti, che più avanti diventeranno più opache.
  • Le piante sono spesso più ramificate, gli steli più delicati.
  • La punta delle giovani foglie presenta dei bordi grigi; questi diventano color ruggine e necrotici, finendo per arricciarsi.
  • Le foglie sono gialle coi bordi incurvati verso la venatura e dei punti necrotici (color marrone ruggine) appaiono sulla foglia.
  • La foglia sviluppa una piegatura radiale o si raggrinzisce sulla punta, segue una necrosi dell'intera foglia, la foglia si raggrinzisce ulteriormente e cade (le foglie più vecchie).
  • Con una carenza, ottenete delle piante più fragili, meno in salute, con una fioritura severamente ridotta!

Cause della carenza di potassio

  • Fertilizzante scarso o del tipo sbagliato
  • Coltivazione su un terreno fissatore del potassio
  • Eccesso di "sale da cucina" (sodio) nell'ambiente delle radici
  • Andate al vostro negozio di agraria per un consiglio professionale. Sono specializzati in questo tipo di colture ed hanno i prodotti giusti per aiutarvi col vostro problema.

Un fertilizzante ben bilanciato contiene sufficiente potassio

Cosa fare

  • Se la conduttività elettrica nel substrato o nel terreno è alta, dovrete rimediare con acqua pura.
  • Potete aggiunge voi stessi del potassio, il più semplice è quello inorganico, dissolvendo 5-10 grammi di nitrato di potassio in 10 litri d'acqua, e con un terreno acido potete aggiungere in più del bicarbonato di sodio o della potassa caustica (5 ml in 10 litri d'acqua).
  • Potete anche aggiungere potassio da una fonte organica tramite una soluzione acquosa di cenere di legno o letame (attenti a non bruciare la pianta rendendo troppo forte la soluzione). Anche gli estratti di sostanze tipo letame contengono abbondante potassio.

Una applicazione troppo abbondante di potassio può causare danno da sali, carenza di calcio e magnesio, ed acidificazione dell'ambiente radicale!

Torna a Guida alla Coltivazione della Cannabis

Torna a Risoluzione dei Problemi

Torna a Minerali & Nutrimento

Top 10 Autoflowering