Product successfully added to your shopping cart.
Check out

Il Calcio e le piante di Cannabis

CalcioIl calcio è un elemento essenziale nella vita sia delle piante che degli animali; si trova tra le altre cose nelle ossa, nei gusci delle uova e nelle conchiglie. I muscoli ed i nervi non funzionerebbero senza calcio.

Introduzione

Il nome calcio deriva dal latino calx, calcis = pietra. Nella sua forma pura è un metallo dalla superficie argentea, poco più duro del piombo e facile da lavorare. Il metallo brucia se riscaldato e reagisce violentemente con acqua e acidi. Il calcio si trova in tutto il mondo; il 3,64% della crosta terrestre è composta di calcio. La durezza dell'acqua è causata principalmente dalla quantità di sali di calcio dissolti in essa.

Calcio nelle piante

Il calcio si trova in ogni parte della pianta ed è necessario per molti processi, ma soprattutto per il processo di crescita. Ha un effetto regolatore sulle cellule e contribuisce alla stabilità della pianta.

impianto di anatomia

Le piante hanno due sistemi di trasporto: lo xilema e il floema. Gran parte dei nutrienti possono essere spostati da un sistema all'altro, ma non il calcio. Siccome il calcio è trasportato quasi esclusivamente dallo xilema, nella pianta non è un elemento molto mobile. Ecco perché è importante che ci sia sempre abbastanza calcio presente nell'ambiente delle radici, perché sia sempre disponibile per l'assorbimento da parte della pianta.

Carenza di calcio

foglia di cannabis tristeIl calcio viene mossa nella pianta dal flusso di linfa verso l'alto. In caso di carenza di calcio sono le foglie più vecchie a mostrare i primi sintomi. Di solito non si tratta delle foglie più in basso, ma quelle poco sopra ad esse (come nella carenza di magnesio, vedi le informazioni di cAnna sulla Carenza da Magnesio). Una mancanza di calcio è riconoscibile dalla presenza di macchioline giallo/marroni sulle foglie, spesso circondati da un ben definito bordo marrone. Sono anche sintomatici una velocità di crescita ridotta, e nei casi più seri, infiorescenze piccole e dalla crescita debole. Potete facilmente intuire il risultato: un raccolto incredibilmente misero!

La progressione della carenza di calcio in ordine cronologico:

  • La caratteristica più visibile della mancanza di calcio sono i puntini ben definiti sulla foglia, giallo/marroni col bordo marrone. I sintomi della carenza di calcio si manifestano rapidamente, entro una o due settimane sono visibili le prime macchie sulle foglie più vecchie. Queste macchie iniziano piccole e di color marrone chiaro, diventando col tempo più grandi.
  • Dopo 2 settimane ci sono sempre più puntini sulle foglie più vecchie, spesso anche sui lati della foglia, come succede nelle carenze di potassio o come succede per le scottature. Comunque resta facile differenziare questi sintomi dalla carenza di potassio: le macchie causate dalla mancanza di calcio sono definite meglio, e non compaiono solo sul bordo della foglia. Il ritardo nella crescita si nota entro una settimana.
  • carenza di calcioIn alcuni casi i calici di crescita iniziano a rimpicciolirsi e i calici producono foglie sottili ed esili, senza macchie.
  • le foglie più vecchie muoiono lentamente, attorno ai punti necrotici compariranno delle macchie a nuvola giallastre. Più vecchia è la foglia, più seri saranno i sintomi (vedi foto 1-3).
  • Anche la fioritura verrà inibita e ritardata e il numero di infiorescenze sarà drasticamente ridotto. Le infiorescenze non cresceranno compatte e dure, restando piccole.
  • I pistilli si coloreranno di marrone più rapidamente.

Cause della carenza di calcio

Una carenza di calcio può essere dovuta a:

  • Fertilizzante scarso o del tipo sbagliato.
  • Coltivazione in un terreno fissatore del calcio.
  • Un eccesso di ammoniaca, potassio, magnesio e/o sodio nell'ambiente delle radici. L'ammoniaca è la sostanza che più riduce l'assorbimento, a scendere fino al sodio.
  • Problemi con la traspirazione; conduttività elettrica troppo alta o troppo bassa, o umidità relativa troppo alta.

Cosa fare

  • Se la conduttività elettrica nel substrato o nel suolo è troppo alta, potete far riprendere l'intera coltivazione innafiando con acqua leggermente acida.
  • Se il suoo contiene troppo poco calcio, si può integrarlo aggiungendo dolomite, gesso, calce, calce di potassio, calce di magnesio, triplo super fosfato o nitrato di calcio. Attenzione ai fertilizzanti che contengono cloro.
  • CalcePotete aggiungere del calcio extra tramite i nutrienti mischiandolo con del fertilizzante liquido, per esempio con una soluzione di nitrato di calcio. Con un suolo troppo acido potete usare una soluzione di calce per alzare il pH.
  • Usate un buon terriccio che non sia troppo acido. Un suolo acido di solito contiene troppa poca calce. Un buon compost con cocco è arricchito con la calce.

La calce allo stato libero viene assorbita rapidamente dalla pianta. Siccome la calce è poco mobile nella pianta, i sintomi non spariranno nelle foglie più vecchie. Ma si ristabilirà una crescita normale senza i segni che ci fosse una carenza.

Calcio nei nutrienti di base

In aggiunta ai problemi causati dalla carenza di calcio nella pianta, ci possono anche essere problemi per una carenza di calcio nel suolo. Le carenze di calcio nel suolo sono spesso accompagnati dall'acidificazione del terreno. In un ambiente delle radici acido, tra le altre cose diventano meno disponibili liberamente i fosfati ed una quantità doi metalli pesanti diventano più disponibili, che possono portare all'avvelenamento della pianta (ad esempio alluminio, manganese o nickel).

metalli pesanti cannabis pericolo

Troppo calcio danneggia la pianta ed ha un effetto ritardante sulla crescita e porta ad un colorito più scuro della pianta come conseguenza. Un eccesso di calcio può anche portare a carenze di boro, manganese, zinco, magnesio e a volte rame.

Torna a Guida alla Coltivazione della Cannabis

Torna a Risoluzione dei Problemi

Torna a Minerali & Nutrimento

Top 10 Autoflowering