Prodotto aggiunto con successo al carrello.
Acquista

Aria fresca per piante di cannabis

Praticamente tutti gli esseri viventi dipendono dalla quantità e qualità dell'aria. Per gli umani, questo significa abbastanza ossigeno nell'aria e aria non inquinata. Per le piante, quindi anche per la cannabis, aria buona significa abbastanza diossido di carbonio (CO2) e no inquinamento (O comunque non troppo..).
Inoltre, umidità e temperatura giocano ruoli importanti sulla crescita della pianta.

Circolazione dell'aria

Circolazione dell'ariaL'aria in media contiene circa dallo 0.03 allo 0.04% di CO2. La quantità di diossido di carbonio è misurato anche in parti per milione (ppm), quindi 0.03% equivale a 300ppm. Ci sono differenze nello CO2 necessario tra diverse piante. Facendo aumentare il livello di CO2 il livello di crescita può essere accelerato. Ma con questo la legge dei rendimenti decrescenti si applica, così aumentare il CO2 ha i suoi limiti. Alzando il livello di CO2 a circa 1400 ppm (0.14%) generalmente porta buoni risultati (Per un coltivatore veloce).
Aumentare il livello di CO2 sopra le 1400 ppm fa praticamente svanire tutti gli effetti benefici dell'aumento del CO2. Anche per le piante una concentrazione troppo alta di CO2 è velenosa, per la maggior parte delle piante una concentrazione di CO2 di 1800 ppm o più è fatale.

Un semplice metodo per garantire un buon livello di diossido di carbonio è ventilare lo spazio dedicato alla coltivazione. C'è bisogno di una ventilazione sufficiente, in modo che le piante abbiano una fornitura costante di CO2 fresco.

Temperatura

Ventilazione cannabisUna seconda e importante ragione per la ventilazione è la diminuzione o rimozione del calore. Quando la temperatura si fa troppo alta, la crescita della pianta finisce. Questo non si applica solo alla temperatura dello spazio dedicato alla coltivazione ma anche alla temperatura della pianta stessa. Quando la temperatura della pianta è troppo alta (Come succede anche a noi, che abbiamo la febbre) il flusso di linfa nella pianta è ridotto, il che a sua volta porta un ritardo nella crescita.

Non ci sono soluzioni standard per il ricambio dell'aria. La necessità di aria fresca dipende molto dal volume (In metri cubi) dello spazio dedicato alla coltivazione. In linea di massima ogni 2 o 3 minuti bisognerebbe fare un ricambio d'aria totale. Presumiamo di avere uno spazio dedicato alla coltivazione di queste misure: lungo 3 metri, largo 2 metri e alto 2 metri, l'area di questo rettangolo è 12 m2, questo significa che bisogna avere una capacità di ventilazione di 30 * 12 = 360 m3 di aria all' ora.

 

Torna a coltivare cannabis indoor

Torna a Guida alla coltivazione della cannabis

Top sellers