Prodotto aggiunto con successo al carrello.
Acquista

Tricoma

I Tricomi sono delle in crescenze mono o pluri cellulari dell'epidermide della pianta che sembra formi dei piccoli capelli su tutta la superficie della pianta. Questi capelli epidermici sono, in vari modi, specializzati nella difesa della pianta dagli attacchi di insetti e acari. Il modo in cui i Tricomi sono usati per difesa è determinato dalla loro densità, dalla lunghezza, dalla forma e se stanno dritti o penetrano nella superficie delle foglie. Questi "capelli" formano una barriera fisica tra la superficie della pianta e l'attaccante.

Nella cannabis i tricomi espellono una resina che da una parte serve a proteggere la pianta dai parassiti, ma protegge anche la pianta dalla possibilità di seccarsi, dagli eccessivi raggi UV-b, dalle muffe e dal calore. Le sostanze chimiche di cui noi godiamo sono prodotte dentro questi Tricomi, lungo la superficie superiore dei fiori (Calice), foglie e steli, cominciando a spuntare attorno alla quarta settimana del ciclo di fioritura. Più e ancor più Tricomi forma la pianta come la pianta continua a maturare. Al tempo stesso più e ancor più fiori (Conosciuti come Calici) sviluppa la pianta e si dispongono in grappoli serrati di fiori (Le cime).

I pistilli dei giovani fiori sono di colore bianco chiaro e diventano di colore rosso marrone con il tempo. I pistilli e i fiori sviluppano dal lato inferiore al lato superiore delle cime. I pistilli più vecchi e bassi pistilli sono i primi a diventare di colore rosso-marrone. Per la maggior parte delle Indica questo succede solitamente attorno alla sesta settimana del ciclo di fioritura. E' attorno a questo periodo che i fiori cominciano a gonfiarsi.

Verso la fine delle 8 settimane la maggior parte dei fiori (Calici) hanno subito un forte ingrossamento e un forte aumento di produzione di tricomi, ricoprendo la maggior parte delle cime. La pazienza è una virtù - e spesso una disciplina.

Ripetiamo, tempo ed esperienza sono gli elementi più importanti in questo campo.

Cambiamenti nella chimica della Marijuana

Come la pianta cresce, essa subisce dei cambiamenti nella sua chimica. Verso la fine delle fioritura le sostanze chimiche che sfruttiamo diventeranno sempre minori. Tanto per cominciare ci sarà una diminuzione nei livelli di THC, CBN e CBD. La finestra del picco di maturazione è quando la produzione di tricomi e il livello di produzione di THC nelle piante ha raggiunto il loro picco massimo, questo è il momento in cui dovete (O comunque consigliamo) raccogliere il prodotto finale della pianta. Se diventerai paziente, potrai raccogliere delle cime fantastiche, che ti daranno la botta di cui hai bisogno e che stai cercando. La specifica combinazione di sostanze chimiche che desiderate di più sarà solo una combinazione tra gusti e scelte, sviluppate nel tempo, con l'esperienza.

La cannabis produce il THC e il CBN nelle sue radici, negli steli, nelle foglie e nella vegetazione che circonda le cime. Questi sono prodotti nei Tricomi, che sono trovati, come detto prima, nella superficie delle piante. Negli steli e nelle prime foglie, i tricomi sono piccoli e sono vicini al terreno. Come la fase di fioritura continua, le ghiandole sviluppano sempre un maggior numero di Tricomi sulle parti più mature della pianta, anche nella foglie piccole e nei primi calici (Che esistono per la produzione dei semi e di nutrire il polline maschile una volta che è fecondato dalla pianta femminile). Questi possono essere osservati, guardandoli come dei lunghi gambi dei funghi con una forma a palla nelle loro punte.

Un'altra indicazione della maturità della pianta è il colore dei pistilli, i piccoli "capelli" che crescono all'interno dei calici. Il loro lavoro è di raccogliere il polline maschile per cercare di fertilizzare l'ovulo femminile custodito dentro il calice, creando un seme. Quando non è presente il polline maschile, il calice cresce senza aprirsi senza seme all'interno, risultando una pianta di cannabis sinsemilla (Cioè senza semi, dallo spagnolo). Giusto alla fine del periodo di fioritura i pistilli cambiano colore, segnalando la maturità della pianta. Il cambio di colore del pistillo è dal bianco chiaro verso un colore marrone misto arancione, annunciando la fine del ciclo vitale della pianta.

La maggior parte dei coltivatori alle prime armi cominciano a raccogliere le cime dopo solamente un paio di settimane dall'inizio della formazione delle cime. Solitamente questo accade perchè i coltivatori alle prime armi sono molto eccitati di vedere le prime cime e non sanno o non vogliono aspettare che quelle piccole e graziose cime continuino a crescere e a riempirsi di tricomi, fino a raggiungere il loro picco di tricomi e grandezza.