Product successfully added to your shopping cart.
Check out

Che cos'è la Noce di Betel?

Frutto della palma Areca catechu, la noce di betel è un seme stimolante in grado di accrescere la resistenza, ampiamente usato in tutta l'Asia come integratore giornaliero. Cresce, appunto, in Asia, nelle zone del Pacifico tropicale e nell'Africa orientale. Si tratta di una pianta originaria delle Filippine, da cui si è diffusa la coltivazione internazionale.

Grazie al riconoscimento che gli viene dato in tutta l'Asia, la noce di betel viene chiamata in diversi modi, i più comuni dei quali sono noce di areca, noce indiana, paan, pinang e bunga. Di fatto, noce di areca è il nome più corretto, ma il più diffuso è noce di betel. Quest'ultimo, in realtà, deriva dal fatto che tradizionalmente questo frutto viene consumato avvolto in foglie di betel, ma non esiste una reale correlazione fra i due tipi di piante. La pianta di betel, infatti, è un rampicante totalmente differente, appartenente alla famiglia delle Piperaceae.

La storia del consumo di noce di betel è ricca e articolata, risalente a migliaia di anni fa. Il suo uso come integratore quotidiano è giunto fino ai giorni nostri ed è tutt'ora estremamente popolare in alcune zone dell'Asia, particolarmente in India e Pakistan. I consumatori di betel vengono spesso identificati a causa dei denti macchiati di rosso e dell'abitudine a sputare frequentemente in terra, per via dell'eccessiva salivazione, effetto collaterale di un consumo regolare di noce di betel.

Noce di Betel