Prodotto aggiunto con successo al carrello.
Acquista

Valeriana: Tutto Quello Che C'è Da Sapere

Contenuto:

  1. Che Cos'è La Valeriana?
  2. Effetti Della Valeriana
  3. Come Usare La Valeriana
  4. Storia Della Valeriana
  5. Possibili Effetti Collaterali

Che cos'è la Valeriana?

la Valeriana

Per secoli, la Valeriana è stata usata come prodotto erboristico per conciliare il sonno. La Valeriana è in grado di calmare il sistema nervoso e rilassare la mente, pertanto si tratta di un'erba capace di indurre e mantenere il sonno.

La Valeriana è una pianta perenne originaria di alcune zone dell'Europa e dell'Asia. Raggiunge altezze che si aggirano intorno a 1,2 metri e produce grappoli di fiori a forma di tromba e dal dolce profumo. Le radici vengono usate per scopi medicinali e possono essere utilizzate sia in forma fresca che essiccate. Una volta essiccate, le radici emanano un odore forte, che ricorda quello dei calzini sudati.

La Valeriana viene impiegata come medicinale fin dai tempi dell'Antica Roma, quando era usata nel trattamento di ansia, tensione, mal di testa, problemi digestivi e disturbi del sonno. Ancora oggi, la Valeriana viene impiegata come un sedativo di origine vegetale per il trattamento dei medesimi disturbi. La ricerca scientifica su questa pianta ha confermato che la Valeriana è in grado di ridurre l'ansia e di provocare sonnolenza (aiutando a risolvere i problemi di sonno). Tuttavia, la reale composizione chimica alla base di questi effetti non è stata ancora del tutto compresa. Gli effetti della Valeriana sarebbero, infatti, il risultato di un'interazione sinergica fra tutte le sue componenti chimiche, piuttosto che il frutto dell'azione di un singolo composto. La Valeriana si è rivelata in grado di aumentare l'alimentazione dei neurotrasmettitori GABA all'interno del corpo, sebbene il meccanismo tramite cui riesce a svolgere questo tipo di azione sia ancora sconosciuto.

Effetti della Valeriana

Valeriana

La Valeriana è un leggero sedativo vegetale, con proprietà calmanti e rilassanti. Gli effetti della Valeriana sono sottili, ma altamente efficaci. Il nome Valeriana deriva dalla parola latina "valere", che significa forte e salutare.

L'uso più comune della Valeriana è quello di sonnifero. I disturbi del sonno, generalmente, vengono divisi in due gruppi: "problemi di avvio del sonno" (difficoltà ad addormentarsi) e "problemi di mantenimento del sonno" (difficoltà a rimanere addormentati). Avvio e mantenimento sono problemi che possono comparire insieme o separati, a seconda delle condizioni di ciascun individuo. Tuttavia, la Valeriana viene comunemente usata per combattere entrambi i tipi di disturbo del sonno, sia per aiutare l'avvio della fase di addormentamento che per mantenerne la durata. Per quanto i problemi del sonno possano essere collegati ad un'ampia gamma di altri disturbi, come l'abuso di alcolici, l'eccessivo consumo di caffeina, la depressione o l'apnea durante il sonno, l'approccio erboristico si basa sul ricorso a sedativi vegetali come la Valeriana, la passiflora e il papavero californiano. In modo particolare, per facilitare il mantenimento della fase dell'addormentamento, la Valeriana viene usata spesso in combinazione con l'erba di San Giovanni, per migliorare la qualità del sonno ma anche per sollevare l'umore.

La natura sicura e senza rischio di dipendenza della Valeriana l'ha resa popolare, oltreché un rimedio vegetale adatto a chi avesse problemi di ansia nella gestione dei propri rapporti sociali o, più in generale, per chi volesse affrontarli con maggiore rilassatezza. La Valeriana è spesso usata in combinazione con altre erbe, per ottenere determinati effetti. Ad esempio, non è raro che la Valeriana venga associata alla scutellaria, grazie alla capacità di sciogliere le tensioni e di calmare la mente sprigionata dalla sinergia delle due piante.

Le qualità antispasmodiche della Valeriana vengono spesso sfruttate per alleviare il dolore, per aiutare a combattere i crampi mestruali, la sindrome dell'intestino irritabile e i disturbi reumatici.

È importante sottolineare che, sebbene uno dei principali effetti della Valeriana sia l'azione sedativa, per un ristretto gruppo di persone potrebbe sortire l'effetto opposto, agendo da stimolante. Per questo motivo, se foste in procinto di assumere Valeriana per i suoi effetti sedativi, sarebbe bene prima testarla in piccole quantità per un breve periodo di tempo, appena il necessario per verificare in che modo essa interagisca con il vostro organismo.

Come usare la Valeriana

Valeriana

A seconda dell'uso che se ne intende fare, il dosaggio e la frequenza dell'assunzione possono essere regolati ad hoc. Per alleviare l'ansia e la tensione, la si può assumere diverse volte al giorno, a dosaggi ridotti. Se la si assume per combattere i problemi di insonnia, basterà consumarla in una tazza di tè o sotto forma di tintura, una goccia, prima di andare a dormire.

È possibile assumere Valeriana in diversi modi: sotto forma di capsule, tintura o tè. Quando si ricorre alla radice tagliata, sarà più facile prepararsi un tè, per quanto anche la tintura non sia difficile da realizzare.

Tè di Valeriana

Sovente, i tè vengono preparati miscelando il prodotto vegetale in acqua bollente, o quasi. Per quanto queste temperature siano adatte a molte erbe, i principi attivi della Valeriana vengono distrutti dall'acqua bollente. Non è raro che alcune persone, dopo aver assunto un tè di Valeriana, non abbiano avvertito alcun effetto. Pertanto, è fondamentale preparare il tè di Valeriana con acqua fredda.

La radice essiccata di Valeriana è attiva nell'ordine dei 5-10 grammi, a seconda del vostro peso e della vostra costituzione. Sarà necessario effettuare qualche esperimento, partendo da una piccola dose per poi aumentarla a seconda delle necessità. Per preparare un tè, lasciate in ammollo la radice in una tazza di acqua fredda, il più a lungo possibile. L'ideale sarebbe metterla in ammollo al mattino, per preparare il tè alla sera, ovvero lasciare l'erba in acqua per 12 ore. Anche un ammollo più breve potrebbe rivelarsi efficace, ma in maniera più leggera. Il minimo indispensabile, comunque, è di 15 minuti: più sarà il tempo, maggiore sarà la potenza. Filtrate prima del consumo.

Tintura di Valeriana

La Valeriana è molto efficace anche sotto forma di tintura. Una tintura è un estratto alcolico che può essere mescolato con acqua o applicato direttamente sotto la lingua. Realizzare una tintura è piuttosto semplice, basterà riempire un barattolo di vetro con l'erba ed aggiungere abbastanza etanolo di grano o Vodka (40%) da ricoprirla. Richiudete e agitate una volta al giorno. Dopo 4 settimane filtrate l'erba e travasate il liquido in una bottiglia.

È possibile anche consumare direttamente la radice di Valeriana ma, siccome il suo sapore non è dei migliori, converrà macinarla fino a polverizzarla ed inserirla all'interno di capsule. La nostra macchina per incapsulare è perfetta per lo scopo.

Storia della Valeriana

Valeriana

La Valeriana è stata utilizzata per migliaia di anni per il suo valore medicinale. Le prime testimonianze sul suo consumo risalgono al 460a.C., quando gli antichi greci la chiamavano "phu", riferendosi al suo sgradevole odore.

Ai tempi di Ippocrate, con la nascita della Medicina Occidentale, la Valeriana veniva comunemente usata come trattamento per diverse malattie, tra le quali rientravano soprattutto i disturbi del tratto urinario e dell'apparato digerente, sebbene venisse applicata anche nella cura di altri problemi, in qualità di stimolante del benessere.

Prima di essere conosciuta con il nome comune di Valeriana, questa pianta veniva chiamata Nard. Sebbene le origini del suo nome siano tuttora dibattute, è convinzione piuttosto generalizzata che il suo appellativo derivi dalla parola latina sopracitata, che significa "buona salute". Tuttavia, qualcuno ritiene che il suo nome derivi dall'uso frequente che ne fece Valarius, uomo politico dell'epoca, perseguendo scopi medici.

Durante i secoli la Valeriana ha assunto anche altre denominazioni. Conosciuta come Amantilla dagli Anglosassoni, veniva spesso utilizzata come sedativo e calmante sociale. Antiche ricette mediche testimoniano una sua prescrizione per uomini aggressivi o bellicosi, affinché il loro animo tornasse immediatamente pacifico. Sebbene venisse impiegata soprattutto per queste ragioni pratiche, la Valeriana era normalmente usata anche come spezia e come ingrediente per insalate.

L'effetto calmante della Valeriana è stato sfruttato nei secoli, fino ai giorni nostri. Fu, ad esempio, somministrata ai soldati durante la Prima Guerra Mondiale, per calmare i nervi e l'ansia. Oggi l'uso della Valeriana è considerato sotto la medesima luce: è un'erba sedativa, un calmante sociale ed una possibile aiuto nella risoluzione di problemi quali crampi e disturbi intestinali.

Possibili effetti collaterali

Valeriana

La Valeriana non è considerata un'erba tossica o pericolosa, se consumata ai dosaggi consigliati. Non esistono prove di esiti sfavorevoli, neanche se consumata in stato di gravidanza.

Tuttavia, se state prendendo in considerazione di ricorrere all'uso della Valeriana e sapete di avere qualche particolare condizione preesistente o siete in stato di gravidanza, consultate un medico o ricorrete a un consulto professionale, prima dell'uso.

Grazie ai suoi effetti sedativi, la Valeriana non va consumata prima di mettersi alla guida di veicoli o altri macchinari.

Raramente, ma in alcuni casi le sue componenti sedative hanno avuto effetto opposto, risultando stimolanti, pertanto si consiglia di provare la Valeriana prima in piccoli dosaggi, per verificare come il proprio organismo sia in grado di reagire al suo consumo.

In alcuni casi si sono manifestati effetti spiacevoli quali irritazioni allo stomaco, mal di testa e altri effetti collaterali minori. Tuttavia, non esistono prove cliniche a sostegno della pericolosità di questi effetti collaterali e, spesso, questi sono risultati derivare da altri fattori. Ciò potrebbe, però, significare che la Valeriana interagisce in maniera negativa con altri medicinali, per quanto non esistano prove a sostegno di questa ipotesi, dal momento che nessun test clinico ha sottolineato questo tipo di interazione.

Verifica dell'Età 18+

Hai più di 18 anni? I contenuti pubblicati su Zamnesia.com sono rivolti ad un pubblico adulto e sono riservati ai soli maggiorenni.

Assicurati di essere a conoscenza delle leggi del tuo Paese. Il nostro negozio online è conforme alle leggi olandesi.

Cliccando su Entra confermi di aver compiuto 18 anni.

Valeriana & Capsule