Product successfully added to your shopping cart.
Check out

Storia dell'LSA

MexicoEsistono testimonianze sul consumo secolare, in Messico, di una liana tropicale contenente LSA. Una prima documentazione a questo proposito risalirebbe al tardo XVI secolo e sarebbe firmata dai conquistatori spagnoli: pare che a quell'epoca i sacerdoti delle tribù messicane indigene facessero uso di questi semi per poter comunicare con gli dei. Si dice che, sotto il loro effetto, gli sciamani locali fossero in grado di entrare in un'esperienza divina e delirante.

I conquistatori spagnoli considerarono tale pratica come un diabolico rituale blasfemo e ne bloccarono l'uso prima che la sua conoscenza potesse diffondersi. I semi di LSA furono, quindi, riscoperti nel 1941, quando l'etnobotanico Richard Schultes riferì di aver assistito a cerimoniali durante i quali gli Indiani Zapotec ne facevano uso.

Chichen itzaEsemplari di semi di Ololiuqui (Turbina corymbosa) vennero, invece, venduti ad Albert Hofmann, scopritore dell'LSD, per alcune sue ricerche: fu lui per primo a sorprendersi nel ritrovare in questo vegetale tracce di principi attivi molto simili a quelli dell'LSD. I suoi primi esperimenti autocondotti con questa sostanza, secondo la sua testimonianza, gli provocarono stanchezza e lo condussero in uno stato onirico.

 

Zamnesia

Semi della LSA