Product successfully added to your shopping cart.
Check out

Sconfiggere l'insonnia con Erbe Naturali

L'insonnia è un fastidioso disturbo del sonno che può arrivare ad essere estremamente dannoso per la salute e per i rapporti interpersonali. Non a tutti piace l'idea di essere costretti ad usare "droghe farmaceutiche" per affrontare questo problema, ma fortunatamente la natura ci ha fornito un'ampia gamma di erbe che possono aiutarci a ritrovare il sonno.

Che cos'è l'insonnia?

L'insonnia è un disurbo del sonno comunemente associato alle difficoltà che si possono avere ad addormentarsi o a mantenere il sonno per un tempo ragionevole. In generale, quando si soffre di insonnia, si ha difficoltà a dormire, ci si sveglia in continuazione senza riuscire a riaddormentarsi e ci si alza troppo presto senza aver riposato a sufficienza.

Tutto ciò rende facilmente irritabili le persone che soffrono d'insonnia, rendendole perennemente stanche ed incapaci di ritrovare una corretta lucidità mentale. Con il tempo potrebbero insorgere anche problemi di memoria e, molto spesso, perdita della produttività e della concentrazione sul lavoro.

Le cause più comuni dell'insonnia sono lo stress e l'ansia, tuttavia esistono anche altri motivi da considerare potenziali cause scatenanti dell'insonnia, come la depressione, la schizofrenia e altri malesseri. Un problema che può determinare l'insorgere dell'insonnia, ma che spesso viene trascurato, è l'abuso di quella che sovente consideriamo banale caffeina. Pur essendo assolutamente innocua se consumata in quantità moderate, caffeina e insonnia potrebbero entrare in un circolo vizioso.

Rick Simpson Oil

CannabisUltimamente l'olio di Cannabis prodotto da Rick sta riscuotendo sempre più clamore mediatico grazie al documentario "Run from the cure", dove viene narrata la storia di Rick Simpson. Fu lui a sconfiggere il cancro con una preparato di olio di Cannabis estremamente concentrato e potente. Questo olio si ottiene dalle cime e dalle foglie della Cannabis, non bisogna confonderlo con gli oli di canapa venduti in erboristeria. L'olio classico di canapa è quasi sempre realizzato dalla spremitura a freddo di semi di canapa, decisamente nutriente ma non è d'aiuto per sconfiggere l'insonnia.

Per produrre l'olio di Rick Simpson ("RSO"), abbiamo bisogno di circa mezzo chilo o più di fiori di Cannabis, con i quali si otterranno pochi grammi d'olio. Ciò lo rende un farmaco straordinariamente potente, ricco di THC e CBD. Viene largamente utilizzato nel trattamento e nella cura del cancro, oltre ad essere estremamente efficace come palliativo per diverse tipologie di malessere. Una delle sue principali proprietà è quella di avere effetti sedativi che in pochi minuti fanno precipitare in un profondo e tranquillo sonno.

A seconda del dosaggio, l'olio può essere più o meno psicoattivo. A piccole dosi provoca un forte effetto cerebrale paragonabile alle sensazioni di una canna, ma in dosi più elevate può indurre stanchezza ed appesantimento corporeo, tanto da inchiodare chiunque su un divano.

Per saperne di più sul RSO, visitate il sito web di Rick: www.phoenixtears.ca

Valeriana

ValerianLa valeriana è una pianta che cresce sia in Europa che in Asia. La parte di quest'erba che viene utilizzata a scopi medicinali è la radice. Anche se ciascun singolo componente non è stato ancora studiato nel dettaglio, sappiamo che il loro insieme regola ed innesca reazioni in grado di aumentare il GABA (acido gamma-amminobutirrico) all'interno del cervello. E`stato dimostrato che percentuali ridotte di GABA possono causare disturbi del sonno e proprio grazie alla valeriana si è in grado di riequilibrare questo acido e, quindi, ridurre drasticamente i problemi d'insonnia.

Anche se meno potente di un farmaco da prescrizione, la valeriana non dovrebbe essere sottovalutata. Quest'erba ha alle spalle una lunga storia di uso medico ed è un pilastro della fitoterapia occidentale. Molte persone dicono di non aver ottenuto risultati soddisfacenti dalla valeriana, probabilmente per una preparazione incorretta della miscela. Portare ad ebollizione le radici distrugge i principi attivi; tuttavia, ancora troppa gente segue questo processo che, ovviamente, annulla qualsiasi tipo di beneficio della valeriana. Se volete fare un potente tè "sonnifero", aggiungete 1-2 cucchiaini di radice in una tazza di acqua fredda e lasciatela riposare per circa 12 ore.

La valeriana viene anche impiegata per ridurre l'ansia e, quindi, diminuire gli eventuali problemi d'insonnia. È sempre conveniente trattare prima le cause scatenanti di un malessere, piuttosto che i sintomi. A differenza di molti farmaci, la valeriana non induce stati di "sbornia" o sensi di frastornamento, effetti collaterali che invece alcune medicine possono causare.

Anche se la valeriana non dovrebbe essere utilizzata per periodi di tempo troppo lunghi, quest'erba ha dimostrato di essere sicura ed innocua. Ci sono persone che hanno provato a suicidarsi assumendo massicce quantità di valeriana con l'intento di morire di overdose, ma l'unica cosa che hanno ottenuto sono stati forti dolori di stomaco e mal di testa.

Fiore della passione

PassionflowerLa Passiflora incarnata è un rimedio naturale realmente efficace che aiuta a sconfiggere l'insonnia senza provocare effetti collaterali o postumi da sbronza. È un fiore con proprietà medicinali che venne scoperto dagli antichi Aztechi e da allora viene utilizzato come sedativo. In ambito clinico è stato dimostrato che migliora notevolmente la durata e la qualità del sonno.

Rispetto alla valeriana, la Passiflora è più leggera ma, tuttavia, mostra un maggiore raggio d'azione. Quest'erba ha la proprietà di alleviare i dolori e, sovente, viene usata come antidepressivo blando, grazie alla presenza degli alcaloidi harmala. A chi fosse interessato a conoscere meglio la chimica di questa pianta, potrebbe risultare interessante sapere che il gruppo di alcaloidi harmala è contenuto anche nella Banisteriopsis Caapi e nella Peganum Harmala, entrambe piante estremamente psicoattive. È importante sapere che questi alcaloidi sono inibitori delle MAO, ovvero delle monoamino ossidasi. È per questo motivo che sarebbe opportuno seguire una particolare dieta prima di assumere questa sostanza.

Un avvertimento: l'uso per periodi più o meno prolungati e a dosaggi elevati potrebbero causare stanchezza e sensazioni di debolezza. È raccomandabile iniziare sempre con piccole dosi, per apprezzare progressivamente le sue proprietà ed i suoi effetti, seguendo così il corretto uso del farmaco. Il metodo più comune per assumere questa pianta è quello di ingerirla sotto forma di tè. Dopo mezz'ora cominceranno ad avvertirsi i primi effetti rilassanti o, addirittura, la necessità di andare a letto a riposare profondamente.

Loto Blu

BluelotusDiffusosi lungo le sponde del fiume Nilo in Egitto, il loto blu ha occupato una posizione di rispetto nella storia, acquisendo un importante significato culturale nella civiltà egizia per le sue proprietà sedative, analgesiche ed afrodisiache. Oggi è noto soprattutto per i suoi effetti sedativi, il che lo rende un'ottima alternativa per combattere i problemi d'insonnia. Generalmente viene assunto sotto forma di infusione o tè, ma può essere anche ingerito puro o assunto sotto forma di tintura. Contiene Aporfina, una sostanza chimica che induce stati di calma e di euforia pacata.

Non sono mai stati rilevati effetti collaterali dannosi per la salute umana. I problemi potrebbero insorgere nel momento in cui il loto blu dovesse venir assunto in combinazione con altri farmaci. Quindi, se foste interessati a sperimentare i suoi effetti, ricordatevi di non accompagnarlo con nessun'altra sostanza.

Nepitella

CatmintLa nepitella, nota anche come erba gatta, è una pianta proveniente dall'Europa del Sud. I cespugli che sviluppa possono essere tagliati ed essiccati per preparare uno speciale medicamento, capace di ridurre l'ansia e di sconfiggere l'insonnia. Inoltre, possiede particolari proprietà che possono migliorare la digestione o sollevare l'umore. La Nepeta cataria è una pianta da giardino molto comune, senza nessun tipo di restrizione legale. I mazzetti raccolti si possono essiccare ed utilizzare per preparare un tè da consumare a piacimento. Si può tranquillamente assumere durante il giorno, mentre la sera si può aumentare il dosaggio da consumare prima di andare a dormire.

Melatonina

melatoninAnche se tecnicamente non può essere considerata un rimedio a base di erbe, la melatonina è un ormone che si trova naturalmente nel nostro organismo. È un agente chimico che regola il nostro orologio interno biologico e risulta essere un qualcosa che il corpo produce in modo naturale per conciliare il sonno. Ai primi bagliori del mattino il nostro organismo riduce la produzione di questa sostanza, aiutandoci a svegliarci.

Si è dimostrato che la melatonina è estremamente efficace ed è per questo che diversi professionisti la ritengono un ottimo rimedio per combattere i disturbi del sonno (i piloti ne fanno uso). La melatonina è un metodo sicuro per conciliare il sonno, senza l'insorgenza di alcun effetto collaterale. L'unica sensazione che può causare è un po' di intorpidimento, avvertibile il mattino appena svegli. Per il resto si tratta di una sostanza sicura e legale in molti Paesi.

L-Triptofano & Vitamina B6
Se volete sbizzarrire la vostra fantasia, potete stimolare il vostro corpo in modo che possa aumentare la produzione interna di melatonina. Per fare ciò, si devono utilizzare precursori chimici della melatonina: il triptofano e la vitamina B6. Da questa combinazione, la vitamina B6 è in grado di convertire il triptofano in serotonina, che a sua volta verrà convertita in melatonina. Tuttavia, è sempre meglio essere in grado di sintetizzare la melatonina senza l'apporto di prodotti chimici che potrebbero provocare una dipendenza ormonale. Il triptofano è anche utilizzato per mantenere la stabilità emozionale e risollevare l'umore.

Conclusione

Come avete notato, esistono alcune alternative reperibili in natura per combattere l'insonnia. È molto importante comprendere che tutti i metodi naturali hanno un raggio d'azione ampio, ma non infinito. Apportano importanti vantaggi, ma non sono una soluzione facile o la risposta definitiva ad ogni vostro malessere. Per ottenere benefici è sempre necessario valutare a priori le possibili cause del problema ed affrontarle. State attraversando un periodo di forte stress? Siete depressi? Tutti questi disturbi possono provocare insonnia e, anche se questi rimedi naturali possono aiutarvi, dovrete cercare di lottare su ogni fronte per liberarvi una volta per tutte del fattore scatenante. Capire quali sono le cause può aiutare a decidere quale farmaco sia più adatto alle vostre esigenze, per potersi curare nel migliore dei modi.

 

Zamnesia

Rilassante