Prodotto aggiunto con successo al carrello.
Acquista

Come usare il Kratom

Kratom

Esistono diversi modi di ingerire il Kratom, ma nel mondo occidentale le foglie fresche di Mitragyna speciosa dalla pianta Kothals sono raramente disponibili, pertanto ci limiteremo a fornirvi la nostra piccola "menu card" di foglie secche, macinate e polverizzate.

Se ordinate foglie secche o macinate, tenete in considerazione che sarebbe consigliabile ricavare una polvere da esse. Non solo per togliere steli e nervature, ma anche per permettere un più facile dosaggio e per aumentare la dimensione dell'area superficiale, facilitando la dissoluzione delle sostanze attive dalla materia vegetale. Nonostante ciò ricordatevi di conservare steli e nervature: non sono spazzatura, ma potrete utilizzarli in seguito per realizzare un'infusione.

Per realizzare da soli la vostra polvere di Kratom, avete bisogno di un potente frullatore a lama, o di qualcosa di simile (come un macinino per spezie elettrico), per sminuzzare le foglie secche, e di un colino a maglia fine per dividere nervature e steli: se desiderate utilizzare la polvere che passa attraverso il colino, è consigliabile che questa abbia la consistenza del lievito in polvere.

Questi metodi di ingestione sono solo suggerimenti... si può sempre esprimere la propria idea in merito (ed inviarcela via e-mail).

Capsule in gel di Kratom

Il sapore del Kratom non è sicuramente gradevole o piacevole e qualcuno lo descrive come "terroso ed amaro", altri semplicemente lo ritengono disgustoso. Per ovviare al problema del sapore, potete realizzare delle capsule in gel dalla vostra polvere di Kratom, utilizzando una macchina per fare le capsule. Non preoccupatevi, le macchine incapsulanti manuali e non commerciali sono piuttosto economiche. In questo modo potrete risolvere il problema del sapore, ma dovrete tenere in considerazione di dover impiegare un po' di tempo per la realizzazione delle vostre capsule.

Kratom Tea (con cannella e zenzero)

Il termine "tea" è un'esagerazione selvaggia, se utilizzato nel contesto dell'ingestione di Kratom: un termine più appropriato sarebbe intruglio, perché l'esperienza provata assaporando questa miscela è ben lontana dal sapore del tea. Per un tea (rabbrividiamo) potete usare gli steli e le nervature (quelli che vi abbiamo detto in precedenza di mettere da parte), le foglie sminuzzate o la polvere. La polvere lavora molto meglio delle foglie secche sminuzzate o degli steli e delle nervature. Per realizzare un intruglio aggiungete le vostre foglie sminuzzate o la vostra polvere (la quantità dipende dal vostro gusto personale, dalla vostra tolleranza, dall'effetto ricercato ecc.) in circa un litro di acqua e portate a bollore per 5-15 minuti prima di aggiungere stecche di cannella (NO in polvere). Lasciate sobbollire l'infusione per almeno 10-15 minuti o più, o almeno finché il volume di partenza non si sia ridotto almeno del 50%. Ora potete aggiungere un dolcificante qualsiasi e un po' di radice di zenzero, o in polvere. Il risultato sarà un tea dal gusto piuttosto gradevole, simile al tea Chai. Se desiderate un tea chiaro, usate un colino. Con questa ricetta si possono fare degli esperimenti, aggiungendo, ad esempio, fiori di tiglio, camomilla, stami di lotus, Blue Egyptian Water Lily o fiori di papavero rosso. Alcuni amano aggiungervi un pizzico di mate o tea nero: la scelta è totalmente vostra. Gli alcaloidi non sono facilmente solubili in acqua, pertanto il residuo del vostro filtrato conterrà sostanze attive che potete riutilizzare per ripetere le operazioni sopra citate o per realizzare un altro intruglio. La procedura è relativamente lunga e la potenza dell'infuso è variabile, ma il grande vantaggio è il miglioramento del sapore.

Come fare un delizioso tè di Kratom

Acqua - Succo di Kratom

Un metodo veloce per ingerire polvere di Kratom è, probabilmente, il semplice risciacquo. Ma "semplice" non è semplice, in questo caso, perché se doveste sbagliare qualcosa, potreste fare la fine di quei buffoni che hanno provato ad ingerire un cucchiaio di cannella in polvere ("la sfida della cannella") e hanno finito per inalare la polvere, che sicuramente non è piacevole né tanto meno saggio, per dirla tutta. Pertanto, per deglutire in sicurezza polvere di Kratom, iperventilate diverse volte e poi fate un respiro mooooolto profondo e trattenete il fiato, prima di espirare moooooolto lentamente dal naso e, mentre fate ciò, mettetevi in bocca un cucchiaino da tea di polvere e fate un piccolo sorso d'acqua o di succo, a vostro piacimento, ma NON deglutite ancora. Ora fate rigirare la poltiglia in bocca finché non si sarà completamente mescolata con il liquido che avete impiegato e, quindi, risciacquate il tutto con un bicchiere d' acqua o di succo, di nuovo a vostra scelta. Succhi di frutta al limone o al pompelmo fanno un ottimo lavoro, perché gli alcaloidi del Kratom sono solubili in certe sostanze acide e gli effetti compaiono prima. Ripete l'operazione per ogni cucchiaino da tea.

Composta di mele al Kratom

Mescolare polvere di Kratom con una composta di mele a pezzettoni è un modo abbastanza gradevole e molto veloce di ingerire Kratom. Aggiungete la vostra polvere di Kratom, un dolcificante come miele o zucchero e un po' di cannella alla composta di mele e mescolate accuratamente prima di consumare. Non lasciatelo fermo per troppo tempo o il sapore amaro del Kratom potrebbe riemergere rovinando la "dolce sensazione" che, originariamente, volevate eliminare. Vi consigliamo di utilizzare una composta di mele a pezzettoni perché la polvere di Kratom non è abbastanza fine e potrebbe rendere la composta sabbiosa.

Panino al Kratom

Un altro metodo veloce per consumare la polvere di Kratom è mescolarla con miele e spalmarla su una fetta di pane nero. Chiudere con un'altra fetta, a panino, è opzionale.

Liquore al Kratom

Gli alcaloidi del Kratom sono solubili in alcool. Per realizzare il vostro liquore all'alcool usate un alcolico ad alta gradazione, come vodka, whiskey o rhum (alcuni sostengono che anche il sake vada bene) per mescolare le vostre foglie secche o la vostra polvere. Dopo qualche tempo le foglie saranno intrise e l'infuso risultante potrà essere migliorato nel gusto con l'aggiunta di dolcificanti o spezie. Il liquore di Kratom può essere conservato per mesi.

Frullato di Kratom - Gelato di Kratom

Potete mescolare la vostra polvere di Kratom con frullati o gelato, ma il grande svantaggio nel ricorrere a questo metodo è che gli effetti non solo compaiono più lentamente, ma sono anche meno forti. Il problema è che le proteine del latte coagulate intorno alle particelle della polvere ritardano il rilascio degli alcaloidi.

Fumare Kratom

DI NUOVO?? E`sufficiente quanto già detto in merito? Bene... andiamo ad approfondire ancora un po' la questione... Fumare Kratom non è tra i metodi più efficaci per provocare qualcuno degli effetti desiderati (o solo perché li prolunga un po'). Alcune persone, con una tolleranza molto bassa, possono sentire una sorta di "tocco" un po' più lungo (molto probabilmente di circa 30 minuti) ed un leggero effetto, ma il sapore disgustoso e la consistenza del fumo e il suo impatto sui polmoni sono un alto prezzo da pagare per essere "toccati" dal Kratom. È, dunque, sconsigliato, anche se alcune tribù del sud est asiatico fumano tradizionalmente Kratom.

 

Zamnesia

Kratom prodotti