Prodotto aggiunto con successo al carrello.
Acquista

LA STORIA DEL DABBING

Dabbing

 

 

L'hashish non è altro che una forma arcaica di "concentrato di Cannabis" e ha una storia alle spalle antica come quella sull'uso della Cannabis, ma i livelli di THC e la potenza sono, in qualche modo, paragonabili ai concentrati prodotti attualmente. La diffusione di questo nuovo fenomeno sub-culturale, in tempi così ridotti, è un mistero: dove, quando e chi ha inventato il "Dab"?!

Il primo articolo su questo nuovo fenomeno fu pubblicato dalla Cannabis Culture, nel 2005, e da qui si scoprì che i primi "dab" vennero, quasi sicuramente, fumati negli anni '60:

In quei tempi venivano adottati metodi considerati innovativi per estrarre i cannabinoidi: alcool, cloroformio, butano ed altri solventi, per poi essere venduti come "honey oil", "red oil", "jelly-butane hash" o altri intrugli dai nomi fantasiosi: i primi dab. La purezza ed i livelli dei cannabinoidi erano generalmente superiori a quelli dell'hashish, ma i concentrati erano spesso contaminati da residui di solventi ed i vari processi di produzione con solventi chimici erano pericoloso per la salute.

Cannabis concentrato dabSecondo BudderKing, "Budder", questo nuovo fenomeno è il risultato di 10 anni di ricerche, con la finalità di produrre oli liquidi di Cannabis, il cosiddetto olio di miele (Honey Oil). Lui ed i suoi colleghi della Surrey, British Columbia, portarono l'estrazione di "honey oil" ad un livello superiore, creando un prodotto chiamato "vetro". BudderKing dichiarò che "venne utilizzato un olio raffinato ed elaborato attraverso diverse fasi, in un processo dove si usò alcool" e che "successivamente venne ulteriormente elaborato, fino ad ottenere un qualcosa che aveva un aspetto ed una consistenza di ambra. Ci piacque da subito per la sua straordinaria potenza e per il fatto che era più piacevole da fumare che l'olio".

Alcuni esponenti di primo piano nell'industria della marijuana terapeutica hanno dichiarato di non aver mai sentito parlare di questi concentrati, dall'alto numero di ottani, prima dell'estate del 2010. Inoltre, pare che i primi concentrati provengano dagli Stati Uniti, California settentrionale o Colorado. Successivamente i "Dab" iniziarono ad espandersi a macchia d'olio e decollare, soprattutto a Denver e a Boulder.

Nel 2012 il processo di produzione dei concentrati iniziò ad industrializzarsi e si diffuse tra i coltivatori. Durante gli "High Times Cup" del 2012 erano di più le persone che consumavano concentrati di quelle che fumavano marijuana. Un uso che potremmo considerare eccessivo, quasi vicino al vero e proprio abuso.

Ultimamente, si stanno diffondendo voci sui rischi per la salute, o se sia effettivamente una "droga" molto più pesante rispetto alla Cannabis o una forma di fumare eccessivamente pericolosa ed aggressiva. Solo il tempo deciderà quali saranno i prossimi derivati della Cannabis che prenderanno piede sul mercato.


Zamnesia


Prodotti Dabbing