Prodotto aggiunto con successo al carrello.
Acquista

Substrati di coltivazione

La pianta di Cannabis è un po' come un iceberg: ciò che i tuoi occhi possono percepire è solo una frazione dell'intero organismo. Ciò che sfugge alla tua vista è, in realtà, la parte più importante di ciascuna pianta: il suo sistema radicale. Esso ha la funzione di procurare acqua e nutrimento. E partire da un nutrimento appropriato è la chiave per avere una pianta sana ed un raccolto decente: non c'è modo di avere belle cime senza radici ben sviluppate.

Questo è il motivo per cui un vero, grande errore (sfortunatamente fin troppo comune) è pensare che si possa coltivare marijuana con qualsiasi substrato. Prelevare terriccio dal giardino, o riciclarlo dopo che le piante vecchie sono morte, porta spesso ad avere un pessimo raccolto. Se decidi di coltivare la tua Cannabis in un substrato a base di terriccio, dovrai assicurarti che sia di ottima qualità, perché in questo caso risparmiare vuol dire pagarla cara.

Altre possibilità, in alternativa al terriccio, sono rappresentate dall'ormai ben nota fibra di cocco, così come da sistemi più avanzati quali l'idroponico o l'aeroponico, dove le radici traggono alimentazione direttamente dalle sostanze nutritive senza l'utilizzo di terra, che spesso ospita diverse specie di parassiti.

Per essere assolutamente sicuri di prendere una decisione consapevole, dovete tenere presente che la scelta del tipo di terreno di coltura per la vostra piantagione di Cannabis determinerà l'intero ciclo di crescita, dal regime nutrizionale agli impianti di irrigazione.

Grow Guide

 ...