Product successfully added to your shopping cart.
Check out

 Sistemi di riscaldamento

Durante le 12 o 18 ore di luce, il problema principale con la temperatura nell'area di coltivazione è che non sia troppo elevata: le lampade HID (MH e HPS) sono fonte di molto calore. Anche in caso che non diate 24 ore di luce alle vostre piante, potreste comunque incorrere in diversi problemi durante la fase "notturna". La temperatura ottimale per la produzione di THC si aggira intorno ai 26-28°C (75-83°F), leggermente superiore alla temperatura di un armadio e, ad ogni modo, superiore a quella presente nelle tipiche coltivazioni nascoste in fabbriche abbandonate, soffitte, cantine ecc...

Potrete risolvere il problema in due maniere, a seconda della dimensione della vostra area di coltivazione/grow box. Un modo è piazzare una convenzionale stufetta elettrica, abbinata ad un ventilatore (se non volete che il calore si concentri tutto in un solo punto, il che porterebbe ad una crescita non uniforme all'interno del box). Una soluzione alternativa potrebbe essere investire in un riscaldamento a pavimento: un sottile tubo che passa al di sotto della superficie sulla quale andrete a piazzare le vostre piante. Poiché è naturale che l'aria calda salga verso l'alto, questo sistema vi garantirebbe una distribuzione omogenea del calore. In piccoli ambienti e in serra, si potrebbero utilizzare tappeti riscaldanti, particolarmente importanti per piantini e talee perché estremamente sensibili alle basse temperature.

Grow Guide

 ...