Prodotto aggiunto con successo al carrello.
Acquista

Effetti della Ayahuasca

La Ayahuasca, anche comunemente conosciuta come Yagé, è una bevanda allucinogena utilizzata dalle popolazioni indigene dell'Amazzonia durante i secoli. Questa contiene una combinazione di sostanze che inducono effetti sia fisici che mentali. I primi effetti si apprezzano dopo circa 15-60 minuti dall'ingestione e si avvertono per 2-6 ore.

Effetti fisici

Gli effetti fisici dell'Ayahuasca vengono innescati e dipendono dalla composizione della miscela e dalla dose ingerita. Normalmente, colui che assume questa sostanza verrà colpito inizialmente da una forte sensazione di nausea, che potrà indurlo al vomito e, in alcuni casi, addirittura ad affrontare leggeri attacchi di diarrea. Le popolazioni indigene considerano questi effetti secondari una pulizia per poter raggiungere il giusto stato di purezza, prima di incontrare gli spiriti o dèi della natura. Inoltre, tutti i "parassiti", come i vermi, verranno espulsi dall'organismo, liberando il corpo da eventuali distrazioni della "vecchia" realtà conosciuta per potere, così, assorbire meglio e più facilmente le sostanze attive contenute nella "pozione". La nausea non è un effetto secondario inevitabile. È stato osservato che la maggior parte delle culture indigene seguono una dieta speciale per diminuirne gli effetti. Altri effetti fisici causati dall'Ayahuasca potrebbero essere un leggero ronzio nelle orecchie, tremori, colpi di freddo e calore, sudorazione intensa, vertigini ed un leggero aumento della pressione sanguigna e del battito cardiaco. Non esistono casi documentati di decessi da overdose, ma le reazioni allergiche alle sostanze contenute non possono essere escluse. Ma, in linea di massima, se si ingerisce una dose eccessiva di Ayahuasca, è molto probabile che si debbano affrontare situazioni di totale black-out, con l'unico svantaggio di rovinare l'esperienza. L'uso continuato di Ayahuasca pare che non provochi effetti a lungo termine sulla salute mentale di chi la consuma, senza creare nessuno tipo di dipendenza. La più grande ed unica preoccupazione da considerare nell'assunzione di Ayahuasca sono i livelli di Tiramina contenuti. Questi possono portare a crisi ipertensive, che potrebbero terminare in ictus emorragico e innescare aneurismi presistenti o infarti del miocardio, con la conseguente morte del consumatore. Ma questa è solo una supposizione teorica che non è mai stata documentata. Quindi, a parte il teorico pericolo, vi sono studi che dimostrano che l'Ayhuasca è un ottimo rimedio per i disturbi di depressione, dipendenza ed ansia.

Effetti mentali

La Ayahuasca contiene potenti alcaloidi allucinogeni ed induce la più profonda di tutte le esperienze psichedeliche esistenti. L'uso di diverse piante miscelate assieme può variare gli effetti, ma la principale sensazione che si avverte durante queste sedute psichedeliche di Ayahuasca è quella delle allucinazioni. Le esperienze sono descritte come oniriche sequenze visive che comprendono la manifestazione di aiutanti (della natura) spirituali, creature demoniache, divinità e una svariata quantità di animali. Alcuni arrivano ad apprezzare sequenze visive di frattali galleggianti e motivi geometrici e/o provano l'incredibile sensazione di volare. Vi sono ancora altri casi in cui le persone credono di poter vedere gli oggetti, da loro distanti, nitidamente e si spingono fino a presentire eventi del futuro. Colui che assume questa sostanza sperimenta, letteralmente, un mondo totalmente diverso rispetto alla realtà a cui si è abituati, che permette di raggiungere uno stato di divinità in cui si possono visitare luoghi inimmaginabili, come il paradiso o l'inferno. Vi sono casi in cui si è arrivati a sperimentare perfino la propria morte. Tutti questi potenti effetti rendono sicuramente l'idea del perchè i Mestizos, sciamani, usavano l'Ayahuasca per separare l'anima dal corpo terreno, per poter ottenere, così, i loro obiettivi spirituali e religiosi.

 

Zamnesia

Meglio di Ayahuasca