Wild Dagga - Un moderato euforizzante

Pubblicato :
Categorie : BlogErbe e Semi

Wild Dagga - Un moderato euforizzante

La Leonotis leonorus: Un'alternativa alla marijuana, più leggera, legale e facile da gestire.

Probabilmente (oppure no) avrete già sentito parlare della Wild Dagga. Si tratta di una pianta alquanto interessante in grado di provocare effetti molto simili a quelli della Cannabis; tuttavia, le sensazioni che induce sono significativamente più leggere. Potremmo considerarla una piacevole alternativa alla marijuana, indicata soprattutto quando si ha bisogno di rallentare un po' i ritmi stressanti della giornata.

Che cos'è la Wild Dagga?

La Leonotis leonorus è un grande arbusto a foglia allungata originario delle zone del Sud Africa, dove cresce naturalmente. Questa graziosa pianta stimolante e robusta fa parte della famiglia della menta, ma in Sud Africa viene letteralmente chiamata "Cannabis selvatica", dovuto appunto alle sue lontane somiglianze con la marijuana.

È completamente legale in molti paesi e viene spesso coltivata come pianta ornamentale o per attirare la fauna selvatica all'interno di un giardino (la sua produzione di resina e nettare è tale da attrarre facilmente uccelli e farfalle).

Ovviamente, l'essere umano non si è limitato ad utilizzarla solo con queste finalità. Esattamente come con la Cannabis, i fiori resinosi della Wild Dagga possono essere essiccati e fumati (o vaporizzati!), un uso che ha accompagnato l'uomo per diversi secoli. Non ha la stessa potenza della Cannabis, per cui non prendetela come una valida alternativa alla marijuana, ma dimostra comunque di avere alcune caratteristiche simili. I suoi effetti sono molto più facili da tenere sotto controllo, per cui potremmo considerarla una sostanza moderatamente rilassante.

Leonotis leonurus

Gli effetti della Wild Dagga

Quindi, quali sono gli effetti che provoca la Wild Dagga? Bene, il modo migliore per descriverli è quello di pensare ad una leggera fusione mentale che induce sensazioni euforiche e rilassanti. Non arriva ad essere avvertita dopo poche boccate, ma fumata progressivamente, poco a poco, è in grado di provocare, lentamente, i suoi effetti calmanti.

Come si assume la Wild Dagga

Il modo migliore per consumare la Wild Dagga è fumare o vaporizzare i suoi fiori essiccati. Si può assumere da sola o assieme ad una miscela di altre erbe. Entrambe le opzioni sono assolutamente efficaci ed otterrete gli effetti desiderati. La Wild Dagga può essere anche sottoposta ad un processo d'estrazione con cui ottenere una tintura, molto più discreta da consumare, anche in movimento, o aggiungendola in acqua calda come se fosse un normale tè.

La Wild Dagga è disponibile, sia sotto forma di foglie che di estratto concentrato, sul sito di Zamnesia.

La Wild Dagga è stata impiegata per secoli soprattutto per i suoi effetti calmanti ed euforici. Le sue origini risalgono all'uso tribale in Sud Africa, dove le tribù degli ottentotti erano solite usare questa pianta nella vita di tutti giorni, diventando parte integrante della loro cultura. Inoltre, risulta che anche le tribù Zulu e Xhosa usino di frequente questa pianta.

Oltre ai suoi effetti euforici, la Wild Dagga è stata utilizzata anche nella medicina tradizionale tribale per trattare una vasta gamma di malattie, dal mal di stomaco ai morsi di serpenti.

Se siete interessati a provare un'erba più leggera e molto più accessibile della Cannabis, allora la Wild Dagga potrebbe essere ciò che fa per voi. Ricordatevi, però, che gli effetti non sono quelli della Cannabis. Dimostra di avere caratteristiche, sapori ed effetti propri, tuttavia, le piccole somiglianze che la accomunano alla marijuana la rendono una valida e delicata alternativa da aggiungere alle vostre miscele di erbe. Vi auguriamo un buon divertimento!