Verranno donati $1.000.000 per la legalizzazione della Cannabis

Pubblicato :
Categorie : Blog

Verranno donati $1.000.000 per la legalizzazione della Cannabis

Ha dichiarato che il suo principale obiettivo è quello di vedere legalizzata la Cannabis e che ritiene che ciò possa rallegrarlo ancora più della sua vincita milionaria.

Verranno donati $1.000.000 per la legalizzazione della Cannabis da parte di un vincitore della lotteria

Lo scorso anno, negli stati del Colorado e di Washington, hanno sicuramente avuto buone ragioni per festeggiare. È stata, infatti, approvata una legge che rende perfettamente legale la possessione, il consumo e la vendita di marijuana. Inoltre, il movimento per la legalizzazione della marijuana in Canada ha ricevuto un grande regalo: un convinto attivista ha vinto un montepremi da 25 milioni di dollari, dichiarando che donerà un milione al movimento.

I festeggiamenti del 4/20 sono stati tutti sponsorizzati da questo fortunato vincitore della British Columbia. Bob Erb fu un forte sostenitore della causa fin dai primi anni ' 70. Ha dichiarato che il suo principale obiettivo è quello di vedere legalizzata la Cannabis e che ritiene che ciò possa rallegrarlo ancora più della sua vincita milionaria. Per questo motivo ha deciso di sostenere la campagna. È da ormai 40 anni che gioca alla lotteria e che combatte per la legalizzazione della marijuana; se è riuscito ad avere successo con la prima, perchè non dovrebbe farcela con la seconda?

Erb prosegue la sua lotta, ribadendo che è ora di cambiare le leggi sulla Cannabis. Ha combattuto per diritti e valori di giustizia sociale ed umana per decenni, per cui non è sicuramente in procinto di fermarsi proprio ora, "solo" perchè ha appena vinto 25 milioni di dollari. La maggior parte dei vincitori di montepremi così grandi abbandonano il lavoro il giorno stesso e fuggono a godersi il resto della loro vita, comodamente sdraiati sotto una palma di cocco. Ma ciò non è certo quello che vuole fare Bob Erb. Dopo aver dedicato tutta la sua vita per la lotta e la resistenza attiva pro-Cannabis, percepisce la situazione attuale come un buon motivo per continuare ad agire. Adesso che ha ricevuto tutte le risorse di cui ha bisogno, una campagna per la legalizzazione della marijuana potrebbe diventare decisamente più efficace.

Nel 2001 cercò di far eleggere, senza successo, il Partito della Marijuana alle elezioni provinciali della British Columbia, così come per diventare sindaco della sua città natale, Terrace. Ormai, con tutti i soldi spesi per la campagna, si trovò a dover riconsiderare le sue azione ed iniziare nuovamente da capo. Ora, però, avrà sicuramente investimenti più elevati con cui insistere. È arrivato a mettere gli occhi sul parlamento nazionale. Alle prossime elezioni federali del Canada, potremmo, quindi, rivedere il ritorno di un Partito della Marijuana, con alle spalle un buon finanziamento (o semplicemente un movimento Bob Erb), con un unico e chiaro obiettivo: legalizzare e garantire l'accesso a marijuana di alta qualità, per tutti gli adulti che abbiano intenzione di consumarla.

Sono ormai tante le organizzazioni nominate come possibili beneficiarie della generostià di Bob Erb: NORML Women's Alliance of Canada, NORML Canada, Sensible BC, Stop the Violence BC e la 420 rallies.

Milioni di persone in tutto il mondo sostengono il movimento 4/20 e ritengono che sia essenziale proporre nuove riforme riguardanti l'uso della Cannabis. Con un po' di fortuna, il prossimo anno in questo stesso periodo, potremmo vedere i Canadesi, come i loro vicini di Washington, celebrare questa importantissima vittoria.