Uno studio rivela il legame tra funghi magici e sensazioni di benessere

Pubblicato :
Categorie : BlogFunghi MagiciSostanze psichedeliche

Uno studio rivela il legame tra funghi magici e sensazioni di benessere

Già i nostri antenati sapevano che i funghi contenenti psilocibina sono in grado di farci vedere le cose con più ottimismo ma, fino ad oggi, nessuno ne conosceva le vere ragioni. La scienza moderna ha scoperto un meccanismo che ne spiegherebbe i motivi.

Il fungo è già di per sé una sostanza naturale in grado di fornire un importante sollievo emotivo, ma i ricercatori della Psychiatric University Hospital di Zurigo sono voluti andare oltre. Lo studio da loro condotto ("La psilocibina come inibitore della trasformazione delle emozioni negative nell'amigdala: miglioramenti dell'umore nei volontari sani esaminati") ha confermato che i funghi hanno un'azione diretta su chi li assume, innescando sensazioni di benessere potenzialmente utili per molte applicazioni mediche. Ciò significa che la psilocibina, interagendo con la regione del cervello conosciuta come amigdala, ha la capacità di agire sulla consapevolezza umana e sui suoi meccanismi emozionali. Il malfunzionamento di questo sistema ha origine nell'amigdala e può causare una serie di disturbi emotivi più o meno gravi. Sorprendentemente, i funghi magici interagiscono direttamente con questa regione del cervello, evitando che i sentimenti negativi possano diventare un problema serio. La psilocibina, il principale componente attivo dei funghi magici, ha dimostrato di alleviare i sintomi della depressione e dell'ansia, arrestando la sovrapproduzione di sentimenti negativi. Inibendo efficacemente l'evoluzione delle emozioni negative si riesce a risollevare positivamente l'animo.

Una amigdala iperattiva reagisce automaticamente ad una stimolazione esterna, utilizzando i neuroni come messaggeri dei segnali negativi, con il rischio di annullare quelli positivi. È interessante notare come la psilocibina possa intervenire in questo processo, stimolando l'attività nella produzione e ricezione della serotonina. Questo fondamentale sistema di comunicazione cerebrale è il responsabile delle sensazioni di benessere, euforia e calma che noi percepiamo, oltre a gestire tutta una serie di altre importanti funzioni corporee. Una spiccata sensibilità nei confronti dei livelli di serotonina contrasta gli effetti dell'ansia, casuata da uno squilibrio nel sistema limbico.

Le dosi

Indipendentemente dalla quantità somministrata, tutti i soggetti sottoposti al test hanno sperimentato variazioni d'umore positive. Le benefiche trasformazioni nella struttura cerebrale sono state catturate utilizzando la tecnologia più avanzata di scansione a risonanza magnetica (Magnetic Resonance Imaging, MRI), ottenendo risultati inconfutabili. Anche a bassi dosaggi si possono ottenere effetti positivi per la vita di ognuno di noi. È interessante notare che i partecipanti al test cui è stata somministrato un alto dosaggio di psilocibina sono stati gli unici a vivere esperienze negative. Tuttavia, i problemi che hanno dovuto affrontare sono stati solo temporanei ed il test ha permesso loro di rivedere la vita di tutti i giorni in un'ottica più positiva.

I volontari a cui è stato somministrato il massimo dosaggio sono stati 6 volte più propensi a far fronte a complesse lotte psicologiche, ma sono stati anche quelli più inclini a vivere interessanti esperienze spirituali. Dopo la prima assunzione, ogni membro della prova ha notato un netto miglioramento nello stato d'umore, nella socievolezza e nel modo di vedere la vita nel suo complesso. Questi risultati sono stati confermati in un secondo momento dai parenti stretti e dai conoscenti dei partecipanti.

L'impatto

Ristabilire gli equilibri nelle parti limbiche del cervello permette alla psilocibina di modificare direttamente le funzionalità stagnanti del pensiero. Questa sostanza psicoattiva permette di vedere con maggiora chiarezza e calma le situazioni personali, in alcuni casi potenzialmente devastanti a livello emotivo. I pensieri negativi vengono processati senza incombere nelle insidiose problematiche di disturbi mentali o traumi emotivi. Le angoscie scompaiono e sono sostituite dalla ragione e dalla lucidità mentale. Qualsiasi sia la situazione, la minima interazione con la psilocibina può essere sufficiente ad aumentare le sensazioni di benessere generale. Aumentando i dosaggi il processo mentale evolve ulteriormente, aiutando il processo di scoperta del proprio io.

Esplorare nuovi percorsi di connessione con il misticismo permette alle persone di accedere alla trascendenza, altrimenti difficile da raggiungere. Gli spiritisti hanno usato i funghi magici per secoli allo scopo di migliorare le proprie meditazioni, concetti che stanno per essere ripresi dalla scienza occidentale. Ogni esperienza può essere sfruttata per ottenere un reale progresso psicologico. Tutte le domande che ci tormentano possono trovare una risposta pacifica, un nuovo punto di vista offerto dai funghi magici. In definitiva, coloro che assumono psilocibina arrivano ad un picco che consente loro di conoscere meglio se stessi, in un'ottica totalmente pura. Questa purezza nell'accettazione personale del proprio essere porta a provare sentimenti positivi e a una salute mentale rigenerata.

Il potenziale

Tutti i partecipanti a questo studio erano stati precedentemente selezionati tra persone in perfetta salute fisica e mentale. Tuttavia, molte di loro hanno ottenuto enormi benefici mentali e benessere generalizzato. Ciò significa che i pazienti affetti da disturbi psicologici potrebbero, quasi sicuramente, ottenere risultati ancora più entusiasmanti dai funghi magici. Molte forme di disordini emotivi sono collegati al cattivo funzionamento dell'amigdala, il che significa che la psilocibina potrebbe aiutare a correggere una vasta gamma di disturbi dell'umore e di problemi mentali.

È stato John Hopkins a condurre lo studio originale che abbiamo qui riportato e il suo team sostiene che sia solo la punta dell'iceberg. I risultati attesi dalle loro analisi sono ancora più eccitanti e molto presto avranno modo di condividerli con tutti quanti. Le ultime ricerche stanno confermando che questo è solo l'inizio. Questo team di ricercatori ha tra le mani la soluzione a molti problemi legati a traumi psicologici, come la consapevolezza della morte nei malati di cancro o in pazienti affetti da patologie in fase terminale. Inoltre, questa sostanza pare abbia dimostrato di essere un ottimo rimedio per il Disturbo da Stress Post Traumatico e una promettente cura alla dipendenza da nicotina, ancora oggi in fase di sperimentazione.

I rischi

Che ci crediate o no, non esistono significativi rischi legati all'assunzione di funghi, a parte quelli relativi al loro status giuridico. Quando si tratta degli effetti che inducono su mente e corpo, è stato dimostrato che i cambiamenti avvengono solo in positivo. Le due principali preoccupazione dei pazienti al momento di provare un fungo magico sono: approvigionamento sicuro e ambiente confortevole dove assumerlo. Il giorno che questi due requisiti saranno soddisfatti allora sarà giunto il momento di sperimentare nuove strade per la guarigione della psiche.

Ciò non vuol dire che non esista alcun rischio di ricaduta. Molte persone riconoscono di essersi sentite a disagio durante l'esperienza psichedelica, ma i benefici a lungo termine sono tali da fare drasticamente sfumare qualsiasi "down" momentaneo. Tutti gli psiconauti devono essere consapevoli che per quanto si possano sperimentare sensazioni negative, presto passeranno. Fino ad oggi non sono stati registrati casi deleteri per l'organismo umano legati all'uso di funghi magici. Naturalmente saranno necessarie ulteriori valutazioni prima di poter determinare gli esatti comportamenti fisiologici della psilocibina.

Il futuro

Anche la Casa Bianca ha riconosciuto i vantaggi emersi da questa ricerca. Ciò fa ben sperare per le sorti della legislazione sui funghi magici a scopo terapeutico, soprattutto il giorno che si comprenderanno definitivamente i reali benefici per i veterani di guerra e i malati di cancro. Culturalmente, l'opinione pubblica sta prendendo posizioni sempre più contrarie a quelle di oltre 40 anni fa, all'esordio della guerra alle droghe. L'isterica pandemia che circola intorno alle sostanze psichedeliche sta per essere dissipata dalla costante ricerca scientifica. Ormai non esiste più alcun motivo legittimo per proibire la psilocibina attraverso divieti governativi.

Sarà sufficiente approfondire ulteriormente questo argomento per legalizzare una volta per tutte l'uso medico della psilocibina, un'eventualità sempre più vicina. Come il Colorado ha dimostrato di evolvere giurisdizionalmente, adottando un rivoluzionario approccio nei confronti della marijuana, esisteranno altrettante occasioni di depenalizzare una sostanza che fino ad ora è stata ritenuta ingiustamente illegale. Stiamo parlando di principi attivi in grado di fare sentire bene tutti quanti.