Una Data Da Ricordare: Global Ibogaine Conference 2016

Pubblicato :
Categorie : BlogSostanze psichedeliche

Una Data Da Ricordare: Global Ibogaine Conference 2016

Le strategie con cui combattere la tossicodipendenza stanno cambiando, grazie anche all'ibogaina, un rimedio naturale che ha spinto il mondo scientifico a riunirsi in una conferenza internazionale.

Ancora prima che iniziasse la Guerra alle Droghe, la scienza aveva sempre mostrato particolare interesse nel trovare nuove soluzioni con cui trattare efficacemente le tossicodipendenze. Fino ad oggi, erano state solo le grandi case farmaceutiche a formulare le migliori medicine, ma il dimostrato fallimento della Guerra alle Droghe sta spingendo il mondo scientifico a trovare alternative più naturali a base di erbe. Tra queste, troviamo la Ibogaina, accolta con grande entusiasmo dalle comunità di ricercatori. La sua popolarità ha raggiunto livelli tali da spingere alcune organizzazioni a esplorare, condividere e discutere i risultati in una conferenza dedicata, appunto, a questo arbusto.

Si tratta di una straordinaria notizia per la lotta contro le tossicodipendenze ed è la dimostrazione di quanto sia cresciuta la popolarità dell'ibogaina come potenziale trattamento medico. Tutti i riflettori sembrano puntati su questo rimedio naturale.

COS'È L'IBOGAINA?

L'ibogaina è una polvere naturale ottenuta dall'arbusto iboga, pianta autoctona delle regioni occidentali dell'Africa. La sua storia affonda le radici nella più lontana tradizione indigena, in cui veniva, ed ancora oggi viene, utilizzata sia come medicina che enteogeno per le cerimonie spirituali Bwiti.

UNA DATA DA RICORDARE: IBOGAINA 2016

Pur trattandosi di una sostanza utilizzata dall'essere umano da centinaia di anni, solo in questi ultimi dieci anni, o giù di lì, la scienza occidentale ha riconosciuto le potenzialità dell'ibogaina nel trattamento delle tossicodipendenze da oppiacei. Grazie a questa sua proprietà, professionisti del settore, medici e scienziati di tutto il mondo si riuniranno dal 14 al 16 marzo 2016 in una conferenza per discutere le questioni più importanti riguardanti questo rimedio naturale. I temi di maggior rilievo saranno l'efficacia delle piante nei trattamenti clinici, la sostenibilità delle coltivazioni su larga scala, l'etica del suo uso, le pratiche tradizionali, la politica globale delle droghe e molte altre curiosità su questo arbusto.

COME AGISCE L'IBOGAINA

Si ritiene che l'ibogaina sia un potenziale punto di svolta nel trattamento delle tossicodipendenze da oppiacei. La grande maggioranza di tossicodipendenti sottoposti a questo tipo di terapia hanno riconosciuto di non aver più avuto il desiderio di fare uso di sostanze oppiacee dopo una sessione di ibogaina. La cosa ancora più sorprendente è che nessuno di questi ha manifestato, in alcun momento, una crisi d'astinenza fisica o mentale.

La ricerca condotta sull'ibogaina ha rivelato che questa sostanza ha la capacità di legarsi ai recettori degli oppiacei del nostro cervello, spingendo l'organismo a non sentire più la necessità di assumere questa droga. Legandosi saldamente ai recettori, l'ibogaina permette all'organismo di guarire e superare la tossicodipendenza, senza ricadute o crisi d'astinenza.

Attualmente, l'ibogaina viene usata in alcune terapie specifiche nei Paesi dove questa sostanza è legale.

Ci auguriamo che questa conferenza riesca a dare una spinta all'ibogaina, permettendole di scendere sulla scena mondiale per mostrare a tutti il suo vero potenziale. Ciò potrebbe, inoltre, contribuire a rivalutare le medicine naturali a base di erbe, per vederle un domani come normali trattamenti o farmaci da prescrizione.