Un nuovo musical psichedelico: LSD - The Opera

Pubblicato :
Categorie : Arte & CulturaBlogSostanze psichedeliche

Un nuovo musical psichedelico: LSD - The Opera

L'opera è una potente forma artistica che, pur essendo tradizionalmente usata per raccontare vicende del passato, ora viene usata per raccontare la storia dell'LSD.

Molte delle persone che hanno provato almeno una volta nella loro vita una sostanza psichedelica hanno difficoltà a descrivere con precisione l'esperienza da loro vissuta. Non importa quanto sia stato travolgente il viaggio in sé, il linguaggio umano tende ad incapsulare qualsiasi concetto in semplici parole descrittive. Un'esperienza dove il tempo, la percezione e la coscienza vengono distorti, non può essere descritta in modo appropriato a parole.

E per quanto riguarda la musica? La musica, nella sua essenza, può essere percepita come un qualcosa di psichedelico, etereo e penetrante, in grado di fare vibrare l'anima. È per questo che la musica risulta così piacevole quando viene usata da accompagnamento per un viaggio psichedelico. Il nuovo musical 'LSD: The Opera' riesce in qualche modo a cogliere questi concetti, in tutte le loro complessità, microtoni e, talvolta, stridenti suoni ritmici. È molto facile lasciarsi trasportare dalle sue melodie.

Tuttavia, anche se in qualche passaggio del musical potreste rievocare viaggi del passato o immergervi nelle melodie ipnotiche, cercando di spiegare e simulare la sensazione di una vera e propria allucinazione, questo non è il vero obiettivo dell'opera. LSD: The Opera vuole, invece, raccontare la turbolenta storia dell'LSD, da quando fu scoperto accidentalmente fino ad arrivare ai giorni nostri. Le parti dell'opera che sono già state scritte e provate in teatro includono la storia di Albert Hoffman, il primo viaggio di mescalina di Aldous Huxley e le ricerche segrete sull'LSD condotte dalla CIA.

L'opera è stata composta da Anne LeBaron, compositrice professionista e rinomata nel mondo della musica. È lei stessa a descrivere l'inizio dello spettacolo, quando Albert Hoffman scopre accidentalmente questa sostanza:

"Quando [Hoffman] assorbì accidentalmente alcune gocce di LSD attraverso la punta delle dita, iniziò fin da subito a notare i suoi effetti. Ciò lo spinse a somministrare su se stesso una dose di questo composto. Fu la prima persona a fare un viaggio psichedelico. Nel 1943 le auto non erano ancora così diffuse, e [Hoffman] era solito rientrare a casa in bicicletta. Quando arrivò a casa, descrisse per iscritto che tornando a casa non era riuscito a percepire la sensazione del movimento. Ciò lo spaventò così tanto che, disperato, iniziò a strillare, chiedendo un antidoto contro una droga che lo stava intossicando. Il vicino di casa non tardò a recarsi a casa di Albert con un po' di latte e [Hoffman], quando aprì la porta, si trovò faccia a faccia con un'orribile maschera con sembianze di strega. Tutti questi episodi sono rappresentati nell'opera".

Si preannuncia un musical molto interessante. Anche se molti potrebbero pensare che l'opera non è il mezzo più adatto per descrivere le sostanze psichedeliche, siamo disposti a vedere le cose in modo diverso. L'opera è una forma d'arte in grado di penetrare ed ipnotizzare con i suoi messaggi e le sue vibrazioni. Per un compositore poter descrivere al mondo intero l'LSD come una sostanza in grado di ridare l'equilibrio e di aiutare a riconoscere gli aspetti positivi e negativi della vita, attraverso l'opera, è sicuramente un grande privilegio.