Turismo Dell'Erba: La Giamaica Aprirà Degli Spa Cannabici

Pubblicato :
Categorie : BlogCannabisLeggi sulle droghe
Ultima modifica :

Turismo Dell'Erba: La Giamaica Aprirà Degli Spa Cannabici

La Giamaica, isola dei Caraibi famosa per la sua cultura della cannabis. Ci sono ora proposte per attenuare la legislazione e fare spazio ad un nuovo tipo di turismo legale dell'erba, che potrebbe attirare dei milioni di turisti in più verso l'isola.

La Giamaica gode da tempo di un'immagine di destinazione turistica canna-favorevole. L'isola caraibica, nota per essere la terra natale di Bob Marley e della sua famosa ganja, ha sempre attirato frotte di appassionati della cannabis, nonostante tecnicamente la maria sia illegale da decenni.

Seguendo la recente decriminalizzazione della marijuana, la Giamaica sta ora facendo progetti per un turismo della salute e del benessere autorizzato dal governo, e questo comporterebbe l'attenuazione delle leggi sulla marijuana.

LA CANNABIS LEGALE SVOLGEREBBE UN RUOLO DI PRIMO PIANO NEL NUOVO “TURISMO DEL BENESSERE” IN GIAMAICA

Al CanEx Giamaica di quest'anno, il ministro giamaicano del Turismo Edmund Bartlett ha detto di ritenere la costa sudoccidentale dell'isola un posto grandioso per attirare turisti che siano “più interessati allo stare in forma che a trangugiare tequila sulla spiaggia al Cabo”. Secondo quanto si riferisce, la cannabis svolgerebbe “un ruolo di primo piano” in questo nuovo tipo di turismo sull'isola.

Bartlett intende innalzare il numero dei visitatori dell'isola dagli attuali quattro milioni annui a cinque milioni, nei prossimi cinque anni.

DECRIMINALIZZAZIONE DELLA CANNABIS SÌ, MA LA LEGGE È ANCORA IMPRECISA

Se pure la Giamaica ha di recente decriminalizzato la marijuana, quando si tratta di maria la legge sull'isola è ancora vaga e considera l'acquisto e la vendita di marijuana tecnicamente illegale. Il che è sorprendente, visto che dappertutto altrove la cannabis si vende usando l'immagine dell'icona giamaicana del reggae, il compianto Bob Marley, sotto il marchio “Marley Natural”.

Le dichiarazioni del ministro del Turismo giamaicano Bartlett aprono ora la strada non solo ad un potenziamento dell'industria turistica in Giamaica, ma ad un aggiornamento delle loro già riformate politiche sulle droghe, che ha promesso di lanciare ufficialmente entro la fine del prossimo anno. Le proposte su questo punto potrebbero lasciare spazio ad un tipo tutto nuovo di turismo legale di erba, benessere e spa, che potrebbe arrivare fino ad offrire ai visitatori l'acquisto legale di marijuana coltivata in Giamaica già al loro arrivo in aeroporto.

“I prodotti della cannabis e le sue applicazioni potrebbero essere perfettamente adatti ad una rete di salute e benessere che potrebbe condurre in Giamaica una nuova fascia di consumatori con più alto potere d'acquisto, e ci darà la capacità di affermarci come destinazione particolare”, ha affermato testualmente il ministro. Ed ha anche affermato che si è reso conto di quanto le esperienze cannabiche abbiano “contribuito molto alla salute e al benessere attraverso gli Stati Uniti”.

ANCHE ALTRI PAESI CARAIBICI VOGLIONO UNA FETTA DELLA TORTA DEL TURISMO DELL'ERBA

La Giamaica non è il solo Paese che si sta scaldando all'idea di approfittare di questo nuovo tipo di turismo dell'erba. Allo stesso modo altre nazioni dei Caraibi hanno ora la volontà di afferrare una porzione del promettente mercato internazionale della cannabis.

La dirigente e fondatrice di Invest Caribbean Now (ICN), Felicia J. Persaud, ha sollevato un argomento: “Perché dovrebbero tutti arricchirsi con un'erba che è venuta fuori dalla nostra regione?” si è chiesta, ed ha insistito che i leader caraibici devono creare un nuovo indirizzo per i loro popoli, per far fronte alle sfide economiche del nostro tempo.

Il ministro del Turismo giamaicano ritiene che il turismo mondiale della cannabis potrebbe raggiungere un valore di 454 miliardi di dollari in un prossimo futuro.

Essendo la Giamaica già tradizionalmente una destinazione d'eccellenza per i consumatori di cannabis, delle leggi più morbide, e la possibilità in futuro di acquistare della ganja legalmente, di sicuro non apporteranno benefici solo all'economia giamaicana, ma anche a molti appassionati di cannabis e benessere!

 

         
  Georg  

Scritto da: Georg
Stabilitosi in Spagna, Georg dedica gran parte delle sue giornate non solo al suo computer, ma anche al suo giardino. Mosso da una grande passione per la coltivazione della Cannabis e per la ricerca di sostanze psichedeliche, Georg è un vero esperto del mondo psicoattivo.

 
 
      Scopri i nostri scrittori  

Relativi prodotti