Top 15: I migliori

Pubblicato :
Categorie : Blog

Top 15: I migliori

I film sulla droga sono portali aperti verso altre dimensioni mentali. Queste opere d'arte astratte offrono un passaggio a stati di coscienza alterati, condito con un bel po' di immaginazione.

Il cinema ha la capacità unica di mettere in scena repliche di esperienze di vita reale, infondendole di creativa immaginazione. Questo è il motivo per cui i "drug movie" portano con sé una carica di mistica culturale! I titoli che stiamo per proporvi appartengono al mondo dei cult classici, grazie alla demistificazione dell'affascinante mondo delle sostanze stupefacenti. Ciascuna commedia spassosa pone il proprio sguardo artistico su stati alterati della percezione, pensieri astratti e nicchie della controcultura. I film nel sottostante elenco appartengono alla categoria dei migliori, di questo genere. Con pura originalità, ciascun film qui di seguito è caratterizzato da una regia nobile, da performance emotive, set mozzafiato e trame intelligenti.

15. Waking Life

Waking Life

Le basi della realtà vengono messe in discussione, attraverso uno sguardo postmoderno su lucidi paesaggi onirici. L'attenzione viene posta su una surreale corsa attraverso una serie di sogni filosofici. L'incapacità di risvegliarsi porta il personaggio principale a realizzare che lui stesso è un mero frammento delle sue fantasie subconsce. La vita si trasforma in un'infinita serie di illusioni, che sono ben illustrate attraverso una tecnica di animazione scioccante e differente per ciascun incontro esistenziale vissuto dal protagonista: gli artisti coinvolti nella realizzazione del film hanno sovrapposto al live action animazioni da cartone animato d'atmosfera. Solo alla fine il protagonista realizzerà che l'unica via di fuga dalle sue esperienze oniriche e ripetutamente frammentarie è dissolversi nell'infinito.

14. Spun

Spun

Con uno spirito morboso, questa commedia dark esplora il vizio della metamfetamina con un occhio puntato sull'industria del sesso. Un sacco di occasioni malamente sprecate e gli spettatori si trovano di fronte a vivide allucinazioni pornografiche. Mickey Rourke è assolutamente credibile nel ruolo di "The Cook" (Il Cuoco) ed un'inquietante ed esilarante atmosfera di baldoria viene trasposta in ogni ambiente reale, come gli strip club, le tane della droga e le camere di motel trasformate in laboratori di meth. La tensione della sottocultura è messa in luce da servilismo e nudità. Il film presenta una magnificamente volgare Brittany Murphy nel fiore degli anni, mentre Billy Corgan offre una struggente prestazione musicale fuori dagli schemi.

13. Motel Woodstock (Taking Woodstock)

Taking Woodstock

Il Paradiso Hippie è straordinariamente rappresentato in questo accurato tributo sentimentale al leggendario Festival di Woodstock. L'avventura è rappresentata da una memorabile esperienza in LSD, viaggiando a bordo di un classico pullmino Volkswagen. Un'accidentale dose eccessiva di biscotti all'hashish salva l'armonia in una famiglia altrimenti sull'orlo del lastrico. Le vibrazioni degli anni '60 vengono amplificate dall'intreccio culturale tra Guerra del Vietnam e comunità gay underground. Danny Elfman crea il filo conduttore musicale del film attraverso una colonna sonora trascendentalmente groove.

12. A Skanner Darkly - Un oscuro scrutare (A Skanner Darkly)

A Scanner Darkly

Un agente in incognito si pone sulla stessa lunghezza d'onda mentale di alcuni tossicodipendenti, per nascondere la propria identità e per cercare di arrestare l'avanzata di un futuro oscuro regnato da una devastante droga conosciuta come "Sostanza M" (Sostanza Morte). Chiunque entri nel suo circolo vizioso cade in dipendenza, ma l'agente non può sottrarsi neanche a questo, se vuole guadagnarsi la fiducia dei boss mafiosi. Keanu Reeves eccelle come investigatore, in questo elettrizzante adattamento fantascientifico del geniale romanzo di Philip K. Dick. Il film è una predizione dell'arrivo di un'epoca in cui tutto è possibile. Attraverso una tremolante sovrapposizione di livelli creati dall'animazione digitale, questo film ritrae in maniera accurata anche allucinanti scene di astinenza. Il cast d'eccezione include Winona Ryder, Woody Harrelson e Robert Downey Jr.

11. Limitless

Limitless

Questo thriller frenetico rivela come i farmaci siano in grado di espandere i limiti intellettuali e fisici. L'NZT è una sostanza stupefacente sperimentale furtivamente distribuita per le strade di New York. Uno scrittore fa il suo incontro con questa potente droga e la sfrutta per terminare il suo più grande lavoro editoriale. Sfortunatamente, cade in dipendenza e il suo spacciatore viene ucciso. Shady attraverserà diverse situazioni terribili, passando anche per il mondo della grande finanza, dove intravede grandi guadagni, e vivendo momenti di amnesia oscura, durante i quali sarà anche al centro di un omicidio di cui verrà accusato. Nonostante violenti attacchi paranoici, entrerà anche a far parte del mondo politico dietro la spinta delle grandi multinazionali. In un'immaginaria denuncia viene mostrato come le compagnie farmaceutiche sfruttino operazioni di stampo mafioso per controllare i governi.

10. Lock and Stock - Pazzi scatenati (Lock Stock and Two Smoking Barrels)

Lock Stock and Two Smoking Barrles

Le piante di marijuana sono al centro della scena in questo famigerato film sulle rapine di Guy Ritchie. Le esilaranti avventure di una sgangherata band si susseguono in una giostra di eventi quasi shakespeariana. Dopo aver scoperto casualmente i loschi piani di rapina progettati dai propri vicini, un gruppo di teppisti prende l'iniziativa e deruba i rapinatori stessi della coltivazione di Cannabis di cui sono entrati in possesso. Il susseguirsi di eventi illegali scatena una caccia all'uomo sanguinosa attorniata da una scia di ritorsioni mafiose. Si tratta di un pungente film in stile british costellato di sparatorie e rapine. Ogni momento carico di suspense è come un frenetico giro sulle montagne russe, da fusi.

9. La Città di Dio (City of God)

City of God

Questo film toglie il velo di fascino che aleggia intorno alla controcultura della droga per mettere in luce l'infernale ventre della guerra fra bande. Ambientato su esotiche spiagge, questo film esplora in maniera brutalmente realistica il mondo della droga in Brasile. Tre fedeli amici scalano la malavita acquistando potere grazie alle loro azioni illegali. Siamo alla fine degli anni '60, ma gli eventi del decennio successivo li spingeranno a schierarsi su fronti opposti nelle guerre sotterranee. Il titolo del film si riferisce all'espansione delle baraccopoli che fanno da cornice ad una storia di connivenze e tradimenti. Questo dramma fin troppo reale illustra come nascono e si sviluppano i grandi cartelli diabolici della droga, con uno sguardo anche alla corruzione della polizia e alla formazione di squadroni di soldati-bambini.

8. Pulp Fiction

Pulp Fiction

Questa stridente saga della criminalità ha rivoluzionato il cinema. Un approccio non lineare agli eventi crea una confusione disorientante che fa incrociare in maniera quasi casuale gli attori sullo schermo. Il fulcro della trama si dipana intorno a loschi affari, legati all'eroina ad alti livelli, lasciando lungo la strada un impressionante numero di cadaveri. Uma Thurman inscena una delle più incredibili ed accurate rappresentazioni di un'overdose mai portate sul grande schermo, ma la scena in cui John Travolta è sedato dopo aver assunto eroina rende affascinante anche l'ago. I protagonisti del film non mancano di sottolineare anche la propria passione per l'hashish.

7. Easy Rider

Easy Rider

Questo iconico film sulla stravaganza hippie prende il via nel momento in cui due hippie acquistano in Messico una grande quantità di cocaina, per rivenderla a Los Angeles. I due riescono a vendere facilmente la droga ed utilizzeranno i loro guadagni illeciti per raggiungere il proprio obiettivo: festeggiare il Martedì Grasso a New Orleans. Durante il loro viaggio avranno modo di sperimentare anche l'LSD. Giochi magistrali di ripresa catturano la loro ebbrezza. L'amore libero, tipico di quella generazione, offre loro diverse occasioni con fanciulle dalla mente aperta. La marijuana viene presentata in una luce positiva, in contrasto con gli effetti negativi dell'alcool. Jimi Hendrix sottolinea la questione con una colonna sonora angelica e il finale sorprendentemente dark rappresenta un avvertimento per tutti i pacifisti.

6. Scarface

Scarface

Questo sguardo all'interno dei meccanismi maniacali che risiedono nelle organizzazioni illegali legate alla cocaina porta in scena lo standard di tutti i futuri colpi di frusta di stampo mafioso. L'eccessivo consumo di cocaina da parte di Al Pacino non ha rivali sul grande schermo. Le tattiche nefaste dei signori della droga sono ora messi sotto gli occhi di tutti e i picchi emozionali vengono bruscamente interrotti quando il mondo di Tony Montana precipita inesorabilmente. Il protagonista usa il suo stesso prodotto per esibire la potenza del superuomo, ma neanche con il più grande sforzo di volontà riuscirebbe ad arrestare la sua inevitabile caduta.

5. Trainspotting

Trainspotting

Il capolavoro scritto da Irvine Welsh prende vita e in un attimo è un cult. Grazie ad un'astuta panoramica sui personaggi, in questo film vengono alla luce le diverse tipologie di personalità che caratterizzano chi cade nella dipendenza dall'eroina. Getta, inoltre, uno sguardo profondo sulle battaglie combattute dai consumatori di eroina. Incidenti drammatici vengono affrontati nel film, come overdose, HIV e la morte di un bambino. L'insana spirale della follia prende rapidamente fuoco e se ne perde il controllo, laddove ognuno sarà costretto ad accettare le conseguenze della propria pazzia.

4. Blow

Blow

Un biopic graffiante su un contrabbandiere di cocaina estremamente ambito vuole essere un riflettore puntato sulle origini del grande cartello della droga di Medellìn. Johnny Depp veste i panni del malato di fama George Jung, durante il lungo viaggio della sua vita verso la gloria all'interno della criminalità organizzata. Fallito un tentativo di contrabbando di marijuana, grazie ad una rete malavitosa messa in piedi in carcere, George riesce a trarre enormi profitti dal traffico di droga in Colombia. Penelope Cruz gioca il ruolo della soffocante moglie, e il cardine della sua performance rappresenta magistralmente il passaggio dall'ascesa alla caduta del Mafioso.

3. Enter the Void

Enter the Void

Le esperienze extra-corporee costituiscono le basi per questo incubo serenamente dissociativo: grazie agli occhi di un consumatore di DMT assassinato possiamo vedere cosa succede alle persone, appartenenti al suo mondo in vita, lungo le strade di Tokyo. Visioni alterate mostrano una realtà post-mortem alternata a riferimenti all'antica saggezza tibetana per lanciare considerazioni sul paralizzante vuoto infinito. Gli spettatori vengono trascinati in un mondo di caos, durante una sorta di esperienza in prima persona della reincarnazione. Questo "melodramma psichedelico" vuol condurre il pubblico attraverso una ricerca intensamente sessuale del significato di una città piena di eventi e disordini violenti.

2. Requiem for a Dream

Requiem for a dream

La dipendenza viene definita in maniera singolare in questo film solitario! In uno dei film più tragici di questi tempi, vengono dolorosamente esplorati i diversi percorsi che si intercorrono nell'abuso di droga. Il devastante e profondo susseguirsi di eventi si svolge in appena tre stagioni temporali, ma si tratta di un tempo sufficiente perché la personalità di ciascun personaggio venga svelata. La dipendenza da eroina conduce le esistenze dei protagonisti in carcere, a subire amputazioni, a prostituirsi e all'infarto. La televisione è descritta come una droga ugualmente distruttiva e il suo impatto sulle vite di ciascuno corrisponde ad una perdita di stimoli. Tutto ciò porta facilmente ad un isolamento accondiscendente, da cui deriva un'ulteriore dipendenza anche dai farmaci liberamente in commercio. Nessuno uscirà indenne, nel capolavoro di Darren Aronofsky!

1. Paura e delirio a Las Vegas (Fear and Loathing in Las Vegas)

Fear and loathing in Las Vegas

Il campione in carica fra i film sulla droga rimane l'adattamento demenziale e distorto del romanzo di Hunter S. Thompson sulle leggendarie memorie di Gonzo, portato in scena da Terry Gilliam. Al centro della storia una snervante spedizione attraverso gli scenografici deserti del Nevada. Ogni sorta di droga sotto il sole sembra essere confezionata apposta per contribuire a rendere un inferno la gita dei protagonisti. La lista delle sostanze non è certo cosa da poco: si va dall'assumere mescalina all'inalare etere, dallo sniffare cocaina all'ingerire adenocromo in gocce, per non parlare degli innumerevoli fogli di acido consumati. E Las Vegas rappresenta un ambiente di fondo romanticamente squallido, con tutti i suoi strip club e casinò. Questo scenario glorificato offre ampio spazio alle nefandezze e alle disavventure cerebrali dei protagonisti, affrontando anche diversi tabù.

Relativi prodotti