Top 10: I Migliori Posti al Mondo dove

Pubblicato :
Categorie : BlogCannabisMondo

Top 10: I Migliori Posti al Mondo dove

La Cannabis non è ancora legale ovunque, ma i paradisi per gli amanti della fusione, nel mondo, sono molti. Il luogo ideale per la vostra prossima vacanza potrebbe proprio essere uno di questi.

10. Phnom Penh, Cambogia

I Cambogiani non sembrano essere molto interessati al fatto che voi siate fusi o meno, ed entrare in possesso di un po' d'erba è dannatamente facile. Basta non dimenticarsi che, in realtà, è una sostanza illegale, ma con qualche piccola tangente non dovreste avere grossi problemi. Ed è altrettanto importante che non vi avventuriate nella vicina Thailandia con la vostra erba, perché lì correreste seriamente il rischio di finire in galera.

9. Kingston, Giamaica

La Giamaica è la terra originaria di una delle più prolifiche icone culturali della Cannabis: quella Rasta. La Cannabis gioca un ruolo centrale nella religione Rastafari, ed è diventata onnipresente quando si pensa agli scenari mozzafiato della Giamaica e al rilassato atteggiamento della sua popolazione. Il Governo giamaicano, inoltre, solo di recente ha messo in atto una depenalizzazione del possesso di piccole quantità, rendendo così più facile la vita (e la fusione) dei globe-trotter della Cannabis che giungono in questo paradiso.

8. Christiania, Danimarca

La Cannabis, tecnicamente, è illegale in Danimarca; ma Christiania, una comune nel centro di Copenhagen, si è da tempo proclamata "Città Libera", e, quindi, questo tipo di sostanza viene considerata OK. Qui si trovano un vero e proprio "Green Light District" (Quartiere a Luci Verdi), un mercato contadino dove è possibile acquistare erba di primissima qualità, hascish, brownie e qualsiasi altro derivato della marijuana. Attenendosi alla politica "No alle droghe pesanti", i residenti di Christiania sono praticamente liberi di fare ciò che vogliono indisturbati, l'importante è che tengano sempre bene a mente che le autorità danesi continuano a considerare l'erba illegale, e ogni tanto, seppur raramente, potrebbero fare anche qualche incursione all'interno della comune, sotto forma di raid della polizia.

7. Cusco, Perù

Luogo ideale per fermarsi a fumare uno spinello prima di proseguire il cammino verso le meraviglie di Machu Picchu, a Cusco vige una mentalità molto lungimirante, nei confronti delle piccole quantità di marijuana. A meno che non se ne stiano trasportando delle vagonate, il rischio di essere fermati e trattenuti dalla polizia è piuttosto ridotto. L'importante è tenere bene a mente che il trasporto di più di una sostanza stupefacente è considerato un reato penale e, su questo, la polizia è piuttosto rigida: fate, quindi, sempre molta attenzione a sapere esattamente che cosa avete con voi.

6. Repubblica Ceca

I Cechi hanno trovato un modo piuttosto buono per affrontare la questione. Qui vigono leggi sulla droga tra le più lungimiranti e liberali di tutta Europa. Praticamente qualsiasi sostanza stupefacente è stata depenalizzata, l'importante è sempre non possederne troppa. Potete andare tranquilli trasportando fino a 14 grammi di Cannabis per uso personale, prima di rischiare di incorrere in qualche tipo di ammenda: mai nulla, al di sotto di questa quantità, vi verrà sequestrato. Sarebbe un vero peccato che le vostre scorte venissero confiscate ma, anche se fumare la vostra tanto amata marijuana per strada è considerato ancora un atto illegale, la Repubblica Ceca, da questo punto di vista, può essere considerata un vero paradiso dei fumatori di Cannabis.

5. Toronto (e Vancouver), Canada

Ancora più che in Repubblica Ceca, il Canada ha adottato un punto di vista ragionevolmente liberale nei confronti della Cannabis. Sebbene il possesso di Cannabis sia considerato illegale, a meno che non siate provvisti di specifico certificato medico, la polizia, normalmente, chiude un occhio, a meno che non ne possediate una quantità superiore ai 7 grammi. Quindi, se giocate le vostre carte in maniera ragionata ed intelligente, non dovrebbero esserci problemi.

4. Nimbin, Australia

Patria dell'annuale MadiGrass Festival, Nimbin è una piccola cittadina montana dell'Australia, nella quale, negli anni '60, si trasferirono gli hippie. Da quel momento è fiorita come una proverbiale città della marijuana, ed è tutt'oggi un'ambita e popolare meta di vacanza per "stoner" desiderosi di rilassarsi sotto il caldo sole australiano.

3. Barcellona, Spagna

Barcellona ospita ogni anno lo Spannabis e l'High Life Expo, ed è una delle mete di vacanza preferite dagli "stoner" interessati al divertimento nell'assolata Spagna. L'erba è tecnicamente illegale, ma viene ben tollerata fino a quando il suo consumo viene fatto in maniera intelligente e all'interno di uno dei numerosi Cannabis Club. La maggior parte di questi club operano nei limiti della legge ed accolgono anche ospiti stranieri. Potete, inoltre, trovare facilmente anche il modo di fumare sulle sabbiose spiagge di Barcellona, con i loro numerosi "venditori ambulanti" sempre lieti di potervi vendere un po' di MJ. Tenete sempre bene a mente, però, che, sebbene il possesso sia depenalizzato, il consumo in pubblico no.

2. Denver, Colorado

Denver è la più grande città del primo stato americano ad aver completamente legalizzato l'uso ricreativo di marijuana e, come tale, è divenuto la mecca dell'erba degli Stati Uniti. Se avete più di 21 anni e siete in possesso di un documento di identità, allora potete possedere fino a 7 grammi d'erba. È legale fumare solamente in una proprietà privata, con regolare autorizzazione da parte del padrone di casa, quindi evitate di andarvene in giro con un appariscente spinello in bocca.

1. Amsterdam, Olanda

Meta più famosa di tutte, e casa nostra, Amsterdam è il leggendario luogo di villeggiatura di cui tutti gli "stoner" hanno sentito parlare e che vogliono visitare almeno una volta nella loro vita. È il centro della cultura della Cannabis, considerato da molti un vero e proprio luogo di pellegrinaggio. Amsterdam ha oltre 200 coffeeshop, ognuno con il suo "menù verde", così avrete solo l'imbarazzo della scelta! La Cannabis, tecnicamente, è illegale anche in Olanda, ma viene accettata grazie ad una politica della tolleranza. Quindi, se ve ne andate in giro con non più di 5 grammi, non avrete problemi.

Ed ecco fatto! Come avete potuto vedere, ci sono diversi posti, in giro per il pianeta, dove i viaggiatori della marijuana sono i benvenuti. Basterà ricordarsi sempre che, in molti di questi luoghi, questa pianta, tecnicamente, non è legale, ma se non farete mosse troppo azzardate e poco sensate, allora avrete modo di trascorrere alcuni dei momenti più belli della vostra vita!

Nascondi la tua erba