Studio: La Cannabis può aiutare i diabetici?

Pubblicato :
Categorie : BlogCannabis terapeuticaScienza

Studio: La Cannabis può aiutare i diabetici?

La scienza sta dimostrando ogni giorno le proprietà terapeutiche della Cannabis con cui si possono trattare diverse malattie. Tuttavia, si sente parlare poco della sua efficacia nella terapia contro i

In tutto il mondo ci sono milioni di persone affette da diabete, con sempre più casi diagnosticati ogni anno. Questa è la conseguenza del nostro moderno stile di vita occidentale. Fortunatamente, la Cannabis ci viene in aiuto, aiutando efficacemente le persone affette da questo disturbo metabolico (proprietà confermata da significative prove scientifiche).

Recenti studi clinici hanno dimostrato che la Cannabis può ridurre la resistenza all'insulina da parte dell'organismo (per questo i consumatori di Cannabis tendono a manifestare meno resistenza all'insulina). Inoltre, è anche emerso che chi consuma regolarmente erba tende ad essere meno propenso a manifestare problemi di obesità, riducendo il rischio di incorrere nel diabete di tipo 2.

Si tratta di notizie molto promettenti che dimostrano come la Cannabis possa agire sia come efficace misura preventiva che come aiuto per chi lotta già contro malattia. Ma la Cannabis non si limita ad intervenire solo in questi casi clinici. La ricerca ha, infatti, dimostrato che la Cannabis è estremamente efficace anche per ridurre le terapie contro i dolori neuropatici resistenti ai trattamenti (condizione debilitante in cui alte concentrazioni di zuccheri nel sangue danneggiano le cellule nervose). È stato inoltre constatato che a concentrazioni maggiori di THC nella Cannabis equivale una riduzione maggiore nella percezione del dolore neuropatico. Potrebbe trattarsi di un'ancora di salvezza per tutti coloro che lottano contro questo disturbo, soprattutto nei casi in cui l'organismo ha sviluppato un rifiuto verso i farmaci tradizionali.

Inoltre, è stato comprovato che fumando erba si riduce il rischio di contrarre la retinopatia, una complicazione del diabete che colpisce l'80% dei diabetici nel corso della loro vita. Si tratta di una risposta da parte del sistema immunitario al diabete, generando una forma infiammatoria responsabile dello stress ossidativo che, a sua volta, sgretola lentamente le cellule della retina dell'occhio. Siamo di fronte ad una conseguenza patologica responsabile del 12% dei nuovi casi di cecità negli Stati Uniti. La ricerca scientifica ha dimostrato che il CBD contenuto nella Cannabis può ridurre significativamente l'evolvere dello stress ossidativo e dei suoi danni.

Come avrete potuto notare, per quanto si tratti di notizie poco riportate dai principali mezzi di comunicazione, gli scienziati stanno esaminando con molta attenzione le possibili applicazioni terapeutiche della Cannabis, con il fine di trovare una valida alternativa con cui trattare e prevenire il diabete. Finora i risultati sono stati promettenti e l'intenzione da parte della scienza di proseguire in questo campo di ricerca sembra chiara e decisa. Il diabete è una delle disfunzioni più temute dalla moderna società occidentale. Siamo sicuri che questo argomento verrà dibattutto con sempre più interesse dal mondo scientifico.