R.I.P. Howard Marks, A.K.A. Mr. Nice

Pubblicato :
Categorie : Blog

R.I.P. Howard Marks, A.K.A. Mr. Nice

Attivista, scrittore, presentatore, noto trafficante di droga e fondatore di Mr. Nice Seeds, Howard Marks ha cambiato il mondo. Con profondo rammarico gli diciamo addio.

Howard Marks, anche conosciuto come Mr. Nice, è morto. Un'altra icona britannica è salita al cielo. Solo l'anno scorso questo intrigante personaggio aveva annunciato la sua lotta contro il cancro e, purtroppo, è già arrivato il momento di salutarlo. Era un uomo avvolto dal mito e dal mistero, e la sua leggenda non verrà mai dimenticata.

Eppure, sotto sotto, si trattava di una persona ordinaria. Certo, è molto probabile che abbia trascorso qualche tempo su un'isola filippina in compagnia di qualche aristocratico esiliato, o provato le migliori primizie del mercato sulle montagne del Nepal o perso mazzette di banconote da cento dollari nel wc, ma non ha mai voluto isolarsi dal mondo, trovando sempre tempo per chi lo circondava.

BREVE STORIA DI MR. NICE

Soprannominato il barone delle droghe più sofisticato di tutti i tempi, Howard Marks trascorse i primi anni della sua vita in Galles. Ormai maggiorenne, iniziò a studiare all'Università di Oxford, una delle più prestigiose al mondo, dove riuscì a laurearsi in fisica nucleare, con un titolo di post-laurea in filosofia. Dopo la laurea, la sua feroce e raffinata intelligenza gli diede la possibilità di lavorare per i servizi segreti britannici, dove iniziò a mettere le mani nel traffico di sostanze stupefacenti. Questa sua frenetica attività gli permise di conoscere alcuni membri delle mafie, CIA, IRA e MI6.

Tuttavia, un giorno, la legge bussò alla sua porta e nel 1988 Marks fu arrestato e condannato a 25 anni in una prigione federale. Nel 1995, però, fu rilasciato, dopo aver scontato sette anni. Sembra che il soprannome "Mr. Nice" ebbe proprio origine in questi anni, quando comprò un passaporto da un assassino, Donald Nice.

Dopo la sua scagionatura, iniziò ad interessarsi alla sua personale campagna per cambiare le politiche sulle droghe, in corsa per il parlamento britannico con l'unico obiettivo di legalizzare la Cannabis per renderla accessibile a chi ne avesse bisogno. Si trattava di un suo progetto che, a prescindere dai risultati ottenuti, voleva educare ed incoraggiare un dibattito razionale e scientifico sulle droghe.

"Voglio che sia legalizzata per l'uso ricreativo - E sono molto contento di vedere che in quattro Stati degli Stati Uniti è stata approvata una legge di questo tipo. Dopo le mie esperienze nel sistema legale statunitense, l'America era l'ultimo posto al mondo dove avrei pensato di vedere un cambio di tendenza".

Nel corso della sua vita, pubblicò un'autobiografia bestseller, lavorò come giornalista per la rivista Loaded Magazine, iniziò una carriera musicale, fu presentatore sul piccolo schermo e diede voce ad un film tratto dalla sua vita. Ovviamente, fu anche coinvolto in alcuni progetti come Mr. Nice Seeds e CBD Crew!

Mr. Nice

Solo lo scorso anno gli fu diagnosticato un cancro all'intestino, notizia che rattristò tutti noi. Nonostante ciò, Marks dichiarava di non aver nessun rimpianto e di aver goduto appieno della propria vita. In una intervista concessa l'anno scorso a Observer, parlava anche di essere riuscito a venire a patti con la sua malattia, la quale gli insegnò a piangere.

"Sono venuto a patti con lei a modo mio - che per me voleva dire imparare a piangere".

"Non avevo mai pianto prima. In prigione il dolore lo portavo dentro di me. Dovevo mostrare di essere un ragazzo duro, non potevo permettermi di mostrare alcun segno di vulnerabilità. Ma poi ho pensato, quanti anni mi mancano ancora da vivere? Non ho voglia di vivere fino a 350 anni".

"La cosa strana è che non ho mai avvertito momenti di depressione in questi anni. Ho visto persone che sono uscite da situazioni ben peggiori alla mia, cercando di riprendere al più presto una routine normale... alla fine dei conti, l'importante è continuare a vivere".

ALCUNE CURIOSITÀ SU MR NICE

La sua scomparsa è sicuramente una grande tragedia, ma verrà sempre ricordato. Ecco alcuni piccoli frammenti per conoscere meglio la sua vita, che sarebbe un vero peccato non citare.

Era Veramente Un Bravo Ragazzo

Marks dimostrò di essere una bravissima e genuina persona, sempre interessato a conoscere tutto ciò che lo circondava.

"Era uno dei più intriganti, intelligenti, belli e affascinanti furfanti con cui abbia mai avuto il piacere di trascorrere un po' di tempo", ha dichiarato l'attore Keith Allen.

Un sentimento condiviso da tutti coloro che lo conoscevano. Al funerale una lunga coda di grandi celebrità manifestò il più sentito cordoglio per la perdita del grande "folk hero".

Non Ha Mai Toccato le Droghe Pesanti

Così legato alla Cannabis, Howard Marks non ebbe tempo di provare altre sostanze. Uno dei suoi amici universitari, Joshua Macmillan, morì di overdose. Ciò lo sconvolse per tutta la vita.

"Ricordo ancora il corpo di Joshua Macmillan giù dalle scale", disse Marks. "È stata un'esperienza molto scioccante, e alla mia paura nei confronti dell'eroina fu messa la parola fine proprio dopo questo episodio".

Ammise Che La Marijuana Contribuì Molto Ai Suoi Successi Accademici

È vero, si trattava di una persona estremamente intelligente (requisito indispensabile per poter entrare ad Oxford), ma era fermamente convinto che fosse stata la marijuana ad aiutarlo ad andare avanti. I suoi amici universitari erano personaggi di spicco del mondo moderno, tra cui Rick Lambert, un editore del Financial Times, e Tory Grandee, l'ultimo governatore britannico di Hong Kong. Eppure, anche tra di loro, riuscì a brillare per abilità accademica.

"Fumare marijuana mi ha aiutato a fermarmi, esaminare, controllare e criticare tutti i passaggi prima di procedere. Mi ha aiutato non solo ad individuare le debolezze di alcune teorie filosofiche, ma anche ad articolare punti di vita filosofici alternativi".

ADDIO AD UNA GRANDE LEGGENDA

La vita di Howard Marks era tutt'altro che usuale, ma, in tutto ciò, è sempre riuscito a mantenere la dignità e la semplicità di un grande cuore (una virtù di cui ben pochi possono andare orgogliosi). La sua perdita ci rattrista enormemente, ma ha vissuto una vita piena, lasciandoci ricordi molto emozionanti e piacevoli. Howard Marks, il tuo orologio si è fermato, è ora di riposare.

 

         
  Josh  

Scritto da: Josh
Redattore, psiconauta e "aficionado" della Cannabis, Josh è l'esperto di casa a Zamnesia. Trascorre le sue giornate immerso nella campagna, andando alla scoperta delle nascoste doti psichedeliche della natura.

 
 
      Scopri i nostri scrittori