Riciclare i Fondi di Caffè per Piante Sane e Contente

Pubblicato :
Categorie : BlogColtivare Cannabis

Riciclare i Fondi di Caffè per Piante Sane e Contente

Coltivare biologicamente e riciclare fondi di caffè per concimare piante e respingere parassiti. Con alte concentrazioni di azoto, i fondi di caffè sono un eccellente fertilizzante vegano.

Coltivare biologicamente significa anche riciclare. I fondi di caffè concimano le piante, respingono i parassiti, riducono gli odori e molto altro ancora. Quest'abbondante materiale di scarto contiene alte concentrazioni di azoto, oltre ad altri elementi minerali richiesti normalmente dalle piante, nelle giuste proporzioni. Ogni anno, vengono prodotti circa 6 milioni di tonnellate di scarti di caffè in tutto il mondo. Provate a chiedere nel bar più vicino a casa vostra, non avranno sicuramente nulla in contrario nel darvi un sacco con fondi da caffè per il vostro giardino urbano.

Molte persone preferiscono spargere semplicemente i fondi di caffè essiccati sulla superficie del suolo prima di una pioggia o dell'irrigazione, intorno alle piante o miscelate nel terreno, in modo da apportare una fonte di azoto a lenta cessione. Secondo alcuni, la maggior parte dei chicchi di caffè contengono pesticidi, ad eccezione di quelli prodotti da colture biologiche. Altri ancora sostengono che i fondi di caffè sono terreno fertile per le muffe. Cerchiamo di esaminare insieme alcune realtà e cifre riguardanti il caffè, come pianta organica con proprietà concimanti.

CONCIMARE PIANTE CON CAFFÈ

Secondo alcuni studi condotti dalle autorità agricole e secondo le esperienze vissute dai coltivatori, il caffè può essere un buon concime organico da usare solo o in una miscela concimante. I fondi di caffè hanno un pH che oscilla tra 5,8 e 6,2, livelli molto buoni per la coltivazione della Cannabis. Inoltre, contengono concentrazioni di azoto superiori al 2%, con uno 0,06-0,3% di fosforo e uno 0,6-1 di potassio. Queste proporzioni sono adatte sia per la fase di crescita vegetativa che per quella di fioritura, anche se la bassa quantità di fosforo (presente in forma di acido fosforico) potrebbe non essere sufficiente a soddisfare le elevate esigenze di una pianta in fioritura. Per ottenere una fioritura esuberante bisognerà affidarsi ad altre fonti di fosforo.

La maggior parte dei macronutrienti e micronutrienti presenti nei fondi di caffè sono immediatamente assimilabili dalle piante e non sono a lento rilascio come altri fertilizzanti organici. D'altronde, i funghi ed i batteri del sottosuolo hanno bisogno di tempo per rielaborare i minerali del caffè e renderli disponibili per le piante. I fondi di caffè non contengono quasi calcio, un elemento chimico apprezzato da molte piante. In una miscela di concime organico, i gusci d'uovo apporterebbero la giusta quantità di calcio da combinare con l'azoto dei fondi di caffè.

I fondi di caffè sono acidi, ma il loro pH può essere innalzato fino a circa 6,5 sottoponendoli a ripetuti risciacqui d'acqua. Inoltre, si può anche macerare il caffè in acqua e utilizzare la soluzione risultante per irrigare o per nebulizzare le foglie delle piante (sempre ammesso che riteniate efficace la concimazione fogliare). Quando non vengono ripartiti uniformemente in una forma compostata, i fondi di caffè possono risultare troppo acidi per alcune piante, pur essendo una perfetta "parte verde" in un compost da giardino.

I FONDI DI CAFFÈ NEL COMPOSTAGGIO

Molti coltivatori esperti consigliano di aggiungere i fondi di caffè in un compost e non spargerli direttamente sul terreno. In un sistema di compostaggio, il caffè diventa parte integrante dei vari materiali "verdi", come frutta e verdura, che verranno poi mescolati con altri materiali "marroni" ricchi di carbonio, come paglia, foglie triturate, gusci d'uovo e cenere di legno. Per attivare un buon compost, sono necessari sia i materiali verdi che quelli marroni, per agevolare i processi di decomposizione. I fondi di caffè non devono superare il 20% del volume iniziale del compost.

Tra i componenti vegani per la concimazione, l'uso dei fondi di caffè offre un maggior numero di sostanze nutritive, rispetto a qualsiasi altro concime organico. Alcuni materiali di origine animale possono apportare maggiori quantità di azoto e di potassio alla miscela concimante, ma il caffè può competere facilmente con la maggior parte di concimi ed altre fonti di origine vegetale. Quando si tratta di Cannabis, alcuni sostengono che questo tipo di coltura richiede concimi migliori. Dobbiamo considerare che per mescolare correttamente i vari concimi organici ci vogliono alcune abilità e particolare attenzione, dato che una miscela elaborata male, a prescindere se è organica o chimica, può danneggiare seriamente i raccolti. Esattamente come accade con qualsiasi altra sostanza nutritiva usata per la prima volta da un coltivatore, è sempre consigliabile iniziare sperimentando con miscele e dosaggi diversi, prima di procedere ad una concimazione più "aggressiva". Dopo queste raccomandazioni, i fondi di caffè sono estremamente facili da trovare e nessuno vi impedisce di sperimentare con nuove miscele e compost. Un piccolo gesto da parte di noi coltivatori per ridurre una minima parte dei rifiuti urbani e risparmiare sull'acquisto dei fertilizzanti.

ALTRI UTILI MODI PER RICICLARE I FONDI DI CAFFÈ

I fondi di caffè possono anche migliorare la struttura e il drenaggio dei terreni, sia in vaso che in campo aperto. Quando vengono mescolati con i suoli esterni possono essere una buona fonte di nutrimento per i lombrichi. L'acidità dei fondi di caffè può essere più o meno buona per le piante, ma è sicuramente cattiva per alcuni animali, soprattutto per alcuni parassiti potenzialmente pericolosi. Inoltre, offrono anche la loro proprietà micro-abrasiva. La combinazione di queste due caratteristiche (acidità e capacità abrasiva) permette ai fondi di caffè di tenere lontano lumache, formiche, chiocciole e gatti dalle coltivazioni. Un abile giardiniere Bio saprà quindi quando apportare del caffè macinato sui perimetri di coltivazione, da sfruttare come barriera naturale. Ma quali altri usi possono avere i fondi di caffè? Possono essere usati come deodoranti per automobili o frigoriferi, per pulire le mani dopo aver tagliato una cipolla o per manipolare materiali maleodoranti.

 

         
  Guest Writer  

Redattore Ospite
Di tanto in tanto, abbiamo l'occasione di collaborare con redattori ospiti qui a Zamnesia. Si tratta di persone provenienti dagli ambienti più diversi, il che rende inestimabili la loro conoscenza ed esperienza.

 
 
      Scopri i nostri scrittori