Ricerca: il CBD migliora la qualità della vita nei pazienti affetti da Parkinson

Pubblicato :
Categorie : BlogCannabis terapeuticaCBD

Ricerca: il CBD migliora la qualità della vita nei pazienti affetti da Parkinson

Esistono parecchie ricerche sul CBD, condotte negli ultimi anni, la più recente delle quali ipotizza che questo possa essere utilizzato per migliorare la qualità della vita nei pazienti affetti dal Morbo di Parkinson.

Curare una malattia cronica non vuol dire solamente evitare che peggiori, ma anche migliorare significativamente la qualità di vita dei pazienti. Si tratta di un concetto che si dimentica facilmente, durante il trattamento di una malattia, dal momento che molti farmaci oggi in uso possono causare effetti collaterali facendo peggiorare ulteriormente la situazione. Ho provato tutto ciò sulla mia pelle, vivendo accanto a mio padre affetto da lungo tempo da disfunzioni neurologiche con una conseguente sofferenza continua. I farmaci che assumeva sicuramente gli alleviavano il dolore, ma lo rendevano apatico, privo di emozioni e non era in grado di prendere alcun tipo di decisione in maniera autonoma. Viveva in un costante stato sedativo, era semplicemente incapace di fare qualsiasi cosa, e tutto ciò si è drammaticamente ripercosso sulla qualità della sua esistenza. Al punto da spingerlo a preferire il dolore alle medicine.

Per questo è sempre una bella notizia quando viene pubblicata una nuova ricerca concernente metodi innovativi per migliorare la qualità della vita in determinate condizioni di disagio. Una recente ricerca pubblicata da un team dell'Università di San Paolo ha messo in luce come il CBD, il cannabinoide non-psicoattivo della Cannabis, possa migliorare notevolmente la qualità della vita dei soggetti affetti dal Morbo di Parkinson.

A ciascun partecipante allo studio sono stati somministrati 300mg di CBD al giorno e i pazienti sono stati monitorati quotidianamente, per raccogliere i dati utili alla ricerca. Ciò che è emerso è che i risultati sono stati decisamente migliori rispetto a quelli ottenuti all'interno del gruppo di controllo, ai cui partecipanti era stato somministrato un placebo: è stata questa la dimostrazione che il CBD potrebbe aiutare chi soffre del Morbo di Parkinson a condurre un'esistenza migliore, una vita che si potrebbe considerare normale.