Repubblica Ceca: Marijuana terapeutica tuttora non accessibile

Pubblicato :
Categorie : BlogCannabis terapeuticaMondo

Repubblica Ceca: Marijuana terapeutica tuttora non accessibile

Dopo un anno e mezzo dalla legalizzazione della Cannabis terapeutica, i pazienti residenti in Repubblica Ceca stanno ancora lottando per poter accedere a questa medicina.

Dopo un anno e mezzo dalla legalizzazione della Cannabis terapeutica, i pazienti residenti in Repubblica Ceca stanno ancora lottando per poter accedere a questa medicina.

La legalizzazione della marijuana medica si sta diffondendo in diversi Paesi, negli ultimi anni. Tuttavia, gli abitanti della Repubblica Ceca, nazione che si pensava sarebbe stata tra le prime a legalizzare la Cannabis in Europa, non hanno ancora accesso a questa sostanza. Gli ostacoli sono diversi e rendono sempre più difficile ogni fase del processo: dai medici che lottano per poter rilasciare le prescrizioni di cui i propri pazienti necessitano, agli smerci commerciali che devono affrontare difficoltà burocratiche per poter ottenere una licenza per la commercializzazione legale di detta sostanza.

Solo ora, mese di novembre di quest'anno, il Ministero della Salute ha annunciato di aver rilasciato la prima licenza commerciale per importare e vendere la Cannabis terapeutica alla compagnia Elkoplast Slusovice s.r.o. È stato dichiarato, inoltre, che inizialmente potranno importare solo 3 chilogrammi di marijuana, a conferma che il sistema attuale in vigore nella Repubblica Ceca non funziona come dovrebbe. Nonostante esista un'elevatissima domanda per questa medicina, nessuno sembra essere disposto ad importarla, ostacolando ulteriormente coloro che ne avrebbero realmente bisogno.

Ostacoli imposti dal Ministero della Salute

Il Dott. Tomas Zabransky, consigliere del governo ceco, delle Nazioni Unite e dell'Unione Europea, sulle politiche riguardanti le droghe, è stato uno dei più accaniti accusatori dell'inefficacia dell'attuale sistema. Ha dichiarato che: "Il sistema non sta ancora funzionando come dovrebbe. Oltre a questo grave problema, la domanda non è ancora arrivata ai livelli auspicati perchè esistono ancora ostacoli amministrativi da parte del Ministero della Salute". Ma non è solo questo aspetto ad intralciare la vendita di questo farmaco. È sempre lui ad evidenziare come le leggi sulla Cannabis medica richiedano che la prescrizione venga emessa elettronicamente, un sistema che non è stato ancora implementato in molti studi medici e farmacie, a causa dei costi molto elevati. Ciò significa che, supponendo che i medici siano realmente intenzionati a prescrivere Cannabis per i propri pazienti, non possono farlo.

Sembra ormai palese che, anche se il governo votò a suo tempo per la legalizzazione, il Ministero della Salute, da sempre contrario, stia ostacolando con tutti i mezzi a sua disposizione l'accesso della medicina ai pazienti. Inoltre, è stato deciso che non dovrebbe esistere nessun tipo di cedimento da parte del governo per quanto riguarda la prescrizione della Cannabis (il che significherebbe mantenere prezzi eccessivamente alti). Questo rappresenta un problema reale per molti pazienti, soprattutto per coloro che versano in una situazione di disoccupazione proprio a causa della malattia che richiederebbe questo tipo di cura. Risulta, quindi, evidente che si trovino, così, di fronte ad un ulteriore ostacolo.

Fino a quando la Cannabis non sarà resa loro disponibile, ad un prezzo ragionevole, molti pazienti non avranno altre alternative che continuare a rivolgersi al mercato illegale e criminale (esattamente ciò che il governo voleva cercare di combattere inizialmente).

La strada verso la legalizzazione della Cannabis e della sua libera circolazione è ancora piuttosto tortuosa. In teoria, le farmacie in Repubblica Ceca dovrebbero riuscire a ricevere la Cannabis da vendere entro fine dicembre, ma si è ancora piuttosto scettici sul fatto che il processo di vendita sarà pronto per disarticolare la distribuzione legale della Cannabis.