Che Cosa È il Recycled Organic Living Soil (ROLS) E Come Lo Si Può fare?

Pubblicato :
Categorie : BlogCannabisColtivare CannabisCome si fa

Che Cosa È il Recycled Organic Living Soil


Il Recycled Organic Living Soil (ROLS) è uno dei modi migliori per garantirti piante sane. Inoltre scoprirai rapidamente che questa tecnica costa meno, fa risparmiare tempo e acqua, e riduce l'incidenza delle malattie sulle piante. Scopri come crearne uno tuo. È super facile.

I terreni sani non sono tutti uguali, ma ognuno ha delle caratteristiche comuni. Un terreno sano ha miliardi di batteri, enormi quantità di ife fungine, migliaia di protozoi e molti nematodi. Tutti questi organismi costituiscono il complesso ecosistema che caratterizza un terreno di alta qualità.

Questi terreni possono biodegradare la materia organica e renderla chimicamente favorevole a sostenere la vita delle piante. A loro volta, le piante trasudano proteine e carboidrati. Le proteine e i carboidrati modificano chimicamente la comunità microbica nel terreno. Questo processo simbiotico crea il fertilizzante naturale di cui le piante hanno bisogno, e quando ne hanno bisogno.

VERTAFORT CONCIME ORGANICO

Vedere Vertafort Concime Organico

Gli organismi microbici creano anche la giusta struttura del terreno per lo sviluppo delle radici. I batteri riempiono gli interstizi della terra con una specie di fango che tiene insieme il terreno. Vermi e altri insetti poi mangiano questi microbi.

Il risultato finale è un ambiente ricco in cui la materia vegetale vivente e recentemente morta è mescolata insieme per perpetuare un ambiente sano e vivente. Un terreno in cui l'ambiente microbico è sano rende anche più difficile la presenza di agenti patogeni e parassiti. La maggior parte dei patogeni non può competere con un ambiente probiotico sano.

Ma come possono i coltivatori ricreare questo ambiente per le loro piante di cannabis?

PERCHÉ IL RECYCLED ORGANIC LIVING SOIL (ROLS) VIENE NUOVAMENTE APPREZZATO?

PERCHÉ IL RECYCLED ORGANIC LIVING SOIL (ROLS) VIENE NUOVAMENTE APPREZZATO?

Fino alla metà del ventesimo secolo, tutta l'agricoltura era in realtà "organica". Ciò significa che si produceva senza l'uso di fertilizzanti chimici e pesticidi. La "rivoluzione verde" fu in grado di raddoppiare la produzione agricola, ma quando si nutrono le piante con fertilizzanti chimici, si scavalca la rete alimentare naturale del suolo. Le piante non formano più relazioni simbiotiche con i microrganismi circostanti. E le moderne pratiche agricole riducono davvero la diversità del suolo.

In questo ambiente, i patogeni delle piante possono prosperare. E oggi per mantenere le colture sono necessari sempre più nutrienti e pesticidi creati dall'uomo.

NOTIZIA CORRELATA
Concimi Chimici vs. Organici

Sapere quali fertilizzanti usare nella coltivazione della Cannabis può essere una decisione difficile. Leggete questo articolo prima di...

La risposta che molti si sono dati è proprio il Recycled Organic Living Soil, o ROLS. L'idea è vecchia, come il terreno a cui fa riferimento. Oggi viene riciclata per creare ambienti di coltivazione più salubri per le piante.

Usando il ROLS, i coltivatori possono tornare a pratiche agricole più sostenibili che risultano anche molto migliori per le piante, per non parlare di quanto siano migliori per gli esseri umani. Inoltre, il ROLS è in grado di sostenere una crescita sana senza l'uso di tanta acqua.

Quando i contadini iniziarono a reclamare tecniche di coltivazione "organiche" o tradizionali, il movimento formò le proprie distinte filosofie su come creare l'ambiente organico perfetto. I metodi per la realizzazione di ROLS comprendono i metodi biodinamici, la permacultura, il no-till e il supersoil. Le tecniche sono un po’ diverse fra loro ma si concentrano tutte sul riciclaggio dei rifiuti per nutrire le piante in un suolo attivo e pieno di microrganismi vivi.

LE QUATTRO TECNICHE DEL ROLS

LE QUATTRO TECNICHE DEL ROLS

Esistono quattro approcci di base per l'agricoltura biologica e per l'uso di ROLS.

  1. Il primo è il metodo biodinamico. Questo metodo fu introdotto negli anni '20 come il primo "movimento dell'agricoltura biologica". È spesso deriso come una specie di pseudo-scienza a causa della sua attenzione alle tempistiche stagionali, ma anche per i suoi riferimenti a forze spirituali e mistiche. Questa pratica è radicata negli insegnamenti di Rudolf Steiner, un architetto e filosofo tedesco.

  2. La permacultura è un altro metodo di agricoltura biologica molto diffuso. È fortemente influenzato dall'ecologia. Questo è un ramo della biologia che studia l'interazione fra gli organismi e il loro ambiente. È un'idea focalizzata sulla sostenibilità a lungo termine. La filosofia della permacultura afferma che l'agricoltura dovrebbe integrarsi con il mondo naturale, non causarne lo stress. Tutti meritano una giusta parte, mentre le eccedenze dovrebbero essere riciclate nuovamente nell'ecosistema per essere utilizzate da altre forme di vita.

  3. Il supersoil è la prima tecnica di coltivazione biologica sviluppata specificamente per la cannabis. L'idea e il nome sono stati coniati da un famoso breeder chiamato Subcool. Il supersoil è un normale terriccio acquistato in negozio ma arricchito con additivi organici secchi.

    Questo "terreno caldo" viene poi compostato per un massimo di due mesi per pre-digerire tutti gli additivi. Il Supersoil è facile da realizzare, è riutilizzabile e produce ottimi risultati. Le piante non hanno bisogno di altro che acqua pura. Non sono necessari fertilizzanti aggiuntivi. Non è inoltre necessario regolare il pH.

  4. Il no-till è un'altra forma di agricoltura biologica. Arare la terra è un modo per pulirla e preparare il terreno per la semina, ma questa la lavorazione uccide vermi e microbi. Può anche causare erosione e compattazione del suolo. In questa forma di agricoltura biologica, il contadino aggiunge strati di pacciame tra un raccolto e l’altro.

    Il no-till è stato originariamente sviluppato per coltivare all'aperto, ma questa idea è stata adattata anche per la coltivazione indoor. Dopo la raccolta, il bulbo della radice viene rimosso, ma il terreno rimane comunque indisturbato. Le nuove piante vengono trasportate nello stesso vaso con pacciame aggiuntivo. Il no-till è molto simile alle tecniche del supersoil, ma non prevede il preventivo compostaggio.

I VANTAGGI DI UTILIZZARE IL ROLS

I VANTAGGI DI UTILIZZARE IL ROLS

Ci sono molti vantaggi nell'utilizzare una di queste tecniche quando coltivi le tue piante di cannabis. La cannabis è come una spugna. Assorbe tutte le impurità nel terreno circostante. Proprio per questo motivo, le tecniche di agricoltura biologica sono fondamentali nella produzione di piante consumabili dall’uomo.

L'utilizzo di un metodo ROLS ti farà risparmiare tempo, denaro e acqua.

Non solo produrrai più facilmente piante sane, ma non dovrai nutrirle e annaffiarle più di tanto, o non le dovrai annaffiare per niente. Se lo fai bene potrai facilmente coltivare cannabis senza utilizzare altri nutrienti. Non devi nemmeno controllare il pH del terreno. Perchè no? Perché il suolo crea un equilibrio naturale tutto da solo.

Altri vantaggi? Le epidemie di alcune malattie delle piante saranno drasticamente ridotte. Come? Hai creato un ambiente sano e che previene le infezioni, dove le tue pianticelle di cannabis potranno crescere sane e vigorose.

Puoi anche continuamente riutilizzare il tuo terreno.

Se questo non fosse già abbastanza convincente, ecco l'ultima ragione: il ROLS utilizza le migliori tecniche della natura per creare i fiori più densi. La cannabis coltivata sui substrati ROLS offre in genere un effetto molto più intenso e inebriante.

COME FARE IL TUO ROLS

COME FARE IL TUO ROLS

Anche se non ci sono regole rigide per costruire ROLS perfetti, ecco alcuni suggerimenti. Ricorda che ceppi specifici possono richiedere lievi modifiche.

  1. Partire da una buona terra: è possibile acquistarla in qualsiasi negozio di casalinghi e giardinaggio, ma questo non è ROLS. Ora devi aggiungere alcuni ingredienti per trasformarlo in un ecosistema vivace.

  2. Aerare il terreno: hai bisogno di qualcosa nel mix che assorbirà l'acqua e manterrà l'aria all’interno del terreno. L’humus è il prodotto perfetto. Alcuni coltivatori usano crusca di riso o pietra lavica. Anche il cocco e la torba funzionano bene. Non aver paura di utilizzare tutti questi ingredienti contemporaneamente in diverse proporzioni. Sperimenta.

  3. Aggiungere fertilizzanti naturali: guano di pipistrello, foglie marce, rifiuti di lombrichi o farina di ossa. Anche il letame funziona e fornirà azoto prezioso durante molteplici cicli di coltivazione. Anche il carbone naturale da legna è ottimo. È una buona idea usare più di uno di questi materiali. La natura fa così, e quindi dovresti farlo anche tu.

  4. Aggiungere alcuni protettori naturali: il ROLS è una tecnica di coltivazione naturale, ma non tutta la natura è benevola. Devi proteggere le tue piante da parassiti e contaminanti. L'aggiunta di ortiche, bucce di arance e di limone, e persino di cipolle è la scelta perfetta. Questa combinazione respingerà gli invasori e inviterà gli insetti giusti.

  5. Prepara un tè di compost: un mix liquido che aggiungerai al tuo terreno per mantenerlo vivo e vivace. Puoi fare questo "tè" con chicchi di caffè, aloe, paglia e gusci d'uovo. In altre parole, con i normali rifiuti di cucina.

NOTIZIA CORRELATA
Riciclare i Fondi di Caffè per Piante Sane e Contente

Coltivare biologicamente e riciclare fondi di caffè per concimare piante e respingere parassiti. Con alte concentrazioni di azoto, i fondi...

In definitiva, più gli ingredienti sono diversi, più i tuoi ROLS sono migliori. Anche la sperimentazione sulle tue specifiche coltivazioni è importante. Usando una gran varietà di ingredienti, i microrganismi contenuti nel tuo terreno faranno la maggior parte del lavoro al posto tuo.

Marguerite Arnold

Scritto da: Marguerite Arnold
Con anni di esperienza di scrittura alle spalle, Marguerite dedica il suo tempo ad esplorare il settore della cannabis e gli sviluppi del movimento di legalizzazione.

Scopri i nostri scrittori