Recensione Varietà: Mataro Blue CBD

Pubblicato :
Categorie : BlogCannabisRecensioni sulle varietà

Recensione Varietà: Mataro Blue CBD

La Mataro Blue CBD della Kannabia combina i benefici terapeutici del cannabidiolo con gli effetti ricreativi dell'erba. Offre alte rese produttive ed è adatta ai principianti. Diamo un'occhiata al suo comportamento di crescita.

La Kannabia Seeds comprese che una parte dei consumatori di Cannabis era interessata a sfruttare le proprietà terapeutiche dell'erba, mantenendo, però, una certa funzionalità per poter svolgere le normali attività. Fu così che decise di rispondere a questa crescente domanda con la Mataro Blue CBD: una bellissima varietà adatta anche per i principianti, capace di produrre una grande quantità di fiori ricoperti di cristalli e piuttosto tollerante verso gli eventuali errori di percorso. Volete saperne di più? Leggete quanto segue!

CARATTERISTICHE DI CRESCITA

Come accennato in precedenza, la Mataro Blue CBD è una varietà facile da coltivare che risponde piuttosto bene a tutti i tipi di stress colturali, compresi gli eccessi e le carenze nutrizionali e gli sbalzi di temperatura. Si presta a qualsiasi tecnica di coltivazione, ma le migliori rese produttive si ottengono con il SOG, anticipando il periodo di fioritura 12/12 di qualche giorno ed usando una lampada da almeno 600 watt.

Per avviare una coltivazione indoor, collocate i semi direttamente in appositi cubetti da semenzaio, copriteli con un coperchio per mantenere elevata l'umidità e collocate il tutto su un tappetino termico, in una zona illuminata da luce indiretta. Dopo cinque o sette giorni dovreste iniziare a vedere i primi cotiledoni emergere dai cubetti, con una radice a fittone visibile nella parte inferiore. A questo punto, potete trapiantare i giovani piantini nel substrato definitivo o aspettare un'altra settimana, per consentire alle radici di svilupparsi al meglio.

Molti fenotipi di varietà ricche in CBD prediligono concimazioni leggere, per cui cercate di non eccedere con i fertilizzanti, almeno fino a quando le vostre piante non si saranno abituate al nuovo substrato. Se avete la possibilità preparare quest'ultimo con qualche settimana di anticipo, ricordatevi che un terreno organico di ottima qualità, il cosiddetto "super soil", evita molti problemi e riduce notevolmente le manovre di concimazione.

Una volta sviluppato l'apparato radicale, la Mataro Blue CBD inizia a sviluppare rapidamente le sue numerose ramificazioni laterali e una folta chioma di foglie verde scuro e brillanti. In questo periodo le piante assumono un aspetto piccolo e cespuglioso. Consigliamo di passare dalla fase di crescita vegetativa a quella di fioritura nel momento in cui le giovani piante hanno raggiunto la metà delle loro dimensioni finali, dato che durante le prime settimane a 12/12 di ore luce/buio possono facilmente raddoppiare le loro dimensioni. A questo punto, sarà opportuno sostenere le piante con alcuni tutori, in modo da evitare che i rami si flettano e si allontanino dalla luce o, ancora peggio, che subiscano qualche rottura causata dal peso delle cime in fase di sviluppo.

Dopo due settimane di fioritura, all'altezza di ogni internodo si inizieranno ad intravedere soffici masse di peletti bianche, seguiti da grappoli floreali ben sviluppati. Dopo cinque settimane di fioritura, le cime saranno ormai pesanti al tatto e anche le foglie mostreranno uno spesso strato di cristalli di THC, facilmente visibile anche ad occhio nudo. Da qui in avanti, le piante continueranno ad ingrossarsi e a compattarsi fino al giorno della raccolta, dopo circa 60 giorni di fioritura.

Se volete ottenere il meglio anche dal punto di vista estetico, riducete le temperature nelle ore "notturne". L'aria fredda, infatti, spinge questa varietà a manifestare tonalità piuttosto variopinte. Ciò non influenzerà affatto la potenza del prodotto finale, ma apporterà un po' di colore alla vostra Grow Room. A chi non piacciono i colori vivaci?!

Al momento del raccolto, la Mataro Blue CBD appare completamente ricoperta di fiori compatti ed appiccicosi, con sfumature che vanno dal colore verde chiaro al viola, mostrando anche tonalità bluastre. Con un'adeguata illuminazione, l'effetto popcorn e l'aspetto cotonoso non saranno molto pronunciati, ma nulla verrà sprecato. Tutto, compresi gli scarti della manicure delle cime, potrà essere trasformato in olio o estratti.

Mataró Blue CBD (Kannabia) fem.

SAPORI ED AROMI

Con le sue forti influenze Kush e Blueberry, la Mataro Blue CBD unisce i sapori più terrosi e classici ad una leggera fragranza dolciastra. Gli aromi di mirtilli saranno così lievi da non essere quasi avvertiti se non si presta un minimo d'attenzione. Non sprigiona sapori eccessivamente esotici, ma nel complesso, offre aromi alquanto piacevoli ed intensi, se le cime vengono conciate adeguatamente. I profumi sono forti ma non troppo pungenti, con note di legno antico, simili a quelle di una botte in rovere, come quelle utilizzate per invecchiare i vini nella regione spagnola Mataro, da secoli famosa per questa sua antica tradizione.

EFFETTI

La Mataro Blue CBD è la risposta della Kannabia Seeds ai consumatori di Cannabis interessati ad avere sempre la botte piena e la moglie ubriaca. Perché non puntare a progetti ambiziosi quando si presenta la possibilità?! Le ridotte concentrazioni di THC del 10% e la genetica a predominanza Indica provocano effetti corporei che non vi trasformeranno mai in zombie pietrificati su un divano. Dall'altra parte, invece, l'elevato contenuto di CBD del 7% vi consentirà di apprezzare tutti i benefici terapeutici, fisici e rilassanti, capaci di intorpidire i dolori, ridurre le infiammazioni, alleviare lo stress e conciliare sonni notturni tranquilli. Questa varietà tende a stimolare leggermente l'appetito, un bene per alcuni ed un male per altri.

CONCLUSIONE

Se siete interessati a combinare gli effetti psicoattivi con evidenti proprietà terapeutiche, la Mataro Blue CBD è sicuramente ciò che fa al caso vostro. Una pianta facile da coltivare, molto produttiva sia indoor che outdoor e con un aspetto molto gradevole. Tenetela seriamente in considerazione la prossima volta che vorrete coltivare una nuova varietà ricca in CBD nel vostro giardino!

 

         
  Laura  

Scritto da: Laura
Redattrice ospite con cui spesso collaboriamo, Laura vive nel cuore selvaggio della East Coast americana. Risiede nella fattoria di famiglia, dove con il tempo ha sviluppato un profondo rispetto per la Cannabis, riuscendo a dominarne ed affinarne la coltivazione.

 
 
      Scopri i nostri scrittori