Recensione Varietà: Liberty Haze

Pubblicato :
Categorie : BlogCannabisRecensioni sulle varietà

Recensione Varietà: Liberty Haze

Vincitrice agli High Times Cannabis Cup del 2011, la Liberty Haze della Barney's Farm si fa precedere dalla sua fama. Il suo patrimonio genetico è un buon motivo per esistere, quindi diamo un'occhiata a come si comporta.

La Liberty Haze è una varietà di Cannabis famosa tra gli intenditori di varietà Haze. È il mix di un maschio G13 e di una ChemDawg91 dalla fioritura accelerata, entrambe varietà da competizione e di riconosciuto valore. Dopo diverse ricerche rigorose, la Liberty Haze si è stabilizzata in una varietà di Cannabis detentrice di tutto il potenziale dei suoi progenitori, ma unica in se stessa.

CARATTERISTICHE COLTURALI

La Liberty Haze è un ibrido di Cannabis che ha conservato le caratteristiche colturali sia Sativa che Indica. Il risultato è una pianta di media altezza - circa 1-1,4m indoor - dalla produzione di cime allungate molto eleganti e belle da vedere. La sua genetica ne ha determinato il periodo di fioritura relativamente ridotto, per una durata complessiva di 66 giorni. Ciò che vi rimarrà per le mani alla fine del suo ciclo saranno delle cime assolutamente meravigliose e compatte, congelate dai tricomi. Per non parlare delle rese massicce, potenzialmente in grado di produrre fino a 600g/m², se coltivata da mani esperte.

Liberty Haze - Barney's Farm

SAPORE

Ritengo che la Liberty Haze abbia un sapore molto rinfrescante, un'unione di pino e agrumi che evolve in sentori "skunky". Tutto ciò la rende una varietà piuttosto fragrante, da tenere assolutamente sotto controllo quando discrezione è la parola chiave.

L'EFFETTO

La capacità della Liberty Haze di scatenare un "high" estremamente potente è uno dei suoi principali pregi. Test di laboratorio hanno rilevato una produzione di THC del 25%, il che la rende una forza da tenere sotto controllo, soprattutto dai fumatori principianti. Sebbene sia un ibrido praticamente 50/50, il suo effetto è assolutamente a predominanza Sativa, degno del suo nome Haze. Io mi sono immediatamente fatto travolgere dal suo effetto cerebrale, che mi ha colpito con un'ondata di euforia e, mentre all'inizio mi sentivo prevalentemente vigile e lucido, man mano che ne consumavo ancora, mi sono ritrovato completamente perso nella musica che stavo ascoltando. Il risultato è stato che ho trascorso un'ora o due prima di imparare a conoscerla, dopodiché mi sono preparato ad atterrare sul Pianeta Terra. Un vero toccasana per gli appassionati Sativa che amano perdersi nello spazio "Haze".

CONCLUSIONI

È facile capire come mai la Liberty Haze abbia riscosso tanto successo durante gli High Times Cannabis Cup del 2011: si tratta senza ombra di dubbio di materia di qualità superiore. Per coloro che non amano l'effetto Sativa, qui c'è ben poco per voi. Ma se doveste essere appassionati del genere Sativa, ma prediligete tempi di fioritura più rapidi, non potete trovare di meglio. La Liberty Haze è uno degli ultimi nati nella famiglia Haze, con una genetica 50/50.