Recensione varietà: Jack Herer

Pubblicato :
Categorie : BlogCannabisRecensioni sulle varietà

Recensione varietà: Jack Herer

Questa varietà prende il nome dal pioniere della legalizzazione della Cannabis, Jack Herer. Fu la Sensi Seeds a creare questo capolavoro, affettuosamente chiamato anche "lo champagne delle varietà".

Jack Herer, autore del libro "The Emperor Wears No Clothes", sarebbe oggi molto orgoglioso di poter assistere al successo riscosso da questa varietà di Cannabis, una delle più premiate. Un ceppo di marijuana squisito che, esattamente come l'attivista, è diventato una vera e propria leggenda. La Jack Herer è il geniale risultato dell'incrocio di una Skunk #1 con una Northern Light #5 e una Haze, tre pietre miliari della storia della Cannabis. L'originale Jack Herer è tuttora disponibile tra le varietà della Sensi Seeds, ma venduta solo come seme regolare. Le varietà femminizzate sono offerte da numerose banche del seme, ma la genetica originale è gelosamente conservata solo dalla Sensi Seeds.

Essendo un ibrido 55% Sativa/45% Indica, la Jack Herer si avvicina ad un equilibrio genetico quasi perfetto. Tuttavia, le piante possono mostrare fino a quattro diversi fenotipi all'interno di una piantagione: tre di questi sono ovviamente a predominanza Sativa, mentre il quarto presenta un comportamento di crescita che si avvicina maggiormente alla genetica Indica, sviluppando piante piuttosto compatte e dal periodo di fioritura relativamente breve, producendo cime compatte ed arrotondate. I tratti che accumunano tutti i fenotipi sono la produzione esuberante di resina e gli effetti a doppio taglio. Infatti, la Jack Herer ha la capacità di fare decollare la mente fino alla stratosfera, facendo sprofondare il corpo in un piacevole stato di torpore.

Le diverse versioni femminizzate di Jack Herer oggi disponibili

La Jack Herer della Bulldog Seeds è un complesso incrocio a tre vie: Skunk, Haze e Northern Lights #5. Questa strepitosa combinazioni di tre genetiche si riflette in una varietà dall'aspetto esotico, tipicamente Sativa, ma con l'esorbitante produttività di un'Indica, il tutto concentrato in un'unica pianta, conosciuta in tutto il mondo. Rimane una delle varietà più amate dagli amanti delle Sativa, con un periodo di fioritura di appena 8 settimane. I raccolti si aggirano intorno ai 500-600g/m², obiettivo raggiunto solo in questi ultimi anni, ma la potenza delle cime resta assolutamente indiscussa. Con un livello di THC di quasi il 21%, stiamo parlando di un'erba destinata ai fumatori più veterani.

La Jack Herer della Vision Seeds è un ulteriore incrocio di genetiche Skunk #1, Northern Lights #5 e Haze. Questa pianta a predominanza Sativa arriva a crescere fino a 180cm d'altezza, producendo circa 500g/m², dopo 9 settimane di fioritura. Le cime assumono una colorazione verde chiara, completamente ricoperte da ghiandole di resina. Alcuni fenotipi dimostrano graziose tonalità cromatiche che sfumano dal rossiccio al viola. Fumando quest'erba si apprezzano sapori speziati e Haze, innescando effetti cerebrali e altamente euforici.

La Jack Herer della Greenhouse Seeds è una vera e propria concentrazione di potenza. Questo tributo al famoso attivista pro Cannabis è frutto dell'incrocio tra una Haze ed una Red Skunk. Il risultato ottenuto è una varietà in grado di produrre fino a 800g/m², offrendo un prodotto estremamente potente e dall'elevato valore terapeutico. Quest'erba è la scelta perfetta per tutti quei pazienti affetti da dolori e da mancanza di appetito, mentre accompagna con una piacevole "high". Questo impressionante ibrido si comporta molto bene in coltivazioni con tecniche colturali SOG e ScrOG, offrendo una produttività potenziale di 1200 grammi per pianta, quando viene coltivata outdoor. I grappoli di fiori di questa versione di Jack Herer sono impressionanti, enormi e simili a giganteschi popcorn verdi, spolverati da zucchero a velo e tempestati da una miriade di pistilli arancioni. Non solo offre abbondanti raccolti e cime impressionanti, i fiori sono così resinosi e colmi fino all'orlo di potenza che arrivano a toccare il 20% di THC. Ciò vi farà comprendere perchè è sempre meglio assaporare quest'erba comodamente seduti!

Come avrete potuto osservare, ogni banca del seme offre la propria versione di Jack Herer, con piccole e distintive peculiarità nella genetica, ma tutte con una caratteristica comune: l'eccezionale potenza. Se avete avuto modo di provare la Jack Herer fatecelo sapere, riportando la vostra opinione o qualsiasi altro commento nel riquadro sottostante.