Recensione Prodotto: DaVinci Ascent

Pubblicato :
Categorie : BlogCannabisRecensioni Prodotto

Recensione Prodotto: DaVinci Ascent

Il prossimo prodotto inserito fra le nostre recensioni è il DaVinci Ascent, un vaporizzatore portatile con molto da offrire.

Come alcuni altri vaporizzatori di fascia analoga, il DaVinci Ascent può fare di tutto, dalla vaporizzazione di erbe essiccate a quella di concentrati. Si tratta di uno dei vaporizzatori portatili più versatili in circolazione, in grado di sprigionare vapore di alta qualità, indipendentemente dalla sostanza impiegata. Qualche piccola stranezza a parte, i lati positivi sono in netta maggioranza. Ho trascorso molto tempo in sua compagnia, e ho fatto una certa fatica a lasciarlo per mettermi a scrivere questo articolo. Ma mi tocca, quindi procediamo col dargli un'occhiata più da vicino, per scoprire i diversi aspetti del DaVinci Ascent.

DIMENSIONI

In termini di dimensioni, il DaVinci Ascent misura circa 12cm h. x 6cm lungh. x 2cm spessore. Ricorda, per dimensioni, i più moderni smartphone, appena un po' più spesso. In aggiunta, le dimensioni relativamente ridotte rendono questo vaporizzatore particolarmente adatto ad essere trasportato, non è difficile trovargli un posto dove conservarlo e, non meno importante, rende molto discrete le operazione di vaporizzazione quando si è in giro. L'Ascent pesa circa 192g, un po' di più rispetto agli standard medi dei vaporizzatori portatili. Non è, comunque, troppo pesante da comprometterne la trasportabilità e, se non altro, è comodo da tenere in mano.

QUALITÀ DI FATTURA E DESIGN

Il DaVinci Ascent è costruito per essere robusto ed affidabile allo stesso tempo. Il materiale più utilizzato è la plastica, ma questo non lo rende meno valido. Il fondo dell'Ascent è dotato di un semplice meccanismo a rotazione che permette l'apertura del vano per le erbe e il condotto per la propagazione del vapore è interamente costruito in vetro. La parte frontale dell'Ascent è dotata di display OLED, oltre ai pulsanti di controllo per la selezione delle impostazioni desiderate.

Il modello particolare a mia disposizione per questa recensione ha un effetto legno lucido che, ad essere onesti, non mi piace molto. Ma è una questione di gusti personali, e l'Ascent è disponibile anche con altre variazioni... molto sottili. A parte questo, il design dell'Ascent è molto ben congegnato, rispetto ad altri modelli molto meno eleganti. A me piace particolarmente il bocchino in vetro ritraibile all'interno del vaporizzatore, quando non lo si usa, facilmente rimovibile per le operazioni di pulizia (oltre al condotto per il vapore in vetro), in grado di dare un aspetto ancora più elegante all'Ascent.

VANO PER LE ERBE E SISTEMA DI RISCALDAMENTO

Una delle caratteristiche più particolari del DaVinci è la sua capacità di vaporizzare facilmente sia erbe essiccate che concentrati, oli inclusi. Ciò è reso possibile grazie al suo enorme vano per le erbe. In media, l'Ascent può contenere circa .3g di erba essiccata macinata. Si tratta di una quantità decisamente superiore ad altri vaporizzatori e permette sessioni di vaporizzazione di gruppo decisamente più lunghe. La grande dimensione di questo vano è anche giustificata dalla possibilità di contenere l'ampolla in vetro per la vaporizzazione dei concentrati che, una volta riempita, verrà inserita facilmente nel vano di riscaldamento.

Il sistema di riscaldamento dell'Ascent è realizzato in vetro rivestito in ceramica. In teoria, si tratta di un vaporizzatore a convezione, ma il vano raggiunge un livello tale di calore, per via delle quantità maggiori di cime che vengono a contatto con esso, da avviare anche una certa conduzione. Sul fondo della ciotola sono presenti quattro piccoli fori, per il passaggio dell'aria calda che permette il funzionamento a convezione del vaporizzatore. Ha un apprezzabile tempo di riscaldamento di circa 50 secondi.

FACILE DA USARE

Il DaVinci Ascent è facile da usare, ma viene da chiedersi se sia un caso. Le operazioni iniziali sono estremamente facili. Basta semplicemente svitare il fondo per aprirlo, riempire il vano, richiudere, ed attendere che il calore raggiunga la temperatura impostata. Grandioso! Il display frontale permette di modificare la temperatura, grazie ad un sistema di impostazione estremamente preciso che può raggiungere i 220°C.

Tuttavia, le cose diventano un po' più laboriose se dovete confrontarvi con le caratteristiche più avanzate dell'Ascent. Andando sulle impostazioni dell'Ascent è possibile impostare solo tre temperature, ad intervalli di tempo specifici. L'Ascent modificherà automaticamente la temperatura su queste tre impostazioni, trascorso un tempo determinato per ciascuna. Se impostato adeguatamente, permette di adattare ancora di più l'esperienza alle vostre esigenze, regolando la vaporizzazione delle vostre cime. Ma, se le impostazioni non sono regolate come si deve, o se doveste disattivare questa funzione perché la ritenete non necessaria, le operazioni si complicano e potrebbe essere utile dare un'occhiata al manuale di istruzioni prima di procedere. Nulla di particolarmente grave, ma potrebbe anche capitare che qualcuno modifichi accidentalmente le impostazioni durante una sessione di gruppo.

Una caratteristica che ho apprezzato particolarmente, e che mi aspetterei da un vaporizzatore di una certa qualità, è il sistema di spegnimento automatico, grazie al quale, se l'Ascent non viene utilizzato per diverso tempo, si spegnerà da solo.

QUALITÀ DEL VAPORE

L'effettivo vapore prodotto dal DaVinci Ascent è eccellente. Grazie al preciso sistema di controllo della temperatura e al condotto per il vapore completamente in vetro, vi ritroverete in un'avvolgente, ricca nuvola di vapore. Ovviamente, la qualità può essere influenzata dal tipo di cime utilizzate e dalla temperatura che deciderete di impostare, ma l'Ascent rimane comunque su livelli superiori ed è in grado di produrre un vapore squisito.

DURATA DELLE BATTERIE

La casa produttrice, la DaVinci appunto, dichiara che l'Ascent possa durare fino a 3 ore di utilizzo continuo. Io ho sperimentato che, in realtà, si avvicina di più alle 2-2,5 ore. Il tempo di ricarica si aggira intorno alle 5 ore. È un tempo di esecuzione eccezionale, ma il tempo di ricarica potrebbe essere migliore.

PULIZIA

L'Ascent è estremamente facile da pulire, con entrambe le sezioni in vetro facilmente removibili e il facile accesso al vano per le erbe. Tutto dipende, naturalmente, da quanto spesso siate soliti eseguire le operazioni di pulizia, ma basterà attenersi alla media richiesta per altri vaporizzatori presenti sul mercato. Dopo qualche buona sessione di vaporizzazione, potrebbe risultare un po' incrostato, ma non sarà un problema pulirlo, soprattutto rispetto ad altri vaporizzatori molto meno pratici.

COSTO

Il DaVinci Ascent inciderà sulle vostre finanze con un costo di circa 229€, tra i migliori sul mercato... in termini di prezzo. Fortunatamente, la spesa dell'Ascent viene ricompensata con funzionalità e qualità, di tutto rispetto.

AVVERTENZE

Il DaVinci Ascent è coperto da 2 anni di garanzia, relativa a camera di riscaldamento, difetti di fabbrica, manifattura ed elettronici. Tuttavia, la batteria è coperta solamente per un periodo di 90 giorni.

CONCLUSIONI

Il DaVinci Ascent si pone ad un livello piuttosto alto fra i vaporizzatori portatili. È di buona fattura, sprigiona vapore di alta qualità ed ha un prezzo ragionevole. Il tempo di ricarica della batteria, tuttavia, potrebbe essere migliore, ma per le dimensioni e per la portabilità che è in grado di offrire, non è un aspetto troppo negativo. Alla fine della fiera, è estremamente facile da usare ed offre un bel po' di versatilità, sia quando lo si usa a casa che in giro. Non è male.

 

         
  Josh  

Scritto da: Josh
Redattore, psiconauta e "aficionado" della Cannabis, Josh è l'esperto di casa a Zamnesia. Trascorre le sue giornate immerso nella campagna, andando alla scoperta delle nascoste doti psichedeliche della natura.

 
 
      Scopri i nostri scrittori