Recensione Banca del Seme: Barney's Farm

Pubblicato :
Categorie : BlogCannabis

Recensione Banca del Seme: Barney's Farm

La Barney's Farm è una delle più popolari banche del seme d'Olanda e ricopre un ruolo molto importante sul mercato dei semi di Cannabis. Nonostante le sue origini siano tuttora misteriose, la Barney's Farm ha creato diverse varietà famose e pluripremiate.

L'origine della Barney's Farm va fatta risalire, probabilmente, ai primi anni '80, quando un piccolo gruppo di coltivatori andò a rintanarsi sulle vette rocciose dell'Himalaya per sperimentare, incrociare, coltivare, sperimentare di nuovo e incrociare ancora una volta diverse varietà di marijuana. Derry, uno di questi coltivatori, nonché fondatore e proprietario della Barney' Seeds, aveva collezionato e raccolto suddette varietà durante i suoi viaggi in giro per l'Asia e il Medio Oriente, inclusi Afghanistan, Pakistan, India, Tailandia, Vietnam, Nepal e Tibet. Con tali campioni per le mani, il gruppo trascorse ben tre anni sull'Himalaya, selezionando gli esemplari con maggior contenuto di THC e raffinandoli fino a creare alcune fra le varietà che ancora oggi rendono la Barney's Farm tanto conosciuta e popolare in tutto il mondo.

Con questi esemplari ormai definiti e stabilizzati, Derry fece ritorno ad Amsterdam dove aprì, diventandone il proprietario, il coffee shop Barney's Farm. Le genetiche superiori cui erano giunti lui e i suoi compagni sull'Himalaya fecero ben presto esplodere il successo del Barney's Farm, mettendo in moto la forza inarrestabile di questo coffee shop, ancora oggi in piena attività.

Oggi la Barney's Farm è tra le banche del seme migliori al mondo e, sebbene affondi le sue origini in luoghi lontani e misteriosi, indubbiamente i suoi ricercatori sono in grado di produrre esemplari di qualità superiore. Uno dei grandi timori che sorgono quando una banca del seme cresce e progredisce tanto rapidamente è che possa in qualche modo allontanarsi dai suoi ideali originari, spostando i propri interessi sul profitto a discapito della qualità, diventando troppo commerciale. Fortunatamente pare che questo non sia il caso della Barney's Farm, ma lasciamo a voi l'ardua sentenza.

I principali esempi del loro lavoro

Critical Kush


Probabilmente una delle varietà più popolari, la Critical Kush fa parte degli esemplari di Indica più riusciti e puri, in grado di produrre fino a 750 grammi/m2 di erba di ottima qualità. In grado di colpire duramente grazie agli effetti del suo 25% di THC, si tratta di una forza da non sottovalutare. La Critical Kush si è aggiudicata un primo posto alla Cannabis Cup.

Liberty Haze


Per coloro che cercano qualcosa in più di una Haze, la Barney's Farm ha messo a punto un vero mostro conosciuto come Liberty Haze, una varietà in grado di spedire la vostra mente in orbita in una botta sola. Test di laboratorio hanno rilevato un contenuto di THC che si aggira intorno al 25%. La Liberty Haze ha dimostrato di essere la migliore varietà in assoluto durante gli High Times Cannabis Cup del 2011.

Pineapple Chunk


La Pineapple Chunk è un'altra Indica d'eccezione presente nel catalogo della Barney's Farm e si è guadagnata un'ottima reputazione grazie al suo forte sapore esotico. Proprio come la maggior parte delle varietà popolari della Barney's, la Pineapple Chunk è estremamente potente e raggiunge un livello di THC del 25%. Si è aggiudicata il titolo di Miglior Indica durante gli High Times Cannabis Cup del 2009.

I Premi vinti dalla Barney's Farm (quelli di cui siamo a conoscenza)

1° Premio per la Migliore Varietà in assoluto - Cannabis Cup 2011: Liberty Haze
1° Premio per la Migliore Varietà in assoluto - Cannabis Cup 2010: Tangerine Dream
1° Premio per il Migliore Hashish di Importazione - Cannabis Cup 2010: Caramella Cream
1° Premio per il Miglior Prodotto - Cannabis Cup 2010: Barney’s Bud Scope
1° Premio per il Miglior Stand - Cannabis Cup 2010
2° Premio per la Migliore Varietà in assoluto - Cannabis Cup 2009: Vanilla Kush
1° Premio per il Miglior Hashish Olandese - Cannabis Cup 2009: Royal Jelly
2° Premio per il Miglior Hashish d'Importazione - Cannabis Cup 2009: Triple Zero
2° Premio per il Miglior Stand - Cannabis Cup 2009
2° Premio per la Migliore Varietà in assoluto - Cannabis Cup 2008: Utopia Haze
3° Premio per la Migliore Indica - Cannabis Cup 2008: LSD
1° Premio per la Migliore Sativa - Cannabis Cup 2008: Utopia Haze
1° Premio per il Miglior Hashish Olandese - Cannabis Cup 2008: Royal Jelly
1° Premio per il Miglior Hashish d'Importazione - Cannabis Cup 2008: Triple Zero
1° Premio per il Miglior Prodotto - Cannabis Cup 2008: BC Chillum
2° Premio per il Miglior Stand - Cannabis Cup 2009

Si è, inoltre, aggiudicata 21 premi Cannabis Cup negli anni fra il 2001 e il 2007.