Raccolta Di Cannabis: Manicure E Essiccazione

Pubblicato :
Categorie : BlogColtivare Cannabis

Raccolta Di Cannabis


La maggior parte delle seedbank fornisce dati piuttosto precisi sul periodo di fioritura di ogni varietà di cannabis. Usateli a titolo indicativo. Alcuni fenotipi, infatti, possono discostarsi dalle descrizioni. Indipendentemente dalla varietà coltivata, indica, sativa, ibrido o autofiorente, basatevi sempre sull'analisi dei fiori per valutare il momento giusto per raccogliere.

QUAND'È IL MOMENTO MIGLIORE PER RACCOGLIERE?

Prima di procedere con il taglio delle piante di cannabis, bisogna assicurarsi che sia arrivato il momento più opportuno per raccogliere. Per determinarlo nel modo più corretto possibile è necessario sapere che cosa cercare. L'ispezione visiva dei fiori di marijuana negli ultimi giorni di fioritura, osservando soprattutto il colore dei pistilli, è il metodo più semplice. Bisogna verificare se i pistilli o "peletti" stanno cambiando colore dal bianco all'arancione/rosso. Se più del 60% sono passati ad un colore ambra, vuol dire che le infiorescenze sono mature e pronte per essere raccolte.

L'ispezione visiva dei fiori di cannabis, però, non si limita all'osservazione ad occhio nudo. Per una valutazione più precisa delle colture è necessario guardare la resina con una lente di ingrandimento. E per dissipare ogni dubbio, la migliore soluzione è un microscopio tascabile con ingrandimento 50x-100x con cui esaminare i tricomi.

Microscopio Tascabile

Quando più del 50% delle teste dei tricomi è diventato bianco lattiginoso ed alcuni tricomi a forma di fungo hanno assunto sfumature ambra vuol dire che la pianta ha raggiunto il suo apice di potenza. Alcuni preferiscono raccogliere in anticipo, quando un 50% delle teste di resina sono ancora trasparenti e cristalline, per ottenere effetti più stimolanti. Altri, invece, preferiscono raccogliere con qualche giorno di ritardo, quando la maggior parte dei tricomi sono diventati di color ambra, per ottenere così un effetto corporeo più pesante.

STRUMENTI PER IL RACCOLTO

  • Guanti: Quelli in vinile sono i migliori, ma il lattice funziona altrettanto bene
  • Forbici per la manicure: Qualsiasi modello facile e comodo da impugnare
  • Sacchetti di carta marrone: Per le cime e le foglie piccole
  • Griglia d'essiccazione: Per le cime grandi e compatte (o un semplice filo da pesca)
  • Area d'essiccazione: Armadio/mobile/scatola per scarpe
  • Rotolo di carta da forno: Le cime sono appiccicose e conviene sempre riporre qualche foglio di carta sul tavolo
  • I coltivatori domestici medi potrebbero aver bisogno anche di un po' di musica, canne, cibo e caffè per trascorrere al meglio le ore di lavoro (basandoci su un ritmo di 50g all'ora), se non addirittura settimane nelle colture più grandi.

MANICURE

Manicure

Il raccolto ramo per ramo è più ordinato e consente di ottenere cime dall'aspetto più professionale. Dedicate tempo e dedizione al taglio delle foglie intorno ad ogni infiorescenze. Mettetevi dei guanti e cercate di toccare il meno possibile i fiori. Afferrate il ramo e tagliate le foglioline con forbici comode ed affilate. Inoltre, cercate di eliminare anche le porzioni di stelo delle foglie tra le cime perché possono diventare terreno fertile per le muffe. I dilettanti meno capaci tendono ad ottenere sempre cime più fogliose. Normalmente, si calcola che per ottenere i migliori risultati bisogna ripulire accuratamente circa 50g di infiorescenze all'ora.

ESSICCAZIONE

Essiccazione

Per essiccare correttamente il vostro prezioso raccolto di marijuana dovete adottare un approccio lento e costante. Inserite le infiorescenze "popcorn" all'interno di sacchetti di carta marroni. Mentre aspettate il raccolto principale, potete provare qualche campione in 5-7 giorni. Le cime più grandi e compatte, invece, richiedono una griglia d'essiccazione. Potete costruirne una o acquistarla, a voi la scelta. In alternativa, potete usare una scatola di scarpe forata sul coperchio. Se invece volete essiccare i fiori ancora attaccati ai rami, potete appenderli su fili da pesca.

Per essiccare correttamente bisogna mantenere la temperatura ambiente ed un'umidità relativa non superiore al 50%. L'ideale sarebbe una struttura d'essiccazione con griglia, ma anche un qualsiasi armadio con un filo funziona altrettanto bene. L'essiccazione richiede dai 10 ai 14 giorni, durante i quali bisogna assicurare la massima oscurità, in quanto la luce del sole degrada le cime.

Eseguite correttamente questi passaggi e sarete pronti per assaporare la vostra erba. Tuttavia, vi consigliamo di dedicare ancora qualche giorno alla concia della marijuana. La concia è l'unico modo per liberare i migliori aromi, sapori e potenza delle piante. Fortunatamente, abbiamo una GUIDA ALLA COLTIVAZIONE interamente dedicata alla concia, per aiutarvi a realizzare correttamente tutto il processo.

Top Shelf Grower

Scritto da: Top Shelf Grower
Veterano della coltivazione della Cannabis ed originario di Dublino, Irlanda, oggi vive nel sud della Spagna. Impegnato nella diffusione delle sue recensioni, fino a quando non verrà catturato o ucciso.

Scopri i nostri scrittori

Relativi Prodotti