Quale è la differenza fra una droga e una medicina?

Pubblicato :
Categorie : BlogCannabis terapeuticaEducazione alla droga
Ultima modifica :

differenza droga e medicina


La differenza tra un farmaco e una droga è spesso difficile da capire. Parlando di certe sostanze è più facile, ma con le erbe mediche la cosa diventa più complicata. La classificazione cambia anche con la maggiore conoscenza medica sugli effetti di queste sostanze.

Il dibattito sulla differenza tra droghe e medicine non è una novità. Da fine della fine del XIX secolo infuriano le polemiche. È diventato un problema quando sia la professione medica sia quella farmaceutica sono diventate delle entità organizzate. In una certa misura questo è anche coincidente con l'arrivo della legge sui brevetti sia in Europa, sia negli Stati Uniti. Una pianta fosse usata come "medicina" non poteva essere brevettata.

Dall'altra parte dell'equazione, l'alcol (ad esempio) è stato usato anche come "medicina". L'etichetta si applica anche a sostanze che sono oggi sia "droghe" sia "farmaci". In alcuni casi, come gli oppioidi, le anfetamine, la LSD e la cannabis, possono essere entrambe le cose. Ad esempio, la notizia che Cary Grant si è sottoposto a una "terapia" con LSD negli anni '50 ritorna oggi in un momento in cui il microdosaggio di LSD sta tornando ad essere utilizzato come un trattamento per depressioni gravi e disturbi dell'umore.

Le persone possono anche essere "dipendenti" sia dai farmaci prescrivibili, sia dalle droghe. Anche i medicinali possono avere effetti collaterali, anche gravi.

Essenzialmente la distinzione tra "droga" e "medicina" è concepita e imposta da decisioni politiche e mediche. Queste decisioni cambiano nel corso del tempo.

COSA È UNA MEDICINA?

Medicina

In linea di massima, una medicina può essere qualsiasi sostanza che viene somministrata per alleviare la sofferenza. Non deve essere necessariamente fabbricata dall’uomo. Questo vale per molti farmaci a base di piante che richiedono una prescrizione da un medico. Ad esempio, la pianta di aloe è ben nota per lenire e guarire le ustioni.

I farmaci da prescrizione sono leggermente diversi. Spesso i farmaci sono abbastanza potenti da causare effetti nocivi e devono quindi essere assunti con moderazione e sotto controllo medico. Nella maggior parte dei paesi, esistono delle tabelle ufficiali di farmaci e droghe. Queste includono la cannabis, la cocaina, le anfetamine, l'eroina e gli oppiacei. E comprendono anche altri farmaci che vengono prodotti in laboratorio per uno scopo specifico.

Queste definizioni e queste tabelle possono anche cambiare nel tempo. La cannabis, ad esempio, o più specificamente i cannabinoidi, stanno per essere riclassificate nella maggior parte dei paesi più importanti. Tuttavia, ad eccezione della Germania e dell'Uruguay, la cannabis rimane una sostanza illecita.

CHE COSA È UNA DROGA?

Droga

Al contrario, una droga è una sostanza usata per il piacere e la ricreazione. Può avere effetti collaterali dannosi. La nicotina e l'alcol sono entrambe droghe, per esempio. Sono entrambe legali. La cannabis, la cocaina, l'eroina e altre "droghe" restano illegali. Stanno cominciando ad esserci esempi di nazioni in cui l'intero dibattito su questo argomento sta cambiando. Il Portogallo sta portato il resto del mondo a decriminalizzare l'uso ricreativo di tutte le droghe.

Ancora più strano è come delle sostanze chimicamente simili siano etichettate, vendute e assunte. Ad esempio, l'eroina è illegale, ma gli antidolorifici a base di oppiacei non sono solo legali, ma stanno causando anche una nuova era dipendenze e sovradosaggi di eroina e oppiacei.

DIFFERENZA NEGLI SCOPI

Al di là della prescrivibilità, degli effetti collaterali e di altre somiglianze, c'è un'altra grande differenza tra qualcosa di etichettato come farmaco o come droga. Un farmaco è di solito usato per uno scopo terapeutico specifico. Questa è una delle tante ragioni per le quali l'uso di cannabis è così difficile da definire. Se un "utente ricreativo" fuma regolarmente, sta usando veramente il farmaco solo per il suo piacere? Oppure, come molte persone, si è auto-diagnosticato un problema e quindi una sua relativa terapia?

DIFFERENZA NEGLI EFFETTI

È anche difficile definire la differenza negli effetti tra "farmaci" e "droghe". Chiaramente la medicina è destinata a innescare l’inizio di una guarigione. Ma, in particolare sul fronte psicologico, cosa è la guarigione? Se LSD o cannabis sono usate con successo sotto controllo medico per il trattamento della depressione cronica, questo è un medico di queste droghe? Naturalmente la risposta è sì.

Ciò significa che "trip" ed euforia possono essere usati per scopi terapeutici e medicinali. D'altra parte, i farmaci ufficiali usati contro la schizofrenia, possono rendere obesi i pazienti.

Qual’è il significato di tutto questo? Se gli effetti di alcune sostanze sono in sintesi positivi e offrono salute e benessere alla persona che li prende, allora queste potrebbero essere considerate dei farmaci. Tuttavia solo perché qualcosa è definito come farmaco non significa che non abbia effetti collaterali negativi.

Effetti negativi

Sia i farmaci da prescrizione, sia le droghe possono essere coinvolgenti e dare dipendenza. Detto questo, entra in gioco la discussione sulla differenza fra "dipendenza" e “uso normale”. Ed entrambe le situazioni si possono verificare sia con le droghe, sia con i farmaci.

QUALI SONO LE DROGHE CHE POSSONO ESSERE USATE COME MEDICINE?

Molte "droghe da party" sono state riconsiderate in questo ultimo secolo per i loro usi terapeutici. E la maggior parte di loro sono in giro da un bel po' di tempo. Oggi sono tutte sotto il microscopio. Le presunte "risposte" riguardanti le malattie mentali, la dipendenza e il dolore sono oggi tutte in discussione.

Cannabis

Cannabis

In caso non ve ne siate accorti, c'è una conversazione globale in corso in questo momento sull’argomento cannabis. La cannabis medica è diventata legge in Germania. È legale in Canada. Sta diventando legale in Australia, in Irlanda e in altri paesi. L’azione dei cannabinoidi all'interno del nostro sistema endocannabinoide recentemente scoperto sta già mettendo in crisi la medicina ufficiale.

Funghi Magici

Funghi Magici

I funghi magici, come sono anche chiamati, non sono niente di nuovo. Come la cannabis, sono stati utilizzati sia nei riti religiosi, sia come strumenti di guarigione per millenni prima del ventesimo secolo. E come molte altre "droghe" sono stati anche studiati come medicina. L'ultima grande attenzione sui funghi risale agli anni '50 e '60. Sono stati studiati originariamente per le persone affette da depressione e poi si sono utilizzati anche per il trattamento dei disturbi post traumatici, PTSD o “shell shock”, come questi disordini venivano chiamati in quei tempi. Ma con l'inizio della guerra alla droga, i funghi furono relegati a circuiti di nicchia. Oggi sono invece ricominciati gli studi per il trattamento di condizioni psicologiche tra cui depressione e disordini post traumatici con i funghi allucinogeni.

Ayahuasca

Ayahuasca

Ayahuasca si prepara con una pianta nativa del Perù, spesso chiamata anche yagé. È stata studiata per trattare la depressione, l'ansia e le dipendenze. Il centro di ricerca John Hopkins negli Usa sta oggi continuando la ricerca sugli effetti di questa sostanza sulla salute mentale. Roland Griffiths, il ricercatore che ha riavviato l'interesse per questa droga, ha scritto che era "incredibile" come la sostanza abbia influenzato positivamente i pazienti. "Quasi tutti i partecipanti hanno riportato notevoli cambiamenti positivi nella disposizione d’animo nel comportamento", ha scritto Griffiths. "Questi cambiamenti sono stati osservati anche dagli amici, dalla famiglia e dai colleghi dei partecipanti all’esperimento. Era un risultato straordinario".

Mescalina

Mescalina

Una delle prossime grandi battaglie sulla politica in materia di droga potrebbe essere l’uso medico della mescalina. La mescalina è un alcaloide psichedelico naturale proveniente, tra gli altri, dal cactus Peyote. Utilizzato per secoli dalle tribù native del Sud America per migliorare la spiritualità, questa sostanza genera profonde esperienze in tutti coloro che la sperimentano. A causa del suo stato illegale, non è stata finora studiata a sufficienza per essere utilizzata nei trattamenti di patologie psichiatriche. Alcune condizioni come la depressione e l'alcolismo potrebbero essere trattate con l'uso medico di mescalina. Di conseguenza, questa “droga” potrebbe essere il nuovo LSD da assumere con micro dosaggi.

 

         
  Marguerite Arnold  

Scritto da: Marguerite Arnold
Con anni di esperienza di scrittura alle spalle, Marguerite dedica il suo tempo ad esplorare il settore della cannabis e gli sviluppi del movimento di legalizzazione.

 
 
      Scopri i nostri scrittori  

Relativi Prodotti