Postumi della Cannabis e Rimedi per Smaltire i Suoi Effetti

Pubblicato :
Categorie : BlogCannabisCome si faEducazione alla droga
Ultima modifica :

Postumi della Cannabis


Il termine postumi viene spesso associato alla sgradevole sensazione che si prova dopo una notte alcolica. Tuttavia, al risveglio si possono avvertire anche i postumi di una serata trascorsa a fumare ingenti quantità di marijuana. Scopriamo quali sono i suoi sintomi e come possono essere gestiti nel miglior modo possibile.

Si possono avvertire i postumi della Cannabis dopo aver passato la serata a fumare canne? Molti di voi saranno d'accordo nel dire che dopo una serata all'insegna della marijuana si tende ad avere un risveglio piuttosto lento. Ci stiamo riferendo a quelle tipiche riunioni tra amici in cui circolano bonghe e canne intorno ad un divano, fino a quando qualcuno perde i sensi e si risveglia il giorno dopo nella stessa posizione. Il mattino successivo ci si sente appesantiti, intorpiditi e con qualche difficoltà a raggiungere il bagno, dove il riflesso degli occhi gonfi ed arrossati nello specchio ci ricorda le canne che siamo riusciti a fumare la sera precedente.

Chiamatela post-sbornia da Cannabis, postumi da marijuana o come preferite voi, ma gli effetti che si percepiscono il giorno dopo aver fatto uso di grandi quantità di marijuana sono reali. Forse il termine non è del tutto appropriato per descrivere queste sensazioni, in quanto potrebbe ricordare i postumi di un consumo eccessivo d'alcool (e i sintomi sono completamente diversi). Una sbornia da alcool, infatti, provoca vomito, tremori, mal di testa e livelli di disidratazione talvolta pericolosi.

QUALI SONO I SINTOMI DEI POSTUMI DA CANNABIS?

Quali sono i sintomi dei postumi da cannabis?

Sebbene i postumi da Cannabis siano completamente diversi e molto meno gravi di quelli provocati da una sbronza alcolica, alcuni fumatori possono sentirsi affaticati, intorpiditi, con gli occhi asciutti e con gola e naso congestionati. Tuttavia, bisogna distinguere i postumi di una serata trascorsa fumando un gran numero di canne, riposando poche ore e risvegliandosi ancora sotto gli effetti della marijuana, dai postumi generati da un potente "edible" (alimento a base di Cannabis) che può farsi sentire per oltre 6 ore.

Gli effetti postumi di un consumo eccessivo di canne sono normalmente descritti come una pesante sensazione di intorpidimento, dove il cervello sembra avvolto da un confortevole velo di cotone. Per quanto strana vi possa sembrare questa descrizione, si avvicina molto alle sensazioni che si possono percepire dopo una serata all'insegna della Cannabis.

DA COSA SONO CAUSATI I POSTUMI DELLA CANNABIS?

Queste sensazioni di appesantimento fisico sono generate da un consumo eccessivo di marijuana. Il principio attivo responsabile degli effetti psicoattivi della Cannabis è il fitocannabinoide THC. Questa molecola è solubile nei grassi e viene immagazzinata nei tessuti adiposi del nostro organismo. Ciò significa che piccole concentrazioni di THC possono essere rilasciate all'interno del nostro corpo anche dopo diverse ore, o giorni, dall'assunzione. Il THC può quindi circolare nell'organismo per periodi più o meno lunghi prima di essere completamente metabolizzato ed espulso.

Da cosa sono causati i postumi della cannabis?

Gli edible sono più propensi a provocare gli effetti postumi, in quanto richiedono più tempo per fare effetto, ma il loro "high" tende a durare molto più a lungo. Ciò è dovuto al fatto che quando viene assunto per via orale, il THC viene trasformato in 11-idrossi-THC, un metabolita attivo che attraversa con estrema facilità la barriera emato-encefalica, provocando effetti psicoattivi più intensi. Quando viene invece inalato sotto forma di fumo o vapore, il THC raggiunge il cervello attraverso un percorso più diretto.

Inoltre, i postumi causati dall'ingestione di un edible si avvertono con maggiore impeto perché l'alimento a base di Cannabis richiede più tempo per attraversare il tratto digestivo e per essere assimilato dall'organismo. Ciò significa che un edible può richiedere anche una giornata intera per essere metabolizzato.

COME PREVENIRE I POSTUMI DELLA CANNABIS

Spesso si dice che prevenire è meglio che curare. Nel caso della Cannabis, limitare il consumo può rivelarsi la migliore soluzione per evitare i postumi della marijuana. Ovviamente, a volte si può aver voglia di spingersi ai limiti e sperimentare un forte e travolgente "high". Non c'è nulla di sbagliato in questo ed ognuno di noi è libero di assumere la quantità più adatta alle proprie esigenze personali e alla situazione. Tuttavia, quando gli impegni lavorativi del giorno dopo non sono compatibili con i postumi da Cannabis, allora la migliore raccomandazione può essere quella di non esagerare per evitare di avere un risveglio poco frizzante.

Probabilmente, la migliore soluzione è quella di sapersi regolare. L'esperienza vi aiuterà a comprendere meglio i vostri limiti per non eccedere. Ovviamente, quando si tratta di canne enormi cariche d'erba di prima qualità o di edible con alte concentrazioni di THC, le quantità da assumere possono essere ridotte drasticamente. Conoscere la varietà che si sta assumendo e sapere come gestire i suoi effetti è essenziale per non sentirsi troppo a pezzi il giorno successivo.

Un altro importante fattore che influisce sui postumi della Cannabis è il tempo. Se siete ancora svegli alle 2 del mattino e decidete con un gruppo di amici di iniziare una sessione di bonghe e di ingerire un pezzo di torta alla marijuana, ovviamente sentirete gli effetti durante tutto il giorno successivo. Potreste invece iniziare alle otto di sera fumando qualche canna leggera, con cui conciliare un sonno profondo.

Anche bere abbondante acqua può contribuire a diluire il THC nel sangue, aiutando l'organismo ad espellerlo tramite la minzione.

COME SMALTIRE I POSTUMI DELLA CANNABIS

Come smaltire i postumi della cannabis?

Se avete ormai assunto ingenti quantità di marijuana e al risveglio vi ritrovate a dover lottare contro una mattinata letargica, ci sono alcuni rimedi efficaci per ridurre al minimo l'impatto di questi effetti.

Andare in palestra, uscire a correre o fare un giro in bicicletta sono attività che possono aiutarvi a recuperare le energie, aumentando il flusso sanguigno del corpo e rendendovi più vigili e svegli.

Anche un estratto di CBD potrebbe contribuire a contrastare gli effetti del THC all'interno dell'organismo.

Assicuratevi di bere abbondante acqua durante tutta la giornata, per ristabilire i livelli di energia e per sbarazzarvi una volta per tutte della bocca secca, un tipico sintomo di una serata di eccessi con la Cannabis.

 

         
  Luke Sumpter  

Scritto da: Luke Sumpter
Luke Sumpter è un giornalista basato nel Regno Unito, specializzato in salute, medicina alternativa, erbe e terapie psichedeliche. Ha scritto per media come Reset.me, Medical Daily e The Mind Unleashed, coprendo queste ed altre aree.

 
 
      Scopri i nostri scrittori  

Relativi Prodotti