Perché Dovreste Provare Un Bong A Gravità Almeno Una Volta

Pubblicato :
Categorie : BlogConsumo Di Cannabis
Ultima modifica :

Perché Dovreste Provare Un Bong A Gravità Almeno Una Volta


I bong a gravità sono molto conosciuti dai fumatori che amano consumare intense boccate di cannabis tutte in una volta. Sconsigliati a deboli di cuore e principianti, i bong a gravità possono farvi raggiungere sballi mai provati prima, permettendovi di risparmiare parecchia erba.

I bong a gravità sono uno di quegli "oggetti" che attirano l'attenzione. Se non vi è mai capitato di provare questo simpatico modo di condividere l'erba (soprattutto con gli amici), leggete qui. Se invece conoscete già questo metodo, ma siete confusi su come ricreare quell'esperienza con facilità, drizzate le orecchie.

Questi geniali dispositivi possono procurarvi uno sballo super, in tempi rapidissimi. Anche se siete fumatori esperti, questi bong vi catapulteranno nella stratosfera dopo poche boccate.

COS'È UN BONG A GRAVITÀ?

Un bong a gravità è in pratica un convogliatore alimentato ad acqua che produce un fumo altamente concentrato. Viene realizzato usando due contenitori vuoti che incanalano il fumo attraverso l'acqua e verso il passaggio di uscita. In pratica, l'effetto si ottiene combinando la gravità con l'aumento della pressione dell'acqua.

A differenza di un normale bong, questi strumenti spingono il fumo attraverso il foro di uscita e direttamente nei polmoni. In sostanza, forniscono una potente dose di THC in una sola volta. Per questo motivo, il loro uso non è consigliabile ai principianti.

Inoltre, molte persone realizzano questi bong con materiali plastici. Ciò è una pessima idea, perché usandoli si potrebbero assimilare sostanze chimiche dannose. È meglio usare un bong in vetro.

PIÙ DIVERTIMENTO A BASSO COSTO

Più Divertimento A Basso Costo

Esistono alcuni vantaggi nel fumare l'erba con questo metodo. Innanzitutto, è uno dei modi più rapidi per sballarsi. E incredibilmente, i bong a gravità aiutano a risparmiare cannabis. In che modo? Con questo metodo viene bruciata meno erba. Ovviamente se usate il bong correttamente.

Questi bong possono inoltre essere realizzati in modo economico.

Ad ogni modo, resistete allo stimolo di costruirli da soli utilizzando delle bottiglie di plastica. Anche se l'idea può sembrare molto allettante su internet, evitate di farlo. Per quale motivo? È un modo sicuro per inalare una quantità di sostanze chimiche pericolose oltre al naturale fumo di cannabis.

PIÙ SBALLATI CHE MAI

Per ottenere i migliori risultati, occorre usare parecchia cannabis nei bong a gravità. La procedura prevede di vaporizzare un intero braciere di cannabis ad ogni boccata. Se non siete in grado di reggere tutto questo fumo nei vostri polmoni, gran parte della vostra preziosa erba andrà sprecata.

Se non riuscite ad aspirare una boccata senza poi tossire fuori tutto il fumo subito dopo, questa tecnica probabilmente non è molto adatta a voi. Molti fumatori assidui utilizzano questo intenso metodo di assunzione per sentirsi di nuovo "sballati" dopo un uso ripetuto. Ad ogni modo, come qualsiasi altro metodo, gli effetti del bong a gravità tendono ad affievolirsi col passare del tempo.

E poi, ovviamente, c'è la nota dolente finale. I bong a gravità sono ingombranti e difficili da nascondere. Sono quindi una scelta rischiosa per chi desidera tenere segrete le sue abitudini riguardo al fumo. Per un intenditore sfrontato, comunque, un bong a gravità potrebbe essere il pezzo forte da esibire nella propria abitazione.

DOVREI COSTRUIRE UN BONG A GRAVITÀ DA SOLO?

Dovrei Costruire Un Bong A Gravità Da Solo?

La dura realtà è che i bong a gravità sono difficili da reperire nei normali head shop. Sono illegali in molti paesi, inclusi gli Stati Uniti. La mancata comprensione di come gli utenti consumano la cannabis terapeutica è stata la causa principale di tale decisione. I pazienti a scopo terapeutico in particolare potrebbero trarre vantaggio dalle potenti dosi fornite da questo metodo di somministrazione. I bong a gravità non sono semplici oggetti da party.

Esistono numerosi siti web in cui è possibile trovare istruzioni su come costruire da soli un bong a gravità. In pratica, bisogna tagliare il fondo di una bottiglia vuota, ed immergerla in acqua (di solito contenuta in un'altra bottiglia o in un secchio).

In teoria, si potrebbe utilizzare anche un sifone in vetro. Il concetto è quello di creare una sorta di aspirazione che formi un vuoto d'aria nella bottiglia immersa. Quindi, va posizionato un filtro su cui inserire la cannabis, sulla cima della bottiglia superiore. Bisogna poi accendere la cannabis e spingere la bottiglia superiore nell'acqua, in modo che la cavità si riempia di fumo. Appena si è accumulato fumo a sufficienza, togliere la cannabis e posizionare le labbra sulla cima della bottiglia. La pressione spingerà il fumo direttamente nei polmoni.

Per questo motivo è importante non usare bottiglie di plastica per realizzare i bong a gravità.

PROBABILMENTE È MEGLIO COMPRARNE UNO

L'alternativa al fai da te è comprare un bong a gravità online. In questo modo, otterrete un articolo espressamente realizzato per lo scopo. Anche la logistica in genere è più semplificata. I modelli fatti in casa sono spesso ingombranti e anche poco sicuri da usare. Le versioni casalinghe inoltre sprecano parecchia erba.

I bong a gravità sono economici, facili da usare e, soprattutto, riutilizzabili. Cercate un modo per ravvivare la vostra esperienza con la cannabis? La prossima volta provate un bong a gravità!

Marguerite Arnold

Scritto da: Marguerite Arnold
Con anni di esperienza di scrittura alle spalle, Marguerite dedica il suo tempo ad esplorare il settore della cannabis e gli sviluppi del movimento di legalizzazione.

Scopri i nostri scrittori

Relativi Prodotti