Partiti politici: Cannabis Is Safer Than Alcohol (CISTA)

Pubblicato :
Categorie : BlogCannabisLeggi sulle droghe

Partiti politici: Cannabis Is Safer Than Alcohol (CISTA)

Nel Regno Unito sta prendendo piede un nuovo partito politico. Il suo principale obiettivo? Attuare le numerose riforme necessarie in ambito "droga".

Quando si parla di politica, è molto facile avvertire un profondo senso di disillusione, grazie all'attuale tendenza alla diffamazione, alle bugie e alle promesse disattese. Molte persone considerano i politici un "club di vecchi ragazzi" dove le cose vengono decise dietro le quinte e dove, molto spesso, valgono di più le conoscenze di ciò che si dovrebbe rappresentare. Ad esempio, i principali partiti politici vengono spesso visti come uno solo, a causa delle piccole differenze che li contraddistinguono. Soprattutto nel Regno Unito, da dove stiamo scrivendo questo articolo.

Una tendenza sempre in voga tra i partiti politici inglesi è la riluttanza ad abbracciare la questione Cannabis, a causa dell'estrema difficoltà ad accettare i consigli provenienti dal mondo scientifico e dagli stessi consiglieri politici. Non è d'aiuto l'estremo pregiudizio opposto alla Cannabis dai mezzi di comunicazione britannici, particolarmente felici ogniqualvolta si presenti l'occasione di sfornare notizie sensazionalistiche contro l'argomento.

Nonostante ciò, oggi sta prendendo piede un nuovo partito politico che auspica di riuscire a invertire questa tendenza. In tempi recenti, infatti, ha visto la luce il partito "Cannabis is Safer Than Alcohol" (La Cannabis è più sicura dell'Alcol), in breve CISTA, fondato appositamente per impugnare e mettere in luce la questione della riforma alle politiche sulle droghe. Questo partito, votato ad un'unica questione (Single Issue Party), può vantare numerosi finanziamenti privati e l'augurio è quello che si riescano a formare dei veri professionisti in grado di essere d'aiuto nella questione della legalizzazione del mercato della Cannabis.

L'ACCORDO CON IL PARTITO AD ARGOMENTO UNICO (SINGLE ISSUE PARTY)

Dal momento che il CISTA è un partito ad argomento unico, potreste chiedervi qual è il punto. Un partito che abbia a cuore un'unica questione ha poche probabilità di essere eletto. Per quanto questa considerazione sia vera, è già importante il fatto che il loro messaggio venga diffuso in epoca di campagne elettorali. Un partito ad argomento unico, come il CISTA, concentra tutte le proprie risorse nella ricerca e nella manifestazione in un unico ambito, investendo in tale direzione molto più di quanto un partito tradizionale possa fare. Tutto ciò, spesso, sfocia in scoperte e politiche, proposte dal partito ad argomento unico, che verranno assorbite ed adottate dagli esponenti di partiti più grandi.

IL MANIFESTO

Il CISTA ha di recente pubblicato il proprio manifesto. In questo documento, il partito sottolinea come si batterà affinché venga costituita una Commissione Reale per la revisione dell'attuale politica inglese sulle droghe, come verrà organizzato a Londra un summit globale sulla Cannabis medica, al quale verranno invitate le menti più brillanti del settore, come verranno valutate le politiche di legalizzazione attuate in diversi Paesi di tutto il mondo, e viene esposta un'analisi dei costi e dei benefici derivanti dalla legalizzazione del mercato della Cannabis nel Regno Unito.

Parlando a proposito del partito e del suo recente manifesto, Paul Birch, leader del CISTA, ha dichiarato: "Abbiamo regolarizzato il mercato degli alcolici nel Regno Unito secoli fa. Dobbiamo regolarizzare il mercato della Cannabis, per la salute e il benessere pubblici", e sottolinea come questo argomento sia fin troppo trascurato sia dal Partito Laburista che da quello Conservatore. Sebbene il partito dei Liberal-Democratici, come quello dei Verdi, vogliano riformare le leggi sulle droghe, continua Birch, è praticamente impossibile che "vincano le elezioni o che stabiliscano la priorità di una riforma delle droghe, in accordo con altre coalizioni - o altre partnership - di orientamento Conservatore o Laburista".

L'opinione pubblica, oggi, è piuttosto altalenante in Inghilterra, quando si parla di Cannabis, ed è leggermente in ritardo sull'argomento rispetto al resto del mondo. L'unica cosa certa è che, grazie al duro lavoro di persone come i membri del CISTA, si sta cominciando a procedere nella giusta direzione.