I Migliori Semi di Cannabis per Coltivazioni Indoor


Ultima modifica :
Pubblicato :
Categorie : BlogCannabisErbe e SemiTop

La Coltivazione Di Cannabis Indoor


Coltivare la cannabis indoor è conveniente ed efficace. Permette un grado di intervento e controllo che è difficile da ottenere in outdoor. Se state cercando delle varietà da provare indoor, abbiamo stilato per voi una lista delle più indicate.

Coltivare la cannabis indoor è un ottimo modo per avere un controllo preciso sulle piante. Ogni fattore può essere gestito individualmente, dai nutrimenti all'intensità della luce, fino agli aspetti agronomici più avanzati.

I 5 Migliori Semi Di Cannabis Per Coltivazioni Indoor

COME I GIARDINI INDOOR HANNO RIDATO SLANCIO ALLA COLTIVAZIONE DI GANJA

Con una corretta coltivazione indoor si ottiene sempre una marijuana lussureggiante. Andiamo a scoprire più da vicino cosa rende la cannabis indoor così squisita.

In passato, l'unico modo per coltivare marijuana era all'aperto, in balia di Madre Natura, delle forze dell'ordine, di trattori sporchi e di falciatrici imprecise. Con le coltivazioni di cannabis indoor i coltivatori possono finalmente riprendere il pieno controllo. Almeno finché riescono a tenere la bocca chiusa.

Nel mondo solo pochi coltivatori hanno la fortuna di vivere in condizioni climatiche favorevoli alla coltivazione di cannabis all'aperto. Nessuna luce artificiale può competere con l'energia solare. Tuttavia, a partire dagli anni '80 sono stati fatti molti progressi nel campo della tecnologia per la coltivazione indoor.

Tali miglioramenti hanno reso la coltivazione di cannabis indoor un vero e proprio business, un hobby, e anche una fonte terapeutica primaria globale.
Ecco alcuni mezzi innovativi che hanno rivoluzionato la coltivazione di cannabis indoor.

CICLO DI ILLUMINAZIONE

Il controllo dei cicli di illuminazione ha rivoluzionato la coltivazione della cannabis. La combinazione tra luci artificiali e timer elettronici ha permesso al coltivatore di tenere l'illuminazione sotto controllo. Chi coltiva all'aperto è limitato principalmente sotto due aspetti. Il primo, è che la semina deve essere stagionale.

Il secondo, e più problematico, è che l'alba e il tramonto determinano il ciclo luce-buio della pianta. I coltivatori indoor possono invece scegliere il loro ciclo di illuminazione preferito, 24/0, 20/4, o 18/6. Inoltre, chi coltiva in ambienti interni può decidere quando indurre la fioritura nelle piante, applicando un ciclo di illuminazione 12/12.

CONTROLLO CLIMATICO

Soltanto indoor è possibile impostare la temperatura e il livello di umidità relativa ottimali per le piante di cannabis (luci accese: 25°C e UR al 40-80%; luci spente: 19°C e UR al 40-60%). Utilizzando ventole di aspirazione, ventole di emissione, ventilatori oscillanti, aria condizionata e riscaldamenti, il coltivatore indoor può avere il pieno controllo del suo ambiente. Ad ogni fase di crescita della cannabis è possibile apportare con facilità le dovute modifiche. Anche il monitoraggio è molto semplice, grazie a termometri ed igrometri.

IGIENE

Un ambiente di coltivazione interno, sigillato e sterile, può virtualmente eliminare il rischio di infezioni parassitarie e malattie. Una pulizia regolare ed accurata della stanza di coltivazione può essere molto utile per eliminare ogni agente patogeno. Chi coltiva all'aperto, invece, deve fronteggiare costantemente la minaccia di insetti nocivi, parassiti, e altri microbi trasportati dal vento.

RACCOLTI MULTIPLI

Avendo un controllo così ampio sulla propria piantagione, il coltivatore indoor spesso è in grado di ottenere un raccolto finale di gran lunga superiore, rispetto a chi opera all'aperto. Dividendo la stanza in due zone separate, una per la crescita vegetativa, e una per la fioritura, si ottiene un'efficiente rotazione delle colture.
Questa separazione si può effettuare in modo più complesso, ad esempio innalzando un muro divisorio, oppure più semplicemente acquistando una tenda di coltivazione aggiuntiva.

Persino i micro-coltivatori, con uno spazio di coltivazione molto ridotto, possono ottenere raccolti multipli ogni anno, avviando una nuova coltivazione immediatamente dopo aver raccolto la precedente. Indoor non è necessario aspettare che il clima diventi più caldo. In ambienti interni è possibile ottenere fino a 6 piantagioni autofiorenti consecutive all'anno, in una sola grow room.

NOTIZIA CORRELATA
Come Avere 6 Raccolti Di Cannabis Ogni Anno

Sfidando il tempo e lo spazio, è possibile raccogliere sei o sette raccolti all’anno. Che sia da seme o da clone, il collaudato metodo...

I MIGLIORI SEMI DI CANNABIS PER COLTIVAZIONI INDOOR

Esistono semi di cannabis che riescono a crescere indoor meglio di altri, producendo grandi quantità di cime degne di nota. Non solo si ha la comodità di coltivare le proprie piante a casa, ma si ha anche l'opportunità di godere dei loro frutti abbondanti e prelibati. Di seguito alcune varietà che sembrano fatte apposta per questo: alti rendimenti e ottime da coltivare indoor.

POWER FLOWER (ROYAL QUEEN SEEDS)

Power Flower (Royal Queen Seeds)

Come il nome stesso suggerisce, questa varietà è conosciuta per la botta potente che dà sin dal primo tiro. Erede diretta della famosa Power Plant, la Power Flower ha un livello di THC del 18% ed è sativa all'88%. Ha un rendimento indoor di 450-550g per metro quadro ed un periodo di fioritura di 8-9 settimane.

SWEET 'N SOUR INDOOR (SPLIFF SEEDS)

Sweet 'n' Sour Indoor (Spliff Seeds)

Un'altra potente varietà a dominanza sativa è la Sweet 'n Sour indoor, che è un incrocio multiplo tra Hawaiian Sativa, Skunk No. 1, Princess e Mexican Haze. È ricca di THC e dopo aver fumato lascia un retrogusto dolce e fruttato. Come la Power Flower, ha bisogno di circa nove settimane per fiorire, con un rendimento indoor di 600g per metro quadro.

CHOCO CANDY (ZAMBEZA SEEDS)

Choco Candy (Zambeza)

Quando si incrocia una Chocolate Haze con una OG Chocolate Thai, si ottiene la Choco Candy. Questa varietà a dominanza sativa eredita dai suoi genitori un aroma di cioccolato guarnito da un sapore fruttato. Ha un livello di THC del 21%, ha bisogno di 9 settimane per fiorire ed ha un rendimento indoor di 400-450g al metro quadro.

SUPER SILVER HAZE (ZAMNESIA SEEDS)

Super Silver Haze (Zamnesia Seeds)

Siete alle prese con stress, depressione o ansia? La Super Silver Haze è la varietà perfetta per voi. Deriva da un incrocio multiplo tra Haze, Northern Light e Skunk, il che le conferisce una gran quantità di THC. Può arrivare ad aver bisogno di 10 settimane per fiorire, con un rendimento indoor fino a 550g per metro quadro.

BUBBA KUSH (DINAFEM)

Bubba Kush (Dinafem)

La Bubba Kush si distingue da tutte le varietà precedenti, principalmente perché è l'unica della lista a dominanza indica. Derivata da una variante omonima prodotta fino al '98, già dal primo tiro regala sottili sfumature di caffè, agrumi e sapori di terra. Ha bisogno di circa 65 giorni per fiorire ed ha un rendimento indoor di 500g per metro quadro.

NOTIZIA CORRELATA
Come Ottenere Cime di Dimensioni Enormi: 10 Consigli

Se c'è una caratteristica che accomuna tutti i coltivatori di cannabis è la costante ricerca delle migliori strategie con cui ottenere...

Queste sono solo alcune delle varietà tra cui scegliere se si opta per una coltivazione indoor. E grazie ai loro rendimenti piuttosto alti, si può star sicuri di aver fatto un buon investimento.

Guest Writer

Redattore Ospite
Di tanto in tanto, abbiamo l'occasione di collaborare con redattori ospiti qui a Zamnesia. Si tratta di persone provenienti dagli ambienti più diversi, il che rende inestimabili la loro conoscenza ed esperienza.

Scopri i nostri scrittori

Relativi Prodotti