Malati cronici sollecitano il Parlamento per l'approvazione dell'uso di Cannabis

Published :
Categories : Blog

Malati cronici sollecitano il Parlamento per l'approvazione dell'uso di Cannabis

La Signora Crossing, vicepresidente del gruppo di difesa del volontariato del Cancer Voices di NSW, declamò, "È semplicemente un gesto per rendersi disponibili e comprensivi verso le persone bisognose

I malati cronici sollecitano il Parlamento per l'approvazione dell'uso di Cannabis terapeutica.

I sostenitori hanno richiesto alla commissione parlamentare del North South Wales (NSW, Australia) che venga approvato l'uso di Cannabis a scopi medicinali.

"Appare evidente che la Cannabis è capace di alleviare i dolori a molte persone che ne soffrono", dichiara Sally Crossing, sopravvissuta al cancro, durante un'audizione pubblica presso gli uffici parlamentari.

La Signora Crossing, vicepresidente del gruppo di difesa del volontariato del Cancer Voices di NSW, declamò, "È semplicemente un gesto per rendersi disponibili e comprensivi verso le persone bisognose di aiuto".

La commissione sta indagando sulla sicurezza reale nell'impiego della marijuana come rimedio medicinale, sull'eventuale distribuzione e fornitura ai pazienti e su tutte le varie implicazioni legali del caso.

"Adottando protocolli legali e medici appropriati e garantendo la sicurezza della consegna ai pazienti", la Signora Crossing aggiunge che, "il suo gruppo favorirebbe l'uso di Cannabis con scopi terapeutici".

"Sono già stati approvati farmaci molto più aggressivi, in passato illegali, per un uso medicinale considerato innoquo" dichiara, e aggiunge che "ormai troppe persone pensano che sia solo l'estremità sottile del cuneo o l'inizio di un scivoloso pendio".

La Signora Crossing affermò che "in alcuni Stati degli USA la Cannabis ha dimostrato di fare un ottimo lavoro, senza effetti collaterali, dove invece normali antidolorifici hanno fallito, causando gravi effetti secondari".

Lesley Brydon, amministratrice delegata del gruppo Pain Australia, che in passato soffriva di forti dolori di artrite, dichiara nell'inchiesta che la sua organizzazione è sempre stata a favore dei prodotti medicinali derivati dalla Cannabis che vengono venduti legalmente.

"Personalmente, non vorrei dover essere costretta a fumare uno spinello", dice la Signora Brydon e che "le pillole facilitano un dosaggio più preciso".

La Signora Brydon sostiene che "la maggior parte delle persone che soffre di gravi dolori cronici in Australia non ha accesso ad una adeguata terapia del dolore e molti muoiono in agonia".

comments powered by Disqus